EuroLega, 7° giornata – L’Olympiacos non muore mai! Fenerbahce fermato all’overtime

EuroLega, 7° giornata – L’Olympiacos non muore mai! Fenerbahce fermato all’overtime

Partita strepitosa a Istanbul tra Fenerbahce e Olympiacos. Alla fine sono i greci a portarla a casa all’overtime.

di Emanuele Terracciano

È stata una partita straordinaria quella andata in scena tra Fenerbahce e Olympiacos all’Ulker Arena. Il Fenerbahce nel primo tempo sembrava in controllo della partita e in avvio di terzo quarto aveva trovato il +12, ma l’Olympiacos ha saputo rimontare e arrivare al finale di partita con la vittoria in pugno. Delle brutte scelte dei greci e una dubbia rimessa assegnata al Fenerbahce nei secondi finali consentono ai padroni di casa di approdare all’overtime, ma l’Olympiacos sovverte anche il luogo comune che vederebbe la squadra rimontante favorita ai supplementari e vince con un Printezis straordinario.

LA CRONACA – L’avvio di partita, come prevedibile, è caratterizzato da un grande equilibrio e da una decisa prevalenza delle difese sugli attacchi. È il Fenerbahce a provare il primo strappo portandosi a +5 (10-5) con la tripla dall’arco di Melli. L’Olympiacos con Milutinov e Printezis assorbe subito il parziale avversario e da vita a una seconda metà di quarto che scorre sui binari dell’equilibrio e con non pochi errori da una parte e dall’altra. Al termine dei primi dieci minuti gli ospiti conducono per 18-17.

L’avvio di secondo quarto vede un Olympiacos confuso finire in tempi relativamente brevi a -6 (14-18), complice anche un fallo tecnico sanzionato a Thompson per le proteste su una stoppata su Melli considerata dalla terna arbitrale irregolare. Dopo il timeout voluto dalla panchina greca, Roberts dall’angolo smuove il tabellino dei suoi, ma Nunnally risponde prontamente. In generale in questa fase di partita il margine di vantaggio dei turchi oscilla sempre intorno alle sei lunghezze. L’Olympiacos si ritrova e, grazie a un 7-0 di parziale in cui l’ex Milano Mc Lean è protagonista, trova il -1 (31-30) e costringe coach Obradovic a un immediato timeout. la sfuriata del suo tecnico ha un effetto estremamente positivo sul Fenerbahce che mette in campo una straordinaria intensità che stordisce l’Olympiacos e fissa il punteggio all’intervallo lungo sul 40-30 in favore dei padroni di casa.

Al rientro in campo il Fenerbahce trova il suo massimo vantaggio sul +12 (42-30), ma l’Olympiacos non sia arrende e, con pazienza e con la mano caldissima di Roberts, arriva in tempi relativamente brevi al -4 sul 49-45. Obradovic prova a metterci una pezza con un timeout che però stavolta non sortisce un grande effetto sulla sua  squadra che in poco temo si ritrova addirittura in svantaggio dopo la tripla di Thompson che porta il punteggio sul 52-51. Alla fine del terzo quarto l’Olympiacos conduce per 57-53.

L’andazzo della partita non cambia a inizio quarto quarto: infatti, il Fenerbahce non sembra trovare dentro di sé nulla per girare la partita mentre l’Olympiacos continua a fare canestro praticamente sempre. Gli ospiti trovano addirittura il +9 sul 67-58. Al Fenerbahce non va bene nulla: infatti, il ferro sputa due buonissime conclusioni da tre punti, ma in realtà non sembra crederci neanche molto. Milutinov realizza il canestro del +10 (73-63) Olympiacos, ma i turchi rispondono con due triple in fila di Nunnally e Wanamaker che rimettono quattro lunghezze tra le due formazioni. Quando mancano 23’ alla fine Printezis commette un ingenua spinta a rimbalzo d’attacco su Datome che manda il capitano della nostra Nazionale a tirare due liberi dall’altra parte del campo, liberi che ovviamente entrano. L’Olympiacos gioca un pessimo possesso ma la terna arbitrale concede al Fenerbahce una rimessa molto dubbia e Vesely dall’altra parte mette i due liberi della parità. Si va all’overtime sul 75-75.

Il Fenerbahce dovrebbe veleggiare serenamente verso il successo, ma l’Olympiacos dimostra ancora una volta una personalità straordinaria e si porta fino al +4 sull’81-77. Printezis si prende in mano la sua squadra e la trascina a +6 (85-79) quando mancano meno di due minuti alla fine del supplementare. Il Fenerbahce non ne ha più, alla fine vince l’Olympiacos per 90-83

 

FENERBAHCE 83-90 dts OLYMPIACOS (17-18; 40-30; 75-75)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy