EuroLega, 8ª giornata: Iffe Lundberg domina l’ultimo quarto, la Virtus Bologna si aggiudica il derby italiano contro l’Olimpia Milano

0
Ognjen Dobric
Foto di Gioele Mason

Virtus Segafredo Bologna e Olimpia Milano si sfidano in un derby d’EuroLega tutto italiano, molto importante per entrambe le squadre. La Virtus è in cerca di riscatto dopo la debacle di Madrid, mentre l’Olimpia vuole essere quella che ha asfaltato il Valencia nell’ultimo turno di EuroLeague, non quella vista 2 giorni fa a Scafati.

QUINTETTO VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Hackett, Belinelli, Cordinier, Shengelia, Dunston.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Lo, Shields, Mirotic, Voigtmann, Melli.

Subito grande intensità in campo con le due squadre che cercano le loro stelle, Mirotic da una parte e Shengelia dall’altra. Molto positivo l’inizio di Nicolò Melli che segna, anche da 3 punti, e fa a “sportellate” sotto canestro con grande grinta. Prova l’allungo subito l’Olimpia, ma la Virtus c’è e resta attaccata nel punteggio. Shavon Shields dimostra di essere caldo in questo inizio di partita dove mette a referto 9 punti e 3 assist, molto coinvolto nell’attacco milanese. L’Olimpia comanda nel punteggio, Belinelli tiene a galla la Virtus con due triple importantissime per il -5 Virtus dopo 10 minuti.

L’Olimpia inizia meglio il secondo quarto sulla scia di un Kyle Hines evergreen. Il veterano segna, prende rimbalzi ed è una scossa positiva dal suo ingresso in campo. La Virtus soffre i lunghi di Milano, complice anche la pesante assenza di Jordan Mickey. Dalla panchina arriva però una scarica d’energia per le V nere, con Abass e soprattutto Dobric protagonisti. Il finale di quarto è targato Virtus. Abass si traveste da Klay Thompson con due triple dalla lunga distanza, per il delirio della Segafredo Arena ma soprattutto per il sorpasso Virtus. Milano soffre il finale di quarto degli uomini di Banchi che chiudono sul +5.

Al rientro in campo, c’è solo l’Olimpia Milano. Johannes Voigtmann crea numerosi grattacapi alla difesa virtussina che soffre terribilmente il quintetto lungo degli ospiti con Mirotic da 3. Milano opera il sorpasso con Coach Banchi costretto a fermare la partita per l’inerzia completamente ribaltata. Inerzia Olimpia? Daniel Hackett non è di questo avviso. 7 punti in fila per il play ex CSKA e Virtus di nuovo avanti. Botta e risposta tra Virtus e Olimpia in questo emozionante derby italiano di EuroLega. A 10 minuti dal termine è +2 Virtus con Abass, Shengelia e Hackett protagonisti da una parte, Lo, Shields e Mirotic dall’altra.

Partita con tanti cambi di vantaggio e soprattutto con tanti protagonisti diversi. L’ultimo quarto rivede la Virtus provare l’allungo sull’Olimpia con Iffe Lundberg bravo a sfruttare quanto la difesa milanese concede. L’Olimpia ci prova, segna con Shields ma Lundberg è onfire. Il giocatore di passaporto danese segna in penetrazione, da 3, in tanti modi ma con un unico esito sempre positivo. La Virtus tocca il +7 ma l’Olimpia non molla e ci prova con Voigtmann e Mirotic. Shavon Shields segna una super tripla a 1.17 dal termine nonostante l’ottima difesa di Hackett per il -2 Olimpia. Ma chi se non un Lundberg onfire per la tripla del nuovo +5 e che soprattutto significa colpo del KO per l’Olimpia Milano.

Vittoria importantissima per la Virtus Bologna che sconfigge un’Olimpia Milano che non molla mai ma che soffre un ultimo quarto devastante di Iffe Lundberg.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – OLIMPIA MILANO 86-79 (21-26, 24-14, 20-23,

MVP BasketInside: I.Lundberg

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Cordinier 8, Lundberg 19, Belinelli 8, Pahola, Smith 2, Dobric 8, Mascolo, Cacok 1, Shengelia 14, Hackett 10, Dunston 2, Abass 14.

OLIMPIA MILANO: Lo 13, Poythress, Bortolani, Tonut, Melli 10, Ricci, Flaccadori, Hall, Shields 21, Mirotic 16, Hines 8, Voigtmann 11.