EuroLega, 9ª giornata: Valencia sfiora ‘quota 100’ e batte Panathinaikos

I valenciani si impongono alla lunga grazie alla maggiore precisione dai tre punti e ad uno scatenato Kremen Prepelic, autore di ben diciotto punti e sei assist. Sul fronte greco l’ultimo a mollare a Shelvin Mack.

di Andrea Cignarale

Serve una vittoria oggi al Panathinaikos contro Valencia per rientrare in corsa nella lotta play-off: i greci di Vovoras devono espugnare La Fonteta e sconfiggere Valencia, reduce dal K.O. contro il Bayer patito quattro giorni fa. Coach Ponsarnau si affida al genio di Prepelic, mentre il collega Vovoras lascia in panchina Shelvin Mack e l’ex di turno Nedovic.

Partita sostanzialmente equilibrata nel primo parziale, con le due squadre che rispondono colpo su colpo e si confrontano a viso aperto sul parquet. Apre la contesa la tripla di White, a cui rispondono in rapida successione Kalinic e Prepelic, quest’ultimo mattatore dell’incontro sin dalle primissime battute. Nelle fila greche molto ispirato Papapetrou, autore di sette punti che trascinano Panathinaikos sul 19-21: il team di Vovoras, però, non fa i conti con la tripla di San Emeterio che fissa il punteggio sul 22-21 per i valenciani. Nel secondo quarto la musica non cambia e regna ancora l’equilibrio tra greci e spagnoli: Valencia tenta l’allungo con i due tiri liberi di Hermannsson e con il canestro di Tobey, toccando il massimo vantaggio di +5. Immediata la reazione dei biancoverdi che si affidano alle giocate di Mitoglu sotto canestro, ad una tripla di Mack e alla preziosa finalizzazione di White per tentare il ribaltone. Intenzioni subito ridimensionate da Williams prima e da San Emeterio che sale in cattedra e mette a segno 8 punti. Greci sempre in partita, grazie alla bravura del solito Mitoglu che tiene vivo l’attacco biancoverde. Nel finale è Prepelic a schiodare il parziale dalla parità, con cinque punti che sembrano indirizzare il match in favore di Valencia, avanti 45-41.
Rinvigorite dall’intervallo lungo, le due squadre offrono uno spettacolo ben più divertente nel terzo quarto, andando ripetutamente a canestro e dispensando giocate di ottima fattura. Si rivede finalmente a canestro Papagianis, con il team di Atene che riesce a tallonare i padroni di casa soprattutto con i tiri da 3 di Mack e Bochoridis, costretto poco dopo ad abbandonare il campo per aver cumulato i cinque falli. Il primo strappo avviene sul 55-54 per Valencia, con Dubjievic che realizza una tripla da distanza siderale, mentre il compagno Kalinic porta i suoi sul +6. Atene reagisce e ancora una volta prova ad aggrapparsi alla partita per i capelli sfruttando l’ingresso di Nedovic e le sortite di Mack. Aancora una volta al fotofinish, stavolta è Hermannsson a sorprendere la difesa greca e ricacciare Panathinaikos sul -4.
Gli ultimi dieci minuti sono un monologo valenciano, complice il vistoso calo fisico del quintetto greco. Sorprende l’islandese Hermannsson che sigla la tripla spartiacque del match sul 74-70, con Williams e Dubljevic che allungano addirittura sul +11. Gli ateniesi non hanno più la forza di ricucire lo strappo e devono arrendersi alle triple di Williams e Tobey e alla giocata da tre punti di uno scatenato Hermannsson.  Finisce 95-83.

VALENCIA BASKET – PANATHINAIKOS ATHENS 95-83

MVP BasketInside:

VALENCIA BASKET: Prepelic 18, Vives 5, Dubljevic 9, Kalinic 4, Labeyrie 8, Pradilla, Puerto 2, Tobey 11, San Emetrio 11, Williams 14, Hermannsson 13, Jimenez. All. Ponsarnau

PANATHINAIKOS ATHENS: Papagiannis 8, Papapetrou 11, Foster 6, White 9, Sant-Roos 11, Bochoridis 3 , Auguste, Mack 15, Kaselakis, Mitoglou 11, Bentil 4, Nedovic 5. All. Vovoras

Ottima prova di San Emeterio

 

Clicca qui per leggere i recap di EuroLega.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy