EuroLega 7ª giornata: Il Fener non sbaglia, sconfitta per il Khimki

A Istanbul il Fenerbahce sfrutta il fattore campo per superare il Khimki e conquistare la quarta vittoria stagionale. I russi, nonostante la sconfitta, sono rimasti in partita per buona parte della gara.

di Gaetano Cantarero

Settima giornata di EuroLega in programma a Istanbul con il Fenerbahce che ospita il Khimki Mosca. La squadra di Kokoskov ha ritrovato la partita nell’ultimo turno in casa del Maccabi Tel Aviv dopo tre sconfitte consecutive, mentre i russi sono riusciti a sbloccarsi soltanto nell’ultima gara, trovando il successo casalingo contro la Stella Rossa.

Quintetto Fenerbahce: De Colo, Brown, Ulanovas, Duverioglu, Vesely

Quintetto Khimki: Shved, Timma, Karasev, Jerebko, Monroe

FENERBAHCE 83 – 71 KHIMKI MOSCA (23-20; 42-35; 65-55)

Prima metà di gara equilibratissima all’Ulker Sports and Event Hall di Istanbul. Ad aprire le marcature è Timma, i padroni di casa muovono la retina per la prima volta dopo due minuti, ma la parità si sussegue fino al 5′ senza scossoni, con il canestro di Duverioglu per l’8-8. Ma l’inizio gara è segnato dall’infortunio al polpaccio di Nando De Colo, costretto a lasciare definitivamente il campo al 3′ dopo aver realizzato il primo e unico canestro della sua partita. Il primo tentativo di break è di marca russa, con Shved che prima spara dall’arco e Mickey dopo per il +5. La risposta del Fener non si fa attendere, 7-0 di parziale chiuso da Mahmutoglu, poi arriva ancora Mickey a dare respiro al Khimki e a ricucire il minimo strappo. Dopo dieci minuti, 23-20 in favore dei ragazzi di Kokoskov.

Il secondo quarto entra nel vivo con Dyshawn Pierre che mette a referto cinque degli otto punti per il Fener nei primi quattro minuti del periodo. Il Khimki ha tante soluzioni offensive e manda a bersaglio prima Bertans e poi Jerebko dall’arco, con il successivo canestro di Shved che vale il -1, 31-30. Al 16′ gli ospiti trovano anche il canestro del sorpasso, ma negli ultimi due minuti la foga del Khimki si spegne e il Fener reagisce di rabbia, piazzando un break da 9-0, aperto da Pierre e chiuso da Mahmutoglu, con le squadre che tornano negli spogliatoi sul 42-35.

Al rientro dalla pausa lunga le squadre sono poco concrete sotto canestro e nei primi quattro minuti ci sono pochi punti. Brown e Duverioglu garantiscono il consolidamento del vantaggio ai padroni di casa, Mickey torna a segnare e al 25′ il risultato è 50-43. Il Khimki ha grosse difficoltà offensive e si aggrappa a Shved per rimanere attaccata al match, mentre l’ottima gara di Dyshawn Pierre prosegue anche nel terzo periodo. Nel finale è ancora Mickey a mettere a segno due canestri consecutivi ma Jarrell Eddie sulla sirena trova il canestro del +10, 65-55.

Getty Images

A dieci minuti dalla fine il Fener deve solo controllare il match ma fino al 35′ riesce a trovare solo cinque punti e il Khimki riesce a rientrare forte nel match con Monroe e Bertans che portano i russi fino al -3, 70-67. La squadra di Kokoskov torna a segnare con Jarrell Eddie e nel finale il Khimki non tiene fisicamente permettendo ai turchi di tornare sul +10, 80-70. Con poco più di novanta secondi da giocare la gara è compromessa per gli ospiti e il Fener chiude 83-71 il match conquistando la quarta vittoria in sette gare in questo inizio di EuroLega.

Tabellino

Fenerbahce: Hamilton, Brown 11, Westermann 3, Mahmutoglu 4, Biberovic, De Colo 2, Pierre 16, Vesely 4, Eddie 16, Muhammed 10, Duverioglu 11, Ulanovas 6. Coach: Igor Kokoskov

Khimki: Shved 10, McCollum, Timma 8, Karasev 5, Zaytsev, Monroe 11, Odinokov, Voronov, Jerebko 12, Bertans 6, Mickey 19. Coach: Rimas Kurtinaitis

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy