EuroLega, 5ª giornata. Il Barcellona fa cinquina. Zenit senza scampo al Palau Blau Grana

0

Milano chiama Barcellona risponde. Anche la squadra di Jasikevicius tiene la sua imbattibilità in Europa infilando la quinta vittoria consecutiva battendo anche lo Zenit S.Pietroburgo e tenendo così il passo del team di Messina con le sole Real e Cska che sembrano tenere il passo delle due capolista. Grande prova di sostanza dei catalani che tengono in gioco lo Zenit soltanto nel primo quarto archiviando la pratica praticamente all’intervallo. Una grande difesa e la classe di Mirotic e soci sono i macro motivi di una partita colorata solo di blu e granata.

Buon inizio dello Zenit. Gudaitis e Loyd aprono la serata con i russi avanti 2-7 dopo i primi 3′. Il Barca sonnecchia ma si sta per accendere. La prima tripla di Mirotic mette tutti in parità a quota 9 in una contesa che procede con il classico botta e risposta. Lo Zenit va a +5 (9-14) con Zubkov servito da Ponitka, ma i locali non si fanno certo sorpendere e riacciuffano subito la situazione con Mirotic che è già in doppia cifra. La prima sirena suona sul 20-19 per il Barca che chiude il periodo con il canestro di Kuric.

Il secondo quarto è totalmente di marca catalana. Sul 22-21 di inizio periodo il Barca imprime il suo ritmo. Difesa attenta che annebbia le idee dell’avversario e attacchi puntuali ed efficaci. Due triple di Laprovittola aprono il varco e i padroni di casa sono in doppia cifra di vantaggio per la prima volta (32-21). Lo Zenit cerca con insistenza il rifornimento per i suoi lunghi che sistematicamente vengono bloccati. Hayes-Davis segna il 36-23, c’è un canestro isolato di Gudaitis che arriva prima di un nuovo strappo spagnolo firmato Higgins e Calathes. Il parziale del periodo è impietoso per la squadra di Pascual che osserva quasi impietrito dalla panchina. Il Barcelona arriva a +19 (42-23 e 44-25) con il primo tempo chiuso da un gioco da tre punti di Mickey che fissa il risultato sul 44-27 a metà percorso. A testimoniare l’ottimo quarto del Barca ci sono le cifre con il 15/29 dal campo e l’altrettanto ottimo 4/7 da tre per la squadra di Jasikevicius.

Il Barcellona sembra non conoscere ostacoli a inizio di ripresa. Mirotic firma tutto l’8-0 che porta i catalani sul 52-27 costringendo Pascual a fermare tutto con un time out. Il numero 33 tocca così quota 18 con un eloquente 6/7 dal campo. Toccato il massimo vantaggio il Barca si siede. Mickey e Gudaitis cercano di dare la scossa ai russi ma le cose non cambiano. I spagnoli fermano la loro precisione offensiva (arriva il primo errore da tre di Mirotic) ma anche lo Zenit è praticamente fermo. Quando si riprende a fare canestro è ancora il Barcellona a farlo con Davies e ancora Mirotic a riportare lo scarto sul +25 (56-31). A 2′ dalla fine del terzo periodo Davies segna il 60-35, e il +25 rimarrà fino all’arrivo dell’ultima mini pausa (66-41).

Succede poco nell’ultimo quarto con lo scarto tra le due squadre che non scende mai sotto i 20 punti. Jasikevicius inizia a pensare alla sfida contro Malaga in campionato e alla prossima trasferta di Instanbul (sponda Fenerbahce). A 5′ dalla fine lo score dice 75-51, Smits e Sanli (tutti nelll’ultimo periodo i suoi 9 punti della serata) illuminano il finale che cerca inutilmente motivi di interesse. Il punteggio al 40′ è 84-58 con il Barcellona che si prende comodamente la sua quinta perla di questa Eurolega.

MVP BasketInside: Nikola Mirotic. Sta a guardare nell’ultimo quarto ma nei precedenti 30′ ha semplicemente dominato. 20 punti, 4/5 da due, 3/4 da tre.

Fc Barcelona-Zenit St.Petersburg 84-58 (20-19, 44-27, 66-41)
Fc Barcelona
: Davies 11, Sanli 11, Martinez, Smits 7, Hayes-Davis 6, Oriola, Laprovittola 8, Higgins 4, Kuric 7, Jokubaitis 6, Mirotic 20, Calathes 4. Coach:Jasikevicius
Zenit St.Petersburg: Loyd 8, Karasev, Volkhin 3, Kulagin 8, Baron 8, Kuzminskas, Zubkov 2, Poythress 6, Ponitka 8, Frankamp 5, Mickey 4, Gudaitis 6. Coach: Pascual

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here