EuroLega, 9ª giornata: il Real Madrid è devastante! Il Khimki è asfaltato

Grande prestazione del Real Madrid che demolisce un Khimki mai in partita.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Il Real cerca conferme, dopo un super clásico, vinto nettamente. Il Khimki arriva con il morale grazie alla vittoria sull’Olimpia Milano. Sfida molto interessante, con due attacchi che adorano correre a mille all’ora.

QUINTETTO REAL MADRID: Campazzo, Taylor, Deck, Randolph, Tavares.

QUINTETTO KHIMKI: Jovic, Shved, Gill, Evans, Booker.

PRIMO QUARTO:

Primo quarto molto gradevole e con gli attacchi che prevalgono sulle difese sin da subito. La premiata ditta Campazzo-Randolph è dominante per il Madrid. I blancos cercano di correre e giocare a ritmi alti, ma il Khimki non disprezza questo tipo di gioco, anzi lo apprezza molto. Shved e Evans si intendono a memoria, come spesso dimostrato in questa stagione. Il campione russo segna 9 punti (con 1 su 4 da 3 punti) e Jeremy Evans ne aggiunge 7 con 4 rimbalzi. Campazzo permette al Madrid di chiudere in vantaggio 31-25 al termine del primo quarto.

SECONDO QUARTO:

É un dominio totale da parte di Anthony Randolph. L’ex Warriors segna 16 punti in 11 minuti, letteralmente unstoppable per la difesa del Khimki. Primo accenno di fuga per un Madrid che attacca e aumenta i giri in difesa. Il Khimki accusa il colpo e traballa pericolosamente. Non solo i russi non riescono a reagire, ma vanno vicini al KO definitivo con 20 minuti da giocare. Il Real Madrid è una macchina paurosa, con un attacco che sfiora i limiti della perfezione. Il Real Madrid va al riposo lungo sul +23 grazie ad un impressionante primo tempo da 65 punti segnati.

TERZO QUARTO:

Al rientro in campo, il copione non cambia. Il Real Madrid è una macchina che ha ingranato la sesta e non accenna a fermarsi. Il Khimki non riesce a reagire ed è letteralmente travolto dalla furia dei blancos. Tutti giocano bene, tutti segnano ed è un Real Madrid da favola. Non c’è partita, Shved e compagni mollano con ancora molti minuti da giocare. Il Real Madrid tocca quota 92 punti al termine del terzo quarto, impressionante.

ULTIMO QUARTO: 

Poco, veramente poco da commentare in un quarto in cui si entra con il +36 per i padroni di casa. Si allungano le rotazioni, gioca anche chi ha visto meno il campo. Gli ultimi 10 minuti sono praticamente garbage time, con il Khimki che non vede l’ora di terminare questo massacro e con il Real Madrid che si diverte e fa divertire il pubblico della WiZink Arena.

 

REAL MADRID – KHIMKI  104-76 (31-25, 34-17, 27-14, 12-20)

 

MVP BasketInside – Anthony Randolph. Devastante nel primo tempo, una vera e propria furia. Difficile però scegliere un migliore in un Real Madrid così perfetto. Gli uomini di Pablo Laso se giocano così, sono difficilmente battibili da chiunque in questa EuroLega.

 

Real Madrid: Randolph 19, Fernandez 3, Campazzo 15, Laprovittola, Deck 9, Garuba, Carroll 13, Tavares 15, Llull 6, Mickey 13, Thompkins 9, Taylor 2. All: Laso

Khimki: Shved 12, Kramer 14, Booker 7, Karasev, Zaytsev 6, Jerebko 4, Monia 3, Gill 12, Jovic 5, Valiev, Evans 10, Bertans 3. All: Kurtinaits.

 

PROGRESSIVI: 31-25, 65-42, 92-56

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy