EuroLega, 5ª giornata: Il clásico è blaugrana! Il Barcelona domina poi soffre e batte il Real Madrid

Il Barça domina nel primo tempo, soffre la rimonta madrilena nel secondo tempo ma ottiene una vittoria comunque meritata.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Barcelona contro Real Madrid, è tempo di clásico in EuroLega. Un Barça che sembra nettamente più in palla rispetto ai rivali di sempre del Madrid. Sarà comunque spettacolo, Jasikevicius contro Laso, Calathes contro Campazzo, Abrines contro Llull e molto altro. Jugamos!

 

QUINTETTO FC BARCELONA: Hanga, Abrines, Higgins, Smits, Davies.

QUINTETTO REAL MADRID: Alocén, Abalde, Taylor, Thompkins, Tavares.

 

Primo quarto all’insegna dell’equilibrio, come ampiamente pronosticabile in ogni clásico tra Barça e Real Madrid. Il Barça cerca di partire meglio degli ospiti, attaccando con grande aggressività il canestro. Il Real Madrid, in un momento della stagione decisamente negativo, prova a rimanere attaccato alla partita, molto concentrato. Nessun protagonista principale, ma due squadre che giocano tantissimo di squadra. Il Madrid cerca molto Tavares sotto canestro, ma è ben limitato dalla difesa catalana. Si va all’intervallo breve con i padroni di casa avanti di 4 lunghezze.

Una fiammata di Kyle Kuric, con una super giocata da 4 punti, prova a far scappare i blaugrana sul +8, massimo vantaggio. Tanta difficoltà per il Madrid, soprattutto nella fase offensiva, dove fanno molto fatica a trovare la via del canestro. Nick Calathes invece aumenta i giri del motore, trovando alcuni assist degni del suo nome. L’ex Panathinaikos e l’ex Gran Canaria sono i protagonisti del vantaggio catalano che trova la doppia cifra a metà secondo quarto. Il Real Madrid non c’è e non è minimamente parente di quello visto lo scorso anno. Il Barça ne approfitta e spinge sul pedale dell’acceleratore. Calathes fa quello che vuole, Heurtel idem ed è fuga sul +16 per gli uomini di Jasikevicius. É un Real Madrid inguardabile, difficile da credere così in difficoltà. All’intervallo è +21, con il rischio di prendere un’imbarcata per il Real Madrid in questo primo clasico di EuroLega contro il Barcelona.

Gettyimages

Il terzo quarto si apre sempre sotto il segno del Barcelona, più concentrato e cinico rispetto ai rivali storici. Pablo Laso le prova tutte, strigliando ripetutamente i suoi. Urla e rimproveri che sembrano fare effetto ad un certo punto del terzo quarto, dove il Real Madrid ha anche perso Gabriel Deck per una storta alla caviglia. Facundo Campazzo insieme ad Abalde e Garuba prova la rimonta, tornando sino al -10 per il Real Madrid, un lusso con quello mostrato sin qui. A 10 minuti dalla fine, il Real Madrid prova una disperata rimonta, nonostante lo svantaggio si sia dimezzato.

Buonissima la prestazione del canterano Sergi Martinez, fattore sotto canestro e molto impiegato anche da Sarunas Jasikevicius. Il Real Madrid ci prova, ma il Barça non molla di un millimetro. Cory Higgins nei momenti difficili è una sicurezza per i catalani, giocatore importantissimo nella gerarchia dei blaugrana. Higgins e Davies sono i fattori chiave per gli uomini di Jasikevicius, sempre al posto giusto nel momento giusto. Il Real Madrid arriva al finale di gara con il fiato corto, ma con un Sergio Llull che si accende in un secondo, sempre pericolosissimo in tutti i clásici giocati in questi anni. Llull spaventa il Barça, riportando il Madrid a pochi possessi di distanza, ma nel finale la chiude un protagonista a sorpresa (fino ad un certo punto), quel Sergi Martinez che ha fatto benissimo in questo primo clásico. Il Barcelona domina nel primo tempo, poi soffre e la rivince nel finale. Il Real Madrid dopo un primo tempo orribile, mostra segnali di ripresa nella ripresa, con un Sergio Llull evergreen e ancora bandiera di questa squadra.

 

FC BARCELONA – REAL MADRID 79-72  (18-14, 30-13, 16-25, 15-20)

MVP BasketInside: Brandon Davies. Che partita dell’ex Zalgiris. Vince la sfida stellare sotto canestro contro Tavares, è un fattore in attacco e fa sempre la cosa giusta, perfettamente all’interno del sistema Jasikevicius.

FC Barcelona: Davies 14, Hanga 4, Bolmaro, Smits 7, Heurtel 6, Pustovyi, Oriola 2, Abrines 8, Higgins 13, Martinez 7 (9 rimbalzi), Kuric 15, Calathes 3. All: Jasikevicius.

Real MadridRandolph 1, Fernandez 3, Abalde 13, Campazzo 7, Laprovittola, Alocen 3, Deck 2, Garuba 8, Tavares 6, Llull 9, Thompkins 14, Taylor 6. All: Laso.

 

Clicca qui per vedere i recap di EuroLeague.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy