EuroLega, 8ª giornata: Non c’è storia al Palau, il Barca annienta il Fenerbahce

Catalani in vantaggio dal primo all’ultimo, dominano una partita mai in discussione e confermano il primo posto in classifica

di Francesco Iorio

 

Barcelona e Fenerbahce in campo al Palau per l’ottava giornata di campionato. Test importante soprattutto per le gerarchie di una classifica che vede un Barca al primo posto e reduce da 5 successi in fila. Sulla sua strada un Fenerbahce orfano di Nando De Colo, out nell’ultima sfida di EuroLega, vittoria contro il Khimki. Partita che si prospetta tosta soprattutto difensivamente, da capire però quanto peserà l’assenza del proprio play per il Fener.

Quintetti iniziali

Barcelona: Nick Calathes, Cory Higgins, Alex Abrines, Nikola Mirotic, Pierre Oriola

Fenerbahce: Lorenzo Brown; Edgaras Ulanovas; Leon Westermann; Jan Vesely

Primo periodo all’insegna di ritmi altissimi e tanti tiri aperti costruiti da ambo le parti, realizzati però con più costanza da un Barcelona solido anche in fase difensiva. Il pick & roll tra Calathes e il pivot -prima Oriola poi Davies- produce tanto gioco, spesso completato da un’uscita dai blocchi mal difesa dagli ospiti, viste le percentuali stellari dei Blaugrana dall’arco (7 su 10). Gli assalti al ferro e le triple di Alex Abrines e i canestri di Mirotic firmano 21 dei 28 punti realizzati dal Barca nel primo periodo di gioco. Un Fener che paga le troppe palle perse (10) e una bassa percentuale al tiro, scaturita però da una difesa super aggressiva imposta da Jasikevicius, che prevede raddoppi sia sui P&R sia sul post basso, chiude da rotazione difensive d’élite. Il punteggio dei primi 10 minuti è di di 28 a 17, con Vesely che realizza a fil di sirena l’ultimo canestro che fa arrabbiare e non poco l’ex coach Zalgiris, arrivato su un pasticcio dalla rimessa.

Non cambia la musica nel secondo quarto, le cose si mettono male per i Turchi che si vedono travolti da un’ondata blaugrana con un parziale da 14 a 3 nei primi 5 minuti, aperto da un buon Rolands Smits e chiuso dai liberi di Mirotic. Prova a smuovere i suoi Lorenzo Brown con 6 punti consecutivi, ma fermare il Barca stasera è un’impresa al dir poco impossibile: tripla di Calathes, caneatro dal post di Mirotic e un triangolo straordinario sull’asse dei due appena citati chiuso da Smits che deve solamente appoggiare per andare negli spogliatoi sul sonoro punteggio di 51 a 29.

GettyImages

Piove sul bagnato in casa Fener, entra in partita nel terzo periodo anche Cory Higgins, che manda a bersaglio 7 punti in fila. Segue poi il canestro di Smits, che tocca quota 16 punti e firma il suo Career High in Eurolega. Gioca sul velluto la formazione catalana, la formazione di Kokoskov sembra impotente nei confronti di un Barcelona al dir poco stellare. Parziale da 18 a 9 e punteggio fissato sul 69 a 38.

Quarto periodo che serve solo per completare le statistiche, Kyle Kuric ne segna 20 con 6 triple aumentando ulteriormente le percentuali strepitose dei suoi portando a 22 il bottino personale. Partita che si chiude sul punteggio di 97 a 55.

Poco da dire su una partita che più di una gara è sembrata una vera e propria passeggiata di salute per il Barca. Al Fenerbahce è sicuramente pesata più del dovuto l’assenza di De Colo.

Tabellini 

Barcelona: Kuric 25, Smits 20, Mirotic 16, Abrines 12, Higgins 11, Calathes 5, Davies 4, Hanga 2, Martinez 2

Fenerbahce: Brown 10, Westermann 9, Eddie 7, Barthel 7, Vesely 6, Duverioglu 4, Pierre 4, Biberovic 3, Mahmutoglu 3, Muhammed 2

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy