EuroLega 7ª giornata: Torna alla vittoria il Fenerbahce guidato da un super Vesely

EuroLega 7ª giornata: Torna alla vittoria il Fenerbahce guidato da un super Vesely

Il centro ceco domina gli ultimi minuti del quarto periodo cambiando l’inerzia dell’incontro e portando, di conseguenza, alla vittoria i turchi che abbandonano i bassifondi della classifica.

di Marco Novello

E’ servito un gran Vesely al Fenerbahce per aver la meglio su un coriaceo, oltre che ottimo, Bayern Monaco! Il centro ceco gioca i primi 3′ dell’ultimo quarto letteralmente da manuale del basket sia in attacco che in difesa; canestri in post, palle recuperate, rimbalzi e pure assist; il numero 24 gialloblu trascina di forza i turchi ad una meritata vittoria. Nonostante il referto rosa, però c’è da sottolineare come il Fener abbia sofferto per oltre 30′, merito indubbiamente di un Bayern mai domo da una parte, ma demerito soprattutto della difesa svogliata degli uomini di Obradovic che spesso lasciavano soli i tiratori teutonici oltre l’arco o si dimenticavano sotto canestro i vari Monroe e Radosevic. Non appena, infatti, i gialloblu riusciranno a registrare la propria retroguardia (anche stasera più di 80 punti subiti) torneranno sicuramente ai vertici di questo torneo. Alla fine il punteggio recita Fenerbahce 90-82 Bayern

QUINTETTO BASE FENERBAHCE: Kalinic, Sloukas, De Colo, Williams, Vesely

QUINTETTO BASE BAYERN MONACO: Koponen, Monroe, Lo, Lucic, Barthel

La partita comincia subito a mille all’ora o per meglio dire lo fa il Fenerbahce che tenta di scrollarsi in questa maniera il periodo negativo dell’ultimo mese in EuroLega! I turchi guidati dal duo De Colo-Vesely mettono a segno un break di 7 a 2 che tuttavia non demoralizza il Bayern. I teutonici subiscono quest’iniziale sfuriata, ma trovano le forze per ribaltare immediatamente l’inerzia dell’incontro grazie ai centri di Monroe nel pitturato e di Koponen sia dalla media che dalla lunga distanza (7-11 Bayern al 4’). Williams con quattro punti in fila rimette in carreggiata i padroni di casa che in attacco riescono a fare ottime cose, ma altrettanto non si può dire della difesa, spesso approssimativa, degli uomini di Obradovic. I biancorossi ospiti quindi ne approfittano per riportarsi momentaneamente in vantaggio grazie ai centri di Barthel, dalla linea della carità, e di Lo; ma una fiammata finale targata De Colo Lauvergne riporta i gialloblu avanti sul 18-15, parziale con sui si andrà al primo riposo.

Lulic riapre le danze nel secondo quarto sparando la tripla del nuovo a cui De Colo replica con un 2/2 ai liberi (20-18 Fenerbahce all’undicesimo). I  teutonici però vogliono ci credono e vogliono cullare il sogno dell’impresa, Radosevic, in semigancio, e Zipser, con un gioco da tre punti, mettono a segno un mini-break di 5 a 0 che ribalta ancora una volta il parziale causando il time-out immediato da parte di un non felicissimo Obradovic. Sloukas e Mahmutoglu in uscita dal minuto di sospensione, intervallati dai liberi di Zipser, agguantano per l’ennesima volta gli ospiti continuando quest’infinto botta e risposta tra turchi e tedeschi (25 pari a 6’30” dall’intervallo lungo). Il Bayern continua a dominare sotto le plance catturando un buon numero di rimbalzi sia difensivi che offensivi e ciò comporta un gran numero di seconde occasioni che vengono convertite dai vari Monroe, Lucic e Radosevic. Il Fenerbahce rimane comunque in vantaggio di un possesso grazie alla tripla di Datome, prima che un indemoniato Lucic riporti per l’ennesima volta il punteggio in parità a quota 33. Williams, grande ex di serata, spara la tripla del nuovo +3 che dà un leggero abbrivio ai padroni di casa, ma Barthel col centro da due mantiene gli ospiti attaccati. Si arriva quindi all’intervallo lungo sul punteggio di Fenerbahce 40-39 Bayern Monaco.

Il Fenerbahce non esce mentalmente dagli spogliatoi tanto che l’avvio di ripresa è a forte tinte biancorosse! I tedeschi fanno ciò che vogliono e questo gli è pure permesso dai turchi visto che spesso si dimenticano di difendere. Troppe volte i tiratori del Bayern vengono lasciati liberi oltre l’arco dei tre punti, Koponen, King e pure Lo castigano una distratta difesa dei padroni di casa tanto da riportare avanti il Bayern sul 51 a 48. De Colo e Sloukas provano a ribaltare l’inerzia dell’incontro grazie alla loro classe, ma sul finire di terza frazione sale in cattedra Flaccadori. La guardia di Seriate dapprima brucia in velocità Mahmatoglu depositandone due comodi a canestro, poi venti secondi più tardi replica la giocata nuovamente sul malcapitato numero 10 dei gialloblu ma questa volta sul raddoppio di Williams scarica ottimamente il pallone in angolo per la tripla piedi per terra di King  per il nuovo +2 Bayern (57-59). Williams e Sloukas provano a far chiudere il Fener avanti nel punteggio, ma una nuova dormita collettiva della difesa turca lascia Zipser solo sulla linea dei tre punti e l’esito pure in questa occasione è scontato, tripla e Bayern che va all’ultimo riposo avanti di uno sul 61 a 62.

L’ultimo quarto è un one-man-show, o per correttezza un Vesely-show! Il centro ceco è l’uomo della svolta dominando letteralmente la scena nei primi tre minuti di gioco. Il numero 24 gialloblu sciorina basket su ogni centimetro del parquet dell’Ulker Spor Arena; punti ed assist in attacco, recuperi e rimbalzi in difesa, in tre minuti scarsi la partita si ribalta col Fener che finalmente sembra aver preso in mano le redini dell’incontro. I bavaresi vengono travolti dal centrone di Obradovic che sembra essere finalmente tornato sui livelli che gli competono e tutti in campo ne giovano; da Kalinic a Sloukas, passando per Mahmutoglu e Muhammed; le paure ed i timori che dimoravano nelle teste dei gialloblu vengono spazzate via in un batter d’occhio! Il coach ospite Radonjic prova in tutti i modi a tener alta la concentrazione dei suoi, ma sulla tripla di Muhammed, dopo ennesima giocata decisiva di Vesely, cala il sipario sul match. Gli ultimi tre giri di lancetta servono ai dieci protagonisti in campo per migliorare le proprie cifre statistiche, ma la vittoria del Fenerbahce ormai non è più in discussione. Il finale dall’impianto turco è quindi presto servito, i gialloblu tornano alla vittoria per 90 a 82 e devono ringraziare un ritrovato Vesely.

MVP BASKETINSIDE.COM: Jan VESELY. Gli bastano 3’ di fuoco per ribaltare un Bayern Monaco fin lì tatticamente perfetto. Non sarà il migliore di serata in casa dei turchi alla voce punti o valutazione, ma la leadership ed il carisma messo in campo fin dai primi istanti dell’ultimo quarto di gioco è qualcosa che non si riscontra nei tabellini al termine di una partita. E’ forse presto per parlare di rinascita Fener, ma poter nuovamente contare su un giocatore come Vesely non è cosa da poco, soprattutto per Obradovic ed il suo sistema di gioco.

 

FENERBAHCE BEKO-BAYERN MONACO 90-82 (18-15, 40-39, 61-62) [Progressivo 18-15, 22-24, 21-23, 29-20]

FENERBAHCE BEKO: Mahmutoglu 14, Kalinic 10, Biberovic n.e, Sloukas 13, De Colo 12, Williams 19, Vesely 8, Candan n.e, Muhammed 3, Duverioglu 2, Datome 5, Lauvergne 4, all. Obradovic.

 

BAYERN MONACO: King 6, Koponen 11, Monroe 19, Lucic 14, Lo 11, Zipser 10, Nelson, Flaccadori 5, Barthel 3, Radosevic 3, Grant, all. Radonjic.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy