EuroLega, 9ª giornata: Valencia, successo al fotofinish. Sconfitto lo Zenit

Partita equilibratissima a Valencia con i padroni di casa che riescono a strappare la vittoria nel finale dopo essere stati per molto tempo sotto nel punteggio. Decisivo Abalde, negli ospiti non basta un’ottima prestazione di Renfroe.

di Gaetano Cantarero

Quintetto Valencia: Vives, San Emeterio, Ndour, Marinkovic, Dubljevic

Quintetto Zenit: Pushkov, Ponkrashov, Hollis, Ayon, Albicy

PRIMO PERIODO: Inizio molto timido del match con le due squadre che realizzano appena tre punti per parte nella prima metà del quarto di apertura. I canestri arrivano nella seconda parte, con Dubljevic che guida l’attacco dei padroni di casa e i cinque punti di Tobey provano a dare il primo strappo alla gara, con il Valencia che si spinge fino al +6, 15-9 al 9′. Nell’ultimo minuto, però, lo Zenit entra forte in partita, realizza sette punti consecutivi e chiude in vantaggio il primo quarto, 15-16.

SECONDO PERIODO: Le squadre ricominciano a giocare a buon ritmo, lo Zenit prova a resistere con il minimo vantaggio, anche grazie a Trushkin, mentre nei padroni di casa è Loyd a guidare la fase offensiva nella prima parte del secondo quarto. Gli attacchi tornano a latitare, al 17′ Loyd impatta il match a quota 29 e Ndour riesce addirittura a riportare avanti il Valencia. Ma anche in questo caso il finale di periodo è sanguinoso per i ragazzi di Ponsarnau che subiscono un paziale di 9-4, con Abromaitis e Thomas in grande spolvero per lo Zenit, e le squadre tornano negli spogliatori sul 33-38.

TERZO PERIODO: Al rientro dalla pausa lunga Ponkrashov e Hollins provano a forzare la gara, ma due canestri consecutivi di Ndour riportano il Valencia fino al -5. La fase centrale del quarto segna il controllo da parte dello Zenit che riesce a rispondere colpo su colpo ai canestri di Dubljevic e San Emeterio, al 26′ è 44-54 in favore dei russi. Nei padroni di casa Loyd è il più in palla e, con il canestro di San Emeterio, Valencia riesce a rientrare fino al -3. La tripla di Abromaitis e la marcatura di Tobey chiudono il quarto, con il 57-63 con cui si arriva a dieci minuti dalla fine.

QUARTO PERIODO: Nell’ultimo quarto i padroni di casa tentano il tutto per tutto, forzano in attacco e riescono a trovare la via del canestro con Tobey e Laberyie. Lo Zenit si affida alle marcature di Renfroe per rimanere davanti, ma il Valencia sembra trasformato e il sorpasso arriva sul 74-71 con a tribla di Abalde al 35′. Gli ospiti sembrano aver subito il colpo, ma arriva la reazione firmata ancora Renfroe, a tre minuti dalla fine il tabellone recita 80-78 per i ragazzi di Ponsarnau. La gara sembra essere indirizzata verso la Spagna, ma il solito Renfroe ha altre idee e riesce a riportare avanti gli ospiti sul +1 ad un minuto dalla fine. Valencia riesce a ritrovare il pieno possesso di vantaggio, sul 89-86 e il valzer dei liberi regala il successo ai padroni di casa.

VALENCIA – ZENIT 94-90 (15-16; 33-38; 57-63)

TABELLINO VALENCIA: Colom, Marinkovic, Loyd, Ndour, Abalde, Labeyrie, Tobey, Motum, Dubljevic, Vives, San Emeterio, Doornekamp. Allenatore: Jaume Ponsarnau

TABELLINO BAYERN: Iverson, Albicy, Ponkrashov, Hollins, Thomas, Balashov, Renfroe, Khvostov, Pushkov, Trushkin, Abromaitis, Ayon. Allenatore: Joan Plaza

PARZIALI: 15-16; 18-22; 24-25; 37-27

MVP BASKETINSIDE: Alberto Abalde

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy