Eurolega, 6ª giornata: Real Madrid pratico e vincente, lo Zenit San Pietroburgo cede in casa

0
euroleague.net
euroleague.net

QUINTETTO ZENIT: Loyd – Frankamp – Ponitka – Mickey – Gudaitis

QUINTETTO REAL MADRID: Heurtel – Causeur – Hanga – Yabusele – Tavares

La cronaca: il Real costruisce diligentemente a metà campo armando le triple di Causeur e Heurtel nei primi due possessi della partita (3-6), trovando a fronteggiarlo uno Zenit che ha punti da tutto il quintetto e resta in scia con il piazzato dalla media di Mickey (11-14). Nel finale del quarto il Real inizia a coinvolgere anche i suoi lunghi, che combinano e producono i punti che permettono ai blancos di spingere il proprio vantaggio sul +9 (13-22). Lo Zenit si tiene dentro la partita principalmente per il coraggio e il talento balistico del proprio attacco, rappresentato in questo spicchio di partita da Zukbov e Baron, autori di 3 triple ad altissimo coefficiente di difficoltà che tengono lo Zenit a -5 (28-33). Con la fiducia iniettata da questi tiri, i giri dell’attacco salgono fisiologicamente e contestualmente cresce anche l’offerta difensiva dei russi, che giocano ottimi minuti e trovano anche il -1 (32-33) con Poythress. Il Real Madrid si difende con i liberi di Poirier e Heurtel ma è costretto al primo svantaggio della partita sulla correzione a rimbalzo offensivo di Gudaitis (38-37), che costringe coach Laso a chiedere un minuto di sospensione. Lo Zenit difende il vantaggio all’intervallo (40-39) in cui i russi arrivano tirando il 69% da 2, ma concedendo un altrettanto largo 71% da 3 al Real Madrid.

Lo Zenit ricomincia da dove aveva terminato trovando il massimo vantaggio (44-39) con la bomba di Ponitka, nel momento difficile il Real Madrid torna a dare la palla a Tavares, che risponde da leader segnando 7 punti in 2′ che tengono a contatto i blancos (48-50). Con 7 punti consecutivi di Yabusele il Real Madrid porta a 9-0 il proprio parziale (ancora aperto) e si riporta sul +5 (50-55). Il match procede a strappi e lo Zenit torna a produrre con la seconda tripla di serata di Ponitka (55-55), con la partita che si trascina in equilibrio anche alla fine del terzo quarto (57-59). Il Real riguadagna inerzia con la tripla del nuovo +5 di Causeur (59-64), Loyd prova a mettere una pezza ma è ancora Causeur (giunto a quota 13) a lanciare il Real, con la tripla del +8 (61-69). I russi cercano di reagire ma la mano ora è gelida, mentre il Real Madrid attacca con pazienza e continua ad allungare il margine (61-73) con i lliberi di Llull. Lo Zenit torna momentaneamente a -8 (65-73) e, complice qualche errore nel trattamento del pallone del Real Madrid, si regala una chance con la tripla di Baron (68-74), quando mancano 37”. Le triple di Mickey e Baron si spengono però sul ferro, e il Real, nonostante un ultimo minuto tutto da rivedere, strappa la quinta vittoria della regular season di EuroLega 21\22

ZENIT SAN PIETROBURGO 68-75 REAL MADRID (13-22, 27-17, 17-20, 11-16)

ZENIT SAN PIETROBURGO: Loyd 11, Karasev, Kulagin, Baron 14, Kuzminskas 2, Zubkov 6, Poythress 6, Ponitka 10, Frankamp 4, Mickey 9, Gudaitis 6.

REAL MADRID: Causeur 13, Heurtel 15, Fernandez, Abalde 9, Hanga 2, Alocen 5, Poirier 4, Tavares 14, Llull 2, Yabusele 11, Ndiaye.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here