EuroLega, 6ª giornata: un CSKA a fasi alterne supera il blackout e passa a San Pietroburgo

EuroLega, 6ª giornata: un CSKA a fasi alterne supera il blackout e passa a San Pietroburgo

Nella sfida tutta russa, la squadra moscovita prima domina, poi si fa recuperare 17 punti, infine vince agevolmente.

di Ario Rossi

Zenit San Pietroburgo – CSKA Mosca 70-87 (16-26, 37-48, 59-61)

I campioni in carica del CSKA Mosca arrivano dalla prima sconfitta stagionale in casa contro l’Olympiacos, ma ha subito la possibilità di rifarsi sul campo dello Zenit San Pietroburgo che arriva da una bella vittoria alla Zalgirio Arena. Assente Daniel Hackett per problemi alla schiena: è rimasto a Mosca per fare dei trattamenti specifici.

Quintetto Zenit: Renfroe, Thomas, Ponitka, Hollins, Ayon

Quintetto CSKAStrelnieks, James, Kurbanov, Vorontsevich, Hines

PRIMO QUARTO

Parte meglio Mosca con due canestri di fila, ma San Pietroburgo mette subito la freccia con un ispirato Hollins (9-7 al 4′). Il CSKA mette in ritmo i suoi lunghi tiratori: segnano da fuori Kurbanov (in un attimo già in doppia cifra), Voigtmann ed Antonov, con un parziale di 15-3 per chiudere il periodo sul 16-26.

SECONDO QUARTO

Prima con la tripla di Voigtmann e poi con quella di Ukhov, il CSKA vola a +14 (26-40 al 15′). Lo Zenit si riavvicina con l’asse Albicy-Ayon, ma subito Mosca risponde con un altro 5-0, poi replicato nuovamente dai padroni di casa (35-45 al 18′). Da una parte Voigtmann, infallibile da fuori, e dall’altra Ayon, decisivo sotto canestro, toccano la doppia cifra personale: a metà gara il CSKA guida con autorevolezza 37-48.

TERZO QUARTO

Continua il bombardamento rossoblù con Kurbanov e Hilliard a stabilire il nuovo massimo vantaggio sul +17, lo Zenit prova a resistere con fatica. James segna, ovviamente da 3 (11/21 di squadra fino a questo momento), ma il CSKA si adagia sugli allori e non segna proprio più! I padroni di casa ne approfittano per pareggiare i conti (59-59 al 29′) grazie ad un parziale di 15-0. I liberi di Baker chiudono il quarto con il CSKA avanti solamente di due lunghezze dopo aver guidato anche di 17: al 30′ il punteggio recita 59-61.

QUARTO QUARTO

Ayon la pareggia di nuovo, ma sul più bello lo Zenit s’inceppa. Mike James e Darrun Hilliard mettono a segno le bombe del +12 moscovita (61-73 al 35′) che sa molto di arresa per San Pietroburgo. Albicy e Ayon provano a scuotere i padroni di casa, ma capitan Hines trova un pesantissimo gioco da 3 punti. Ayon ultimo ad arrendersi, ma la quarta bomba (su 5 tentativi) di Voigtmann e il secondo tecnico fischiato a coach Plaza danno game, set and match ai campioni in carica. Risultato finale 70-87 con 20 punti di Ayon da una parte e 16 di Mike James dall’altra.

 

MVP Basketinside.com: Darrun Hilliard, con 13 punti ma soprattutto le due bombe consecutive ad inizio quarto quarto che hanno disinnescato lo Zenit.

 

Zenit: Thomas 14, Renfroe, Ponitka 7, Hollins 13, Ayon 20, Albicy 2, Iverson, Trushkin, Ponkrashov, Abromaitis 9, Khvostov 5, Pushkov. All:Plaza

CSKA: Strelnieks 6, James 16, Kurbanov 13, Vorontsevich, Hines 8, Bolomboy 3, Hilliard 14, Voigtmann 14, Ukhov 7, Antonov 5, Baker 2, Lopatin. All:Itoudis

 

Per altri recap e news dal mondo europeo, seguite la nostra sezione a questo link.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy