EuroLega, 8ª giornata: Lucic fa valere la legge dell’ex: vola il Bayern di Trinchieri!

É battaglia all’Audi Dome di Monaco, ma l’ex Lucic, Sisko e Zipser nel finale trascinano il Bayern al successo sul Valencia

di Filippo Stasi
Vladimir Lucic Bayern Monaco 2020-21

Tutto pronto a Monaco di Baviera per Bayern-Valencia, valevole per l’ottava giornata di EuroLega. La squadra di Andrea Trinchieri cerca la sesta vittoria in otto partite, che significherebbe secondo posto in solitaria. D’altro canto il Valencia di coach Ponsarnau, sebbene abbia una partita da recuperare, vuole agganciare gli avversari odierni a quota 5 vittorie nella competizione. Quale delle due formazioni avrà la meglio?

QUINTETTO BAYERN: Baldwin, Grant, Lucic, Johnson, Thomas

QUINTETTO VALENCIA: Vives, Prepelic, Kalinic, Pradilla, Dubljevic

Trinchieri ripropone Sasha Grant in quintetto, in marcatura stretta sul temutissimo fromboliere sloveno Klemen Prepelic. Protagonisti nel primi minuti sono JaJuan Johnson e Jaime Pradilla; poi anche Dubljevic e Prepelic si mettono al lavoro. Il Bayern reagisce con Vladimir Lucic e Malcolm Thomas, ma è di nuovo magistrale la tecnica di Boban Dubljevic in post basso (10-11). Johnson aiuta sul montenegrino e lo stoppa l’azione seguente, per poi segnare un altro canestro. 7 punti per l’ex Cantù e Pistoia, sostenuto da un Lucic sempre più trascinatore e dal tap-in di Jalen Reynolds. 8-0 di parziale bavarese e timeout Valencia, la cui reazione è affidata al vecchio leone, Fernando San Emeterio. Ai 5 punti del basco risponde Paul Zipser dall’angolo, poi Martin Hermannsson trova gli ultimi 2 punti del primo quarto, che si conclude 21-18 per i padroni di casa.

Ad inizio secondo quarto, meglio il Valencia con Labeyrie e Hermannsson. Allora Trinchieri si affida nuovamente a un JJ Johnson ispiratissimo: a metà secondo quarto, già 13 punti e 5 rimbalzi per l’ala forte del Bayern! Neanche l’attesissimo ex di serata Derrick Williams riesce a disinnescarlo, ma in compenso trova la tabellata da 3 punti. Triple anche per Nick Weiler-Babb e Guillem Vives, continuo il botta e risposta tra le due compagini (31-30). Il Bayern regge soprattutto grazie all’aggressività a rimbalzo in attacco, ma è il Valencia a chiudere avanti grazie a un mini-break propiziato da Prepelic. 37-39 il punteggio all’intervallo.
Coach Trinchieri, intervistato a metà gara, si dice non soddisfatto della difesa dei suoi e della transizione offensiva, troppo pigra a suo giudizio.

Klemen Prepelic Valencia Lucic Bayern
Klemen Prepelic, protagonista nel finale del primo tempo per gli ospiti

La ripresa si apre con Vladimir Lucic al comando delle operazioni: 5 punti dell’ala del Bayern impattano la partita sul 42 pari. JaJuan Johnson riprende a segnare in jumper, Dubljevic in semigancio; che sia di mano destra o di mancina, ammaliante la sensibilità dei polpastrelli del montenegrino. Pazzesco circus shot di Prepelic, che trova canestro e quarto fallo di un Wade Baldwin totalmente fuori dal match. Canestro facile, invece, di Kalinic e Trinchieri deve fermare la partita (46-51). La reazione del Bayern è veemente: triple di Weiler-Babb e Zipser, quest’ultima con libero supplementare. 2+1 di Reynolds, schiacciata di Zipser che poi segna un’altra bomba. Travolgente parziale Bayern, un 15-4 nato da difesa arcigna e transition offense, esattamente quello che chiedeva coach Trinchieri. Valencia tuttavia rimane in scia aggrappandosi al bonus e a qualche regalo avversario: 62-60 a 10′ dal termine.

Nikola Kalinic e Malcolm Thomas mettono 4 punti a testa al principio dell’ultima frazione. Alla tripla di Lucic risponde Prepelic, nel duello balistico tutto balcanico. Derrick Williams mette 3 punti replicando alla bomba di Zan Sisko, partita davvero combattutissima. Dubljevic la rende ancora più equilibrata, 74 pari. Vives attacca bene il canestro dopo il tiro dalla media distanza di Sisko. Il Bayern continua a cercare Zipser, scatenato dai 6,75 m! Bravo Reynolds a scaricare la palla fuori con continuità al compagno. Prepelic fa 2/2 in lunetta, ma ancora Sisko si erge a protagonista dopo 3/4 di partita anonimi.
A 2 minuti dalla fine del match, la spallata decisiva la dà il solito, monumentale Vladimir Lucic. Schiacciata in contropiede dopo aver recuperato palla e tripla del +8 che chiude virtualmente la contesa. Senza contare le solite, perfette azioni nella metà campo difensiva.

Finisce 90-79, il Bayern è secondo in classifica in solitaria! Decisive le due fiammate nel secondo tempo: 15-4 di parziale nel terzo quarto e 16-5 negli ultimi minuti del quarto periodo. Le alte percentuali dall’arco hanno indubbiamente favorito Lucic e compagni – 52% per i padroni di casa, appena il 25% per gli ospiti.
Continua dunque il periodo psicofisico formidabile della squadra di coach Trinchieri, che nel post partita ha fatto i complimenti a tutti i suoi giocatori, senza soffermarsi sui singoli.

BAYERN MONACO – VALENCIA BASKET  90-79  (21-18; 37-39; 62-60)

PARZIALI: 21-18; 16-21; 25-21; 28-19.

TABELLINO BAYERN: Weiler-Babb 6, Baldwin 3, Bray, Reynolds 5, Thomas 12, Lucic 22, Flaccadori, Zipser 20, Johnson 17, Sisko 6, Radosevic, Grant. Coach: Andrea Trinchieri

TABELLINO VALENCIA: Prepelic 18, Pradilla 4, Puerto, Labeyrie 8, Van Rossom, Kalinic 10, Dubljevic 12, Vives 7, San Emeterio 7, Williams 9, Hermannsson 4, Ximenez NE. Coach: Jaume Ponsarnau

MVP BASKETINSIDE: Vladimir Lucic. Altra prestazione da leader dell’ala serba del Bayern. Lui che a Valencia spese 3 ottime stagioni, a cavallo tra il 2013 e il 2016, oggi ha fatto valere la legge dell’ex senza alcuna pietà. 22 punti (6/8 dal campo, 7/7 in lunetta), 7 rimbalzi, 8 falli subiti, 2 assist, 2 recuperi, 0 palle perse in 30 minuti. 35 di valutazione. Fa tutto, e lo fa divinamente bene. In perfetto stile slavo: non in maniera spettacolosa, ma tremendamente efficace. Sarà lui molto probabilmente l’MVP della settimana.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy