EuroLega, 7ª giornata: ASVEL davanti per tutta la gara regola il Baskonia

Solida vittoria per i francesi, che si sbloccano in Eurolega.

di Fabio Rusconi

Bella vittoria dell’ASVEL, che si sblocca in EuroLega al termine di una gara molto solida. Nulla può il Baskonia, che deve inchinarsi al cospetto di un avversario stasera migliore in tutti gli ambiti e che si affida alle giocate di Diot e Fall per portare a casa il risultato. Henry e Jekiri combinano per 43 punti ma non basta, nonostante le minori palle perse.

Quintetto Baskonia: Vildoza, Giedraitis, Kurucs, Polonara, Jekiri

Quintetto ASVEL: Freeman, Diot, Lighty, Kahudi, Fall

Match dall’avvio equilibrato (7-7 al 3′).Gli ospiti di squadra provano a scappare con un break 7-0. Baskonia un po’ in difficoltà, prova a ricucire il divario creatosi ma l’ASVEL si lascia ispirare dalla sua panchina di gran qualità, con molti ex “italiani” a mantenere a distanza gli spagnoli. I contributi di Cole e Hayes sono infatti essenziali per chiudere il primo quarto a +6 (20-26).

I francesi giocano bene, con fluidità offensiva invidiabile e, dopo aver toccato in svariate occasioni il +7, aumentano il massimo vantaggio: dapprima a +10 (27-37 al 16′) grazie al canestro di Noua, e poi a +11 grazie a Fall. Il Saski prova la reazione e la affida al talento di Vildoza, che segna una tripla. Lo segue poco dopo Henry dall’arco, costringendo coach Parker (fratello di Tony Parker) al timeout. I locali però ora sono on fire e colgono un’altro centro dall’arco di Vildoza: il 2/2 di Henry e il piazzato di Fall ritoccano il parziale a 13-0, riportando avanti il Baskonia (42-40 al 19′). 43-43 all’intervallo lungo grazie alla tripla sulla sirena di Diot.

Francesi che partono forte anche nella ripresa, con guidando per tutto il quarto e portandosi a +11 con Freeman (49-60 al 27′). Ancora una volta, tuttavia, gli sforzi dell’ASVEL vengono vanificati da un parziale rossoblu di 12-2 per riportarsi a -1. Break 5-0 dei viaggianti, che chiudono comunque avanti al 30′ (61-66).

Baskonia si porta a -2 (66-68 al 32′) in apertura di ultimo periodo, dando la parvenza di potersela giocare. Ma l’ASVEL non è dello avviso e cala un 9-0 di parziale propiziato dalle giocate di Fall e Kahudi. Metà ultimo quarto giocata e il Baskonia cerca una reazione, trova i punti di Jekiri e Vildoza per tornare a -6. Prende fiducia ora il Saski, trova altri 4 punti e torna a -2. Timeout ASVEL ma ora la gara è punto a punto, con il canestro di Jekiri che riporta a -1 gli spagnoli. Fall risponde e ridà un possesso pieno di vantaggio, ma Henry accorcia le distanze (83-84 al 39′). Situazione di -1 anche a 14″ dalla fine, con il Baskonia che spreca la palla del sorpasso ed è costretta a commettere fallo su Kahudi, che chiude la gara. Finale sul 86-88.

TD Systems Baskonia Vitoria-Gasteiz vs LDLC ASVEL Villeurbanne 86-88 (20-26; 43-43; 61-66)

Baskonia: Vildoza 11, Jekiri 23, Henry 20, Diop 7, Fall 2, Peters 3, Dragic 12, Giedraitis 6, Polonara 2, Kurucs 0, Sedekerskis n.e., Raieste n.e. All: Ivanovic

ASVEL: Freeman 4, Kahudi 15, Diot 15, Lomazs 2, Fall 19, Noua 5, Hayes 4, Bako 4, Lighty 6, Howard 4, Cole 10, Strazel n.e. All: Parker

MVP Basketinside: Moustapha Fall

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy