EuroLega, 9ª giornata: Si scrive Olimpia Milano, si legge perfezione. Asfaltato il Fenerbahçe ad Istanbul!

0
Olimpia Milano
EuroLeague.net

Big Match di giornata in EuroLega quello tra Fenerbahçe Beko Istanbul e Olimpia Milano. Due squadre in grande forma, che cercano una vittoria che le spingerebbero altissimo in classifica e soprattutto una partita che significa tantissimo per i due ex che tanto bene hanno fatto qua alla Ulker Arena di Istanbul, ovvero Nicolò Melli e Gigi Datome.

QUINTETTO FENERBAHÇE BEKO ISTANBUL: Shayok, Henry, Guduric, Vesely, Booker.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Hall, Shields, Datome, Melli, Hines.

Parte benissimo l’Olimpia, tostissima in difesa e con la giusta pazienza in attacco. Gigi Datome è super in questo inizio e punisce ogni minimo errore difensivo del Fenerbahçe. Dopo 4 minuti, è 7-0 per la squadra di Ettore Messina. Continua la crisi offensiva del Fener, con 1 solo punto segnati in 8 minuti di gioco, frutto di un 1 su 4 di Jan Vesely ai tiri liberi. Clinic difensivo della squadra milanese, ai limiti della perfezione in questo primo quarto ad Istanbul. In attacco continua a macinare gioco l’Olimpia, con uno Shavon Shields super nel finale. Punteggio incredibile alla Ulker Arena dopo 10, 22-3 in favore della squadra milanese, perfetta sin qui.

Difficoltà assoluta per i turchi, che non riescono a vedere mai il canestro e non segnano praticamente mai. Coach Djordjevic cerca risorse dalla panchina, con Hazer e Duverioglu in campo dopo essere sprofondati anche a -25. Djordjevic ha finalmente qualcosa in più dai suoi uomini che si sbloccano e cominciano a segnare per la prima volta in partita, bloccando l’emorragia e trovando finalmente qualche punto da mettere nel tabellino. Messina chiama timeout, evitando cali di concentrazione, ancora sul +21 per l’Olimpia. Il Fener recupera qualche punto, più con la forza che con il gioco, ma questa Olimpia è tostissima e concentrata come non mai. Buono anche l’impatto di Jerian Grant, utile in difesa e autore del canestro che vale il +17 sulla sirena dell’intervallo.

Al rientro in campo, Olimpia Milano più calma e meno concentrata? Assolutamente no. L’Olimpia continua a tenere il pedale dell’acceleratore premuto al massimo e ritocca il massimo vantaggio, sul +27. Piovono triple per gli ospiti, che ha il massimo da praticamente chiunque tocchi piede in campo. Benissimo Gigi Datome, Devon Hall, Dinos Mitoglou, ma veramente tutti hanno avuto un super impatto in questa serata sin qui. Coach Djordjevic le prova tutte, ma i suoi hanno già alzato bandiera bianca. L’ennesimo timeout chiamato dall’ex Coach Virtus è sul -33 a pochi minuti dal termine della terza frazione.

Unica nota positiva per il Fener, il buon impatto dalla panchina di Hazer che cerca minuti e spazio in questo Fenerbahçe dopo la buonissima stagione al Besiktas lo scorso anno. Per il resto, il Fenerbahçe aspetta solo il termine della partita mentre l’Olimpia gioca concentratissima come fosse al primo possesso di gara sulle ali di un super Melli, eccezionale in questa serata da grande ex. Nervosismo per il Fener, con Achille Polonara colpito da tecnico e evidentemente frustrato, come tutta la squadra turca. Il finale è un punteggio esagerato ma nettamente meritato per l’Olimpia,

FENERBAHÇE BEKO ISTANBULOLIMPIA MILANO 43-68 (3-22, 17-15, 9-25, 14-6)

MVP BasketInside: Nicolò Melli.

FENERBAHÇE BEKO ISTANBUL: Hazer 9, Shayok, Mahmutoglu, Biberovic, De Colo 2, Henry 12, Pierre, Guduric 3, Vesely 9, Booker 2, Polonara 2, Duverioglu 4. All: Sasha Djordjevic.

OLIMPIA MILANO: Melli 6, Grant 6, Rodriguez 3, Tarczewski 2, Ricci 5, Biligha, Hall 9, Mitoglou 9, Daniels, Shields 13, Hines 4, Datome 11. All: Ettore Messina.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here