EuroLega, 5ª giornata: Olimpia Milano, al Palau è notte fonda. L’FC Barcelona domina concedendo solo 56 punti

0
EuroLega Olimpia Milano
Twitter Olimpia Milano

FC Barcelona e Olimpia Milano si sfidano in una grande classica dell’EuroLega moderna. Ettore Messina e Sarunas Jasikevicius in panchina, tante stelle in campo per una partita che si preannuncia imperdibile.

QUINTETTO FC BARCELONA: Satoransky, Laprovittola, Kalinic, Tobey, Sanli.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Pangos, Hall, Thomas, Melli, Davies.

Inizia molto bene l’Olimpia che difende duro e trova le giuste soluzioni in attacco. Gli uomini di Ettore Messina piazzano il primo break, con tentativo di fuga. Jasikevicius striglia i suoi che recuperano subito nel punteggio, ma c’è un grande ex molto motivato in questa serata ed è Brandon Davies. L’ex Barça segna 10 dei primi 12 punti milanesi, vera spina nel fianco della difesa blaugrana. Ma per i padroni di casa ci sono Tobey e Kalinic che spingono il Barcelona a ritmi alti, i quali fanno male all’Olimpia che soffre le scorribande degli uomini di Jasikevicius. Il buzzer di Hines vale il 21-21 dopo 10 minuti di gioco.

Brutto inizio di quarto per l’Olimpia che soffre, come già detto poco fa, i ritmi alti dei catalani. Sanli e Vesely colpiscono a ripetizione la difesa milanese che resta a galla con un Davies monumentale. Abissale differenza fisica e atletica tra le due squadre in questo quarto, con il Barça che domina una Milano in balia dell’avversario. Soli 8 punti segnati nel quarto per l’Olimpia che sprofonda a -14, in una preoccupante avaria offensiva. Tantissima fatica in attacco, in difesa anche con un Tobey molto preciso ed efficace dal campo. 43 a 29 per i catalani all’intervallo lungo.

L’Olimpia Milano ci prova nella ripresa, ma la musica non cambia. Differenza abissale a livello fisico ed atletico tra le due squadre, con un Barcelona bravo a trovare energie fresche grazie alle rotazioni lunghe e costanti di Coach Jasikevicius. Non dimenticando l’assenza di un MVP del calibro di Nikola Mirotic, il Barça non ha un vero e proprio MVP ma una prestazione di squadra notevolissima con tutte le pedine scelte da Jasikevicius che rispondono presente. Poco da salvare questa sera per l’Olimpia. Tantissime palle perse, un Pangos molto problematico nella fase difensiva, Devon Hall che non riesce a sbloccarsi al tiro, solo per citare alcuni esempi e il solo Davies sufficiente.

L’ultimo quarto è un’attesa che la partita finisca per l’Olimpia Milano, in una serata pessima. in una stagione così lunga, una debacle del genere capita e non è la fine del mondo, certo che comunque non è un buon segnale per gli uomini di Ettore Messina chiamati alla riscossa immediata, la prossima settimana dove al Forum ci sarà un avversario ostico candidato alla vittoria dell’EuroLega come il Real Madrid. Gli ultimi minuti sono puro garbage time, dove anche giovanissimi come Nnaji trovano spazio e punti.

FC BARCELONA – OLIMPIA MILANO 74-56 (21-21, 22-8, 18-12, 13-15)

MVP BasketInside: Mike Tobey

FC BARCELONA: Tobey 13, Higgins 11, Satoransky 9, Nnaji 7, Vesely 7, Kalinic 6, Abrines 5, Laprovittola 5, Pauli 4, Sanli 4, Jokubaitis 3, Da Silva.

OLIMPIA MILANO: Davies 18, Baron 7, Hall 7, Hines 6, Pangos 5, Tonut 5, Voigtmann 5, Melli 2, Datome 1.