EuroLega, 5ª giornata: lo Zenit sbanca Zalgiris con merito e qualche brivido

EuroLega, 5ª giornata: lo Zenit sbanca Zalgiris con merito e qualche brivido

E’ necessario l’overtime ai russi per mettere in cascina una vittoria che sembrava fatta.

di Fabio Rusconi

Zenit corsaro alla Zalgirio Arena. I russi interrompono una serie di tre sconfitte consecutive vincendo con merito in casa di uno Zalgiris opaco. La vittoria arriva al termine di una gara dalle basse percentuali in cui le difese hanno dominato e in cui i viaggianti hanno rischiato di buttare alle ortiche un successo che negli ultimi minuti del quarto periodo sembrava fatto. Il successo è comunque arrivato, ma con diversi brividi e in un overtime comunque dominato, grazie anche a una super prova di Ponitka, MVP del match.

Primo tempo dai bassi ritmi e dal punteggio contenuto, in cui il primo quarto è di marca locale. Lo Zalgiris prova a spingere ma a metà primo periodo le squadre sono pari (7-7). E’ lo Zenit qui a provare il primo allungo con i punti di Ayon e Iverson, che griffano un minibreak 5-1, al quale i biancoverdi di casa rispondono immediatamente con un 10-2 a chiudere avanti di 4 punti al 10′ (18-14). Sono Hayes e Leday a guidare la riscossa della squadra di Jasikievicius, la quale tuttavia segna solamente 10 punti in un secondo quarto complicato. Tanti gli errori da ambo le parti, così come le palle perse causate da difese dalle maglie assai strette. Lo Zalgiris trova i primi punti del secondo quarto dopo 4′ abbondanti, subendo al contempo un break 5-0 dello Zenit che si riporta avanti (18-19 al 14′). Ma i canestri continuano a scarseggiare e a beneficiarne è l’equilibrio: nonostante i russi vadano anche a +5, all’intervallo lungo il punteggio è nuovamente inchiodato alla parità a quota 28.

Ripresa che non cambia particolarmente lo spartito visto nel primo tempo: è Hayes a segnare dalla lunetta i primi punti del quarto ma è evidente la fatica che entrambe le compagini fanno a trovare canestri dal campo. E’ sempre lo Zalgiris a tenere il comando del match con i canestri importanti dall’arco di Grigonis. I viaggianti però rispondono colpo su colpo anche nei momenti di difficoltà: la tripla di Ponkrashov vale il 38-38 al 27′. Lekavicius e Ulanovas provano a far aumentare i giri del motore lituano in attacco ma è lo Zenit a chiudere (43-44) avanti alla penultima sirena con 6 punti consecutivi di Iverson a chiudere il periodo. Zenit che ora prende un po’ in mano l’inerzia della gara, segnando centrando i primi punti dell’ultima frazione e spingendo coach Jasikievicius al timeout (43-46 al 31′). L’ex stella di Barça e Maccabi ottiene poco dopo la tripla di Landale che vale il pareggio (46-46 al 33′), ma deve anche fare i conti con qualche fallo di troppo speso dai propri giocatori. E in una sfida del genere, anche un giro in lunetta in più può fare la differenza: lo Zenit lo sa, capitalizza i fischi a proprio favore e piazza un parziale di 8-0 a metà ultimo quarto, la prima vera spallata del match e massimo vantaggio (46-54 al 36′). Buon apporto di Albicy in regia, oltre ai punti di Ponitka e Thomas. Timeout Zalgiris, con i padroni di casa che annaspano e che provano a risalire la china: le triple di Milaknis e Grigonis portano i biancoverdi a -1 a 60″ dal termine. Ponitka con un “and-one” sembra spegnere i sogni di gloria locali ma lo Zenit fa di tutto per non vincere questa partita: prima lo 1/2 di Renfroe ai liberi dà allo Zalgiris la palla del pareggio, persa tuttavia da Milaknis. Ma Albicy dall’altra parte perde a sua volta il pallone a seguito di una contesa e Lekavicius riesce a lucrare un incredibile fallo con un tiro da oltre metà campo. Ingenuità incredibile di Renfroe, autore dell’infrazione, che regala 3 liberi al lituano, che esegue e manda tutti all’overtime (62-62).

Zenit che pare più lucido nel supplementare, nonostante tutte le circostanze. Ponitka guida ancora i suoi a un nuovo break 9-2 con cui i ragazzi di coach Plaza si rimettono dui giusti binari (+7, 64-71 al 43′). Stavlta è davvero il colpo del ko, con lo Zalgiris che non si rialza, scivolando in un amen in doppia cifra di svantaggio, toccando il -13 e terminando sul punteggio di 70-82.

Zalgiris Kaunas vs Zenit St. Pietroburgo 70-82 dts (18-14; 28-28; 43-44; 62-62)

Zalgiris: Walkup 6, Perez 0, Lekavicius 6, Hayes 10, Jankunas 0, Milaknis 5, Leday 12, Landale 9, Grigonis 10, Ulanovas 12, Lukosiunas n.e., Geben n.e. All: Jasikievicius

Zenit: Iverson 10, Albicy 1, Ponkrashov 7, Hollins 10, Thomas 8, Renfroe 5, Khvostov 2, Pushkov 0, Trushkin 3, Abromaitis 6, Ponitka 19, Ayon 11. All: Plaza

MVP Basketinside: Ponitka

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy