EuroLega, 6ª giornata: Fenerbahce, che carattere! Difesa e triple, battuto il Maccabi in rimonta

Grande prestazione dei turchi che dopo un primo tempo di difficoltà, recuperano alla grande nella seconda parte di gara.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Sfida importante in questa notte di EuroLega tra Maccabi Tel Aviv e Fenerbahce. Due squadre in cerca di costanza e soprattutto in cerca di vittoria che dia continuità al proprio percorso in EuroLega.

QUINTETTO MACCABI TEL AVIV: Wilbekin, Bryant, Caloiaro, Bender, Zizic.

QUINTETTO FENERBAHCE: Brown, De Colo, Ulanovas, Vesely, Duverioglu.

Primo quarto all’insegna dell’intensità e dell’agonismo. Parte meglio il Maccabi Tel Aviv con Scottie Wilbekin e Ante Zizic protagonisti del primo parziale degli israeliani. Il Fenerbahce soffre le brutte percentuali dal campo, con una fatica immensa a trovare la via del canestro per i turchi. Dopo metà quarto, il Fener ha segnato solo 5 punti dal campo. La scossa arriva dall’immortale Ali Muhammed (in arte Bobby Dixon), autore di 6 punti in fila, una scossa per gli uomini di Kokoskov. Il finale di quarto vede gli ospiti recuperare lo svantaggio, con il Maccabi avanti di soli 4 punti dopo aver dominato per la maggior parte del quarto di apertura.

La partita vive di strappi e parziali. Quando il Maccabi tenta di fuggire, il Fener reagisce. Le percentuali al tiro si abbassano notevolmente per entrambe le squadre, ma non per Ali Muhammed. Il veterano, naturalizzato turco, è un cecchino dalla lunga distanza con un super 4 su 4. Dalla parte degli israeliani, Wilbekin non forza nulla ed è impeccabile in attacco, a quota 13 all’intervallo. Proprio un buzzer dell’ex Darussafaka segna il +3 Maccabi. Partita molto equilibrata dopo 20 minuti di gioco, con nessun vero padrone sin qui.

Grandi prestazioni difensive da parte di entrambe le squadre. Le difese prevalgono sugli attacchi, nella maggior parte dei casi. Il Fenerbahce non muore mai, squadra in cui si vede sempre più la mano dell’ex Coach campione d’Europa con la Slovenia. Eddie Jarell è un tiratore pazzesco, una vera e propria sentenza dalla lunga distanza. Le triple dell’ex Murcia portano al sorpasso i turchi. Nel Maccabi, Wilbekin è troppo isolato in attacco, aiutato dal solo Chris Jones e sporadicamente da Ante Zizic. Però grazie ad una magata di Nando De Colo, che si guadagna 3 liberi sul finale di periodo, è il Fenerbahce a chiudere avanti di 2 lunghezze a 10 minuti dal termine.

Gettyimages

Che inizio di quarto quarto per il Fener! I turchi difendono fortissimo e in attacco giocano molto bene. La tripla di Mahmutoglu segna il massimo vantaggio per gli ospiti sul +9, con obbligatorio timeout per Coach Sfairopoulos. Ottimo anche l’impatto dell’ex Sassari Pierre, sempre al posto giusto e al momento giusto. Il Maccabi non riesce praticamente più a segnare, con Wilbekin sistematicamente raddoppiato dal Fenerbahce. Scottie Wilbekin è l’anima di questo Maccabi e non ne vuole sapere di mollare.I 5 punti in fila del naturalizzato turco riaccendono un briciolo di speranza, con 6 punti da recuperare in 3 minuti di gioco rimanenti. Nando De Colo non è d’accordo con le intenzioni di rimonta della squadra israeliana. Il francese è impeccabile nel finale di gara, autore di una grande prestazione in questa partita. Grande vittoria del Fenerbahce contro il Maccabi in questo giovedì EuroLega, vittoria di carattere e in rimonta con una squadra ostica come questo Maccabi Tel Aviv.

 

MACCABI TEL AVIV – FENERBAHCE  65-75 (22-18, 16-17, 16-21, 11-19)

 

MVP BasketInside: Ali Muhammed. Un evergreen, immortale. Il naturalizzato turco è l’uomo che ha dato la scossa alla rimonta Fenerbahce. Nel momento di massima difficoltà, Ali Muhammed segna a ripetizione da 3 punti e spacca la partita in favore dei turchi.

 

MACCABI TEL AVIV: Bryant 9, Wilbekin 23, Jones 10, Caloiaro 2, Hunter 3,  Cohen, Dorsey 1, Blayzer 3, Bender 3, Sahar, Zizic 11, Atias. All: Sfairopoulos.

FENERBAHCEHamilton 2, Brown 6, Westermann, Mahmutoglu 6, De Colo 13, Pierre 7, Vesely 8, Eddie 11, Candan, Muhammed 17, Duverioglu 3, Ulanovas 2. All: Kokoskov.

 

Clicca qui per gli altri recap di EuroLeague.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy