EuroLega, 6ª giornata: ritorno dolce per Ivanovic, il Baskonia ritrova il successo sul Partizan

0

Torna al successo il Baskonia, con Ivanovic che supera Obradovic ed inaugura al meglio la tua terza avventura in terra spagnola. Gara in equilbrio, ma caratterizzata anche da folate da una parte e dall’altra: il Baskonia ci crede di più e piazza un parziale negli ultimi minuti che si rivela decisivo. Bella prestazione di squadra dei padroni di casa, che portano cinque giocatori in doppia cifra e che si godono la gran serata di Moneke, freddo e decisivo: è lui l’MVP del match con 16 punti, 6 rimbalzi, 4 rubate, 20 valutazione e soprattutto i tiri liberi decisivi e realizzati. Il Partizan lotta ma si spegne sul più bello, inconcludente nei minuti più caldi e poco presente a rimbalzo, perdendo il confronto in questo fonamentale (38 a 26). Per i serbi la rincorsa alla zona playoff si fa ora più dura.

Quintetto Baskonia: Miller-Mcintyre, Howard, Sedekerskis, Raieste, Costello

Quintetto Partizan: Jaramaz, Andjusic, Nunnally, Leday, Kaminsky

Migliore la partenza per i padroni di casa che subito tentano di scappare, subendo il ritorno degli avversari sostenuti dai punti di Nunnally e Kaminsky. A metà primo quarto le squadre sono pari (10-10). Gli spagnoli non perdono leadership della gara per tutto il primo periodo, che comunque si chiude in parità grazie ai punti di Avramovic.

Secondo quarto che si apre con un 6-0 Partizan, a cui il Baskonia risponde subito 15-0 con cui cerca di dare la prima vera spallata ai viaggianti, che sono costretti a fermare il gioco (38-29 al 15′). Break basato sull’asse tra Miller-Mcintyre e Moneke, a cui segue una ferma reazione serba: il Partizan alza il ritmo in difesa e riesce ad accorciare fino al -4 grazie a Nunnally, chiudendo a -6 il primo tempo (48-42).

Terza frazione favorevole al Partizan, che dopo essere scivolato a -8 (53-45) piaza un parziale 16-2 che fa tremare il Baskonia, che ora si trova a -6: gli ospiti giocano uniti e di squadra sui due lati del campo, toccano il massimo vantaggio a +8 qualche minuto più tardi con il canestro di Nunnally. 63-66 al 30′.

Ultimo periodo in cui si gioca punto a punto sul filo dell’equilibrio, ma col Partizan sempre a guidare le operazioni fino a pochi minuti dal termine (73-77 al 37′). Sembra finita ma i rossoblu di casa non mollano e riescono a rientrare con un 7-0 ispirato da Sedekerskis e Miller-Mcintyre (80-77 al 39′). Jaramaz pareggia, Moneke riporta avanti il Baskonia che ha le mani sulla partita ma viene gelata dal canestro con fallo di Nunnally (82-83). Possesso finale di marca basca: Miller-Mcintyre sbaglia la tripla ma Moneke cattura rimbalzo e subisce fallo, non tremando dalla lunetta, facendo 2/2 e riportando avanti i suoi, stavolta in modo decisivo. L’ultima possibile azione, si spegne in un nulla di fatto. Finale: 84-83.

Baskonia Vitoria-Gasteiz vs Partizan Mozzart Bet Belgrado 84-83 (23-23; 48-42; 63-66)

Baskonia: Howard 14, Raieste 5, Chiozza 0, Sedekerskis 14, Marinkovic 12, Miller-Mcintyre 9, Kotsar 11, Costello 3, Moneke 16, Hrabar n.e., Querejeta n.e., Diez n.e. All: Ivanovic

Partizan: Vukcevic 13, Leday 11, Avramovic 1, Smaigalic 7, Jaramaz 11, Nunnally 13, Trifunovic 7, Andjusic 9, Dozier 0, Kaminsky 8, Koprivica n.e. All: Obradovic

MVP Basketinside: Chima Moneke