EuroLega, 8ª giornata: Olympiacos, rimonta vincente. Sconfitta per l’Alba Berlino

Partita difficile nei primi due quarti per l’Olympiacos che è subito costretta ad inseguire e che trova continuità offensiva solo nel terzo periodo. L’Alba Berlino si spegne troppo presto e non riesce a tenere fisicamente, subendo la rimonta dei padroni di casa.

di Gaetano Cantarero

L’EuroLega mette di fronte Olympiacos e Alba Berlino nell’ottavo turno, con la sfida che si gioca al Pireo e vede i padroni di casa alla ricerca di una conferma dopo un inizio altalenante con quattro vittorie e tre sconfitte. Dall’altra parte in Grecia arriva un Alba che, tra partite rinviate e tante sconfitte, ha finora totalizzato una sola vittoria, peraltro in trasferta sul parquet del CSKA Mosca.

Quintetto Olympiacos: Jenkins, Sloukas, Jean-Charles, Papanikolaou, Martin

Quintetto Alba Berlino: Eriksson, Gtanger, Sikma, Lammers, Fontecchio

OLYMPIACOS 75 – 71 ALBA BERLINO (10-22; 24-35; 51-44)

Primo quarto complicato per i padroni di casa che faticano ad entrare in partita e nei primi cinque minuti non riescono a muovere la retina, permettendo all’Alba di andare avanti 0-7, in un break lungo e poco fruttuoso rispetto alle difficoltà di inizio gara dell’Olympiacos. La prima scossa ai greci viene dalle mani di Papanikolaou che al 5′, dall’arco, realizza il primo canestro del match per i biancorossi. La reazione, però, stenta e i tedeschi continuano a controllare un buon vantaggio, andando a segno con Lo e Thiemann per il 5-15. Vezenkov e McKissic riescono a mettere una pezza al primo quarto dell’Olympiacos, ma i tedeschi tengono un buon ritmo offensivo e chiudono avanti di 12, 10-22, i primi dieci minuti di gara.

La partita ha ritmi alti ma scarsa precisione al tiro, nei primi due minuti sono sette i possessi, complessivi tra le due squadre, in cui non viene realizzato neanche un canestro, con Octavius Ellis che sblocca il punteggio al 13′. Negli ospiti si iscrive al tabellino anche Simone Fontecchio con un canestro e un assist a cui segue la marcatura di Lammers che vale il +14, 16-30, per l’Alba Berlino a metà secondo quarto. Nei padroni di casa ci prova prima Charalampopoulos e poi Printezis, ma l’attacco dell’Oly non ha continuità e il distacco rimane praticamente invariato fino alla fine del primo tempo, con le squadre che tornano negli spogliatoi sul 24-35.

Al rientro dalla pausa lunga l’Alba Berlino è in bambola, offensivamente spara a salve e realizza un solo canestro in oltre cinque minuti di gioco, firmato Fontecchio. I padroni di casa ne approfittano, si accendono McKissic e, soprattutto, Jean-Charles, con il distacco che si riduce e arriva a -2, 35-37. Torna a segnare la squadra tedesca con Sikma ma l’Olympiacos e in fiducia e resta attaccata agli avversari fino a compiere il primo sorpasso della gara, con il 45-44 realizzato da Jean-Charles. Il terzo periodo si chiude con appena nove punti realizzati dall’Alba Berlino e i greci avanti di 6.

Getty Images

I tedeschi si presentano agli ultimi dieci minuti di gioco con la consapevolezza di dover tornare a giocare con i ritmi del primo tempo per provare a raddrizzare la partita. Ci provano con Fontecchio e Lammers prima e con Granger poi, riuscendo a risalire fino al -1, 53-52, al minuto 32. L’Olympiacos, però, trova due giochi da tre punti con il solito Jean-Charles e con Sloukas, riaprendo un break che si consolida grazie a Vezenkov e McKissic. L’Alba Berlino sembra fuori dalla partita e mette a segno un unico canestro in oltre tre minuti di gioco, ritrovandosi sotto di 12 a quattro minuti dalla fine. Thiemann non ci sta, prova a tenere i suoi in partita ma l’Olympiacos mantiene il vantaggio e chiude il match sul 75-71.

Tabellino

Olympiacos: Charalampopoulos 4, Larentzakis, Spanoulis 6, Sloukas 9, Martin 2, Vezenkov 11, Printezis 4, Papanikolaou 8, Jean-Charles 13, Jenkins, Ellis 4, McKissic 14

Alba Berlino: Lo 10, Giffey 13, Delow, Eriksson 8, Mattisseck 3, Schneider, Fontecchio 8, Thiemann 10, Granger 7, Sikma 4, Lammers 8

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy