Eurolega, 8ª giornata: il Baskonia strapazza il Barcellona. Cura Pozzecco per l’Asvel, cade l’ALBA Berlino. Il Panathinaikos la spunta nel finale, il Bayern Monaco torna a vincere

0
Markus Howard
Credits: Turkish Airlines EuroLeague

Dopo il derby italiano vinto dalla Virtus Bologna e lo scontro tra Valencia e Real Madrid, altre due spagnole si affrontano in questa 8ª giornata di Eurolega. Baskonia contro Barcellona è il match da seguire, ma occhio anche alla sfida dei “verdi” che vede contro Panathinaikos e Zalgiris Kaunas. Sugli altri campi, Alba Berlino e Asvel Villeurbanne cercano di smuovere entrambe una classifica magra di punti, mentre il Partizan vuole continuare la striscia di risultati positivi contro un Bayern Monaco in difficoltà.

ALBA BERLINO-ASVEL VILLEURBANNE 68-73 (13-28;22-15;20-10; 13-20)

L’Asvel di coach Gianmarco Pozzecco parte forte e cerca subito di stanare l’ALBA nel primo quarto, chiudendo in vantaggio di + 15. Nel secondo periodo, poi, si limita a gestire il parziale. Tuttavia, Procida (7 punti per lui) e compagni non si perdono d’animo e riescono prima a rimontare e poi a ribaltare la situazione, portandosi addirittura a +7 nel terzo quarto. Nell’ultimo periodo, però, l’Asvel sembra averne di più e, guidata da un Luwawu-Cabarrot da 19 punti, 5 assist e 5 rimbalzi, porta a casa la partita.

ALBA BERLINO: Brown 5, Koumadje 8, Olinde 8, Spagnolo 2, Thiemann 16, Bean 3, Delow 6, Procida 7, Samar, Schneider, Thomas 2, Wetzell 8. Coach: I. González

ASVEL VILLEURBANNE: De Colo 16, Egbunu, Fall 14+11 rimbalzi, Jackson E., Lauvergne 7, Lee 12, Lombahe-Kahudi 2, Ndiaye, Scott 1, Yaacov, Lighty 2, Luwawu-Cabarrot 19+5 rimbalzi e 5 assist. Coach: G. Pozzecco

PANATHINAIKOS-ZALGIRIS KAUNAS 73-71 (13-15;23-24;17-13;20-19)

Match in bilico fino all’ultimo all’O.A.C.A. di Atene. Il Panathinaikos parte male prima dell’intervallo lungo, con difficoltà al tiro dalla distanza (solo 36,8 % da tre) mentre lo Zalgiris domina le statistiche e va oltre il 50% dal campo. Uscito dallo spogliatoio, però, il gruppo di coach Ergin Ataman si dà da fare e risale la china: sale finalmente in cattedra Sloukas (16 punti a fine serata) e il Pana arriva a lottare punto a punto nel quarto quarto. Gli ultimi due minuti sono un’altalena di emozioni: da una parte Smits regala giocate e triple ai suoi, dall’altra risponde Sloukas con la sua immensa esperienza. Alla fine la spuntano i greci con due liberi del numero 10 e una lotta sfrenata su ogni possesso negli ultimi 20 secondi di partita.

PANATHINAIKOS: Antetokounmpo K., Grant 10, Grigonis 7, Mitoglou 19+6 rimbalzi, Sloukas 16, Balcerowski 2, Guy, Kalaitzakis, Lessort 13, Mantzoukas 2, Nunn, Vildoza 4. Coach: E. Ataman

ZALGIRIS KAUNAS: Dimsa 9, Evans 6, Hayes 8, Smits 15, Ulanovas 2, Birutis 9, Butkevicius 10, Giedraitis D., Lavrinovicius, Lekavicius, Manek 6, Mitrou-Long 6. Coach: K. Maksvytis

BASKONIA-BARCELLONA 94-71 (26-18;29-11;15-24;24-18)

Sorpresa Baskonia a Vitoria-Gasteiz. I padroni di casa fermano il Barcellona (record 6-1 prima di questa partita) dominando il match in lungo e in largo. La squadra di coach Ivanović mette la quarta già nel primo tempo e non si gira più indietro. Il Barcellona, dal canto suo, appare confuso e appannato, tanto da segnare la miseria di soli 11 punti nel secondo quarto. I blaugrana hanno un sussulto di orgoglio nel terzo quarto, quando riducono lo svantaggio a 16 punti, per poi crollare sotto i colpi di Markus Howard (26 punti) e Miller-McIntyre (20 punti) nell’ultimo periodo.

BASKONIA: Costello 5, Howard 26, Miller-McIntyre 20, Moneke 19, Sedekerskis 9, Diez 5, Kotsar 6, Raieste, Chiozza 4, Diop. Coach: D. Ivanović

BARCELLONA: Da Silva 12, Kalinic 6, Laprovittola 14, Satoransky 6, Vesely 2, Abrines 9, Brizuela 2, Hernangomez W. 9, Jokubaitis 9, Nnaji, Parker 2, Parra. Coach: R. Grimau

BAYERN MONACO-PARTIZAN BELGRADE 94-85 (25-32;28-19;12-10;24-22)

Il Bayern Monaco torna a vincere in Eurolega. Dopo un quarto e mezzo in sofferenza, i tedeschi riescono a girare il risultato a proprio favore già nel secondo quarto, toccando anche il +12 nel terzo periodo. Il Partizan si fa sotto nel finale arrivando anche a 1 punto dai bavaresi, ma è Bolmaro con la tripla a mettere il punto esclamativo sulla vittoria dei suoi ai danni della squadra allenata da coach Zeljko Obradovic. Sugli scudi Carsen Edwards (21 punti) per il Bayern e il neo-acquisto Bruno Caboclo (19 punti) per la formazione di Belgrado.

BAYERN MONACO: Bolmaro 9, Booker 13+11 rimbalzi, Edwards 21, Giffey 4, Ibaka 6, Brankovic 2, Francisco 17, Gillespie 8, Kharchenkov, Weidemann. Weiler-Babb 8, Wimberg 6. Coach: P. Laso

PARTIZAN BELGRADE: Avramovic 4, Kaminsky 9, Nunnally 14+8 rimbalzi, Caboclo 19, Smailagic 5, Andjusic, Dozier 10, LeDay 12, Trifunovic 10, Vukcevic, Ponitka, Jaramaz 2. Coach: Z. Obradovic