EuroLega, 6ª giornata: Musa e Hezonja bombardano al Forum. Il Real Madrid batte l’Olimpia Milano nella “Chacho Night”

0
EuroLega Olimpia Milano Real Madrid
Twitter Real Madrid

Olimpia Milano e Real Madrid si sfidano in una partita già importantissima nella Regular Season di EuroLega con le due squadre che arrivano da un periodo altalenante. L’Olimpia ritrova Naz Mitrou-Long mentre nel Real Madrid è della partita Guerschon Yabusele, in dubbio fino l’ultimo minuto.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Pangos, Hall, Thomas, Davies, Melli.

QUINTETTO REAL MADRID: Hanga, Musa, Deck, Cornelie, Tavares.

Il Real Madrid parte meglio rispetto all’Olimpia, sospinto da un Dzanan Musa versione MVP. Il bosniaco segna subito due triple per il primo tentativo di fuga degli ospiti. L’Olimpia sbanda ma reagisce con Pangos che tenta di caricarsi la squadra sulle spalle. A metà primo quarto i madrileni sono avanti di 4 punti. Entra Rodriguez ed è l’ennesima bolgia di affetto da parte del Forum. Ma il Chacho, da avversario, con Tavares crea numerosi problemi col Pick and Roll alla difesa milanese. Olimpia che fa ricorso alla panchina e trova tanta qualità da Naz Mitrou-Long. L’ex Brescia, all’esordio in EuroLeague con la maglia di Milano, riporta sotto l’Olimpia ed è subito dentro la partita nonostante la “ruggine” dovuta all’infortunio passato.

Parte meglio l’Olimpia nel secondo quarto, trascinata dall’entusiasmo di Mitrou-Long. Il playmaker è onfire con 11 punti e 3 su 3 dal campo è il principale autore del controsorpasso milanese. Il Real Madrid sbanda, con l’Olimpia trascinata dalla carica del pubblico del Forum, caldissimo questa sera. Fuori Tavares, il Madrid accusa il colpo ma resta a galla con un Hezonja che grazie al suo immenso talento segna un paio di canestri assurdi. Le due squadre si scambiano colpi su colpi, sorpasso su controsorpasso ma è la tripla in step-back di Pangos che chiude il primo tempo sul +3 Olimpia.

Si segna meno, si alza l’intensità e il numero dei contatti in campo. Le due squadre si battagliano azione dopo azione ma è l’Olimpia a faticare di più in questo quarto. Il Madrid domina a rimbalzo e ha in Musa un tiratore ispiratissimo stasera, con già 4 triple segnate. Milano fatica tantissimo a trovare la via del canestro dopo un primo tempo super, con soli 11 punti segnati e una difficoltà evidente in attacco. A 10 minuti dal termine è +6 Madrid, un distacco che può soddisfare l’Olimpia dato le notevoli difficoltà avute in questo quarto.

Continua l’enorme difficoltà dell’Olimpia Milano a vedere il canestro, mentre il Madrid non perde la mano dalla lunga distanza con Musa e Hezonja impegnati a bucare la retina avversaria. Incredibile differenza tra il primo e secondo tempo degli uomini di Ettore Messina dove sembrano aver smarrito completamente la fluidità in attacco. Preoccupante la difficoltà in campo di Voigtmann e Hall, oggetti misteriosi in attacco dove continuano a tirare con percentuali pessime e passare ottimi tiri dal campo aperti. Nel finale il Real Madrid gestisce senza grossi problemi e si porta a casa una preziosissima vittoria, dove a Madrid già circolava un clima pesante, mentre continua a gettare ombre sull’inizio di stagione europea dell’Olimpia.

OLIMPIA MILANO – REAL MADRID 77-83 (20-23, 30-24, 11-20, 16-16)

MVP BasketInside: Dzanan Musa

OLIMPIA MILANO: Pangos 21, Melli 12, Mitrou-Long 11, Datome 8, Thomas 7, Baron 6, Davies 5, Hall 5, Voigtmann 2, Hines, Ricci.

REAL MADRID: Musa 25, Hezonja 15, Tavares 11, Rodriguez 9, Deck 7, Yabusele 6, Abalde 5, Hanga 3, Cornelie, Llull, Poirier.