EuroLega, 6ª giornata: Real, reazione vincente. Battuto l’Alba Berlino

EuroLega, 6ª giornata: Real, reazione vincente. Battuto l’Alba Berlino

Il Real sfrutta il fattore campo e supera, non senza fatica, l’Alba Berlino. I ragazzi di Pablo Laso riescono, così, a rialzare la testa e tornano a vincere dopo tre sconfitte consecutive.

di Gaetano Cantarero

Quintetto Real Madrid: Campazzo, Carroll, Fernandez, Tavares, Garuba

Quintetto Alba Berlino: Mattisseck, Hermannsson, Sikma, Giedraitis, Nnoko

PRIMO PERIODO: Primi tre minuti di gara che sono un monologo di Anthony Randolph. L’ex, tra le altre, dei Denver Nuggest fa 3/3 dal campo con due triple a segno e porta i suoi avanti di 6, 8-2. L’Alba Berlino sembra imbambolata nella prima metà del quarto, Taylor e ancora Randolph dominano la difesa tedesca, con Hermannsson che prova a bloccare un’emorragia da 16-5 al 5′. Gli ospiti non sembrano reagire, due palle perse in altrettante azioni e il Real vola sul +15, 24-9 con la tripla di Llull. Negli ultimi due minuti i ragazzi di Laso abbassano l’attenzione in difesa ma restano concreti in attacco, il primo quarto si chiude sul 28-14.

SECONDO PERIODO: L’inizio del quarto è spumeggiante, Hermannsson risponde a Laprovittola, dominano gli attacchi. Carroll segna, dall’altra parte arriva la marcatura di Siva, al 13′ è 35-23. Le squadre abbassano i ritmi e per due minuti non si trova la via del canestro. Hermannsson spara quattro punti consecutivi, Campazzo e Deck cercano di tenere il Real a distanza, ma nella chiusura del periodo due triple di Mason e l’1/2 ai liberi di Sikma riducono il gap fino al -4. Le squadre rientrano negli spogliatoi con gli spagnoli avanti 42-38.

TERZO PERIODO: Al rientro dalla pausa lunga l’Alba Berlino spinge per rimontare il match, il Real si affida ad un ispirato Causeur ma Siva e soprattutto Cavanaugh permettono agli ospiti di impattare a quota 48, minuto 23′. Il solito Causeur tiene la squadra di Laso ad un possesso di vantaggio ma Thiemann prima pareggia e poi sfrutta qualche errore di troppo del Real in attacco per dare il vantaggio ai suoi, 53-55 al 27′. Lo sforzo dei tedeschi, però, si fa sentire e la maggiore qualità degli spagnoli viene fuori, con Campazzo, Deck e Llull che nei due minuti finale piazzano il break per riportarsi sul +8, 64-56 al termine del quarto.

QUARTO PERIODO: Negli ultimi dieci minuti il Real è chiamato a difendere il vantaggio per ritrovare la vittoria e bloccare la crisi di tre sconfitte consecutive in EuroLega. L’Alba dovrebbe dare il massimo, ma sin dai primi minuti dell’ultimo quarto sembra proprio non averne. L’allungo decisivo è firmato Tavares, con i canestri che valgono il +12, 75-63 al 34′. Hermannsson e Giedraitis provano la reazione, ma Llull e Deck fanno capire agli avversari che non c’è spazio per la rimonta. Il finale recita 85-71 per i ragazzi di Laso, con la vittoria numero 3 in questa EuroLega, mentre l’Alba Berlino è ancora ferma a 1 vinta e 5 perse.

REAL MADRID – ALBA BERLINO 85-71 (28-14; 42-38; 64-56)

TABELLINO REAL MADRID: Causeur, Randolph, Fernandez, Campazzo, Laprovittola, Deck, Garuba, Carroll, Tavares, Llull, Mickey, Taylor. Allenatore: Pablo Laso

TABELLINO ALBA BERLINO: Mason, Siva, Giffey, Mattisseck, Schneider, Hermannsson, Ogbe, Giedraitis, Thiemann, Cavanaugh, Nnoko, Sikma. Allenatore: Aito Garcia Reneses

PARZIALI: 28-14; 14-24; 22-18; 21-15

MVP BASKETINSIDE: Walter Tavares

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy