EuroLega: Crvena Zvezda dominante contro il CSKA

0
Simonovic al tiro contro Kurbanov, fonte Euroleague

Crvena Zvezda – CSKA Mosca 78 – 67 (27-14; 21-20; 16-22; 14-11)

Arbitri: Garcia Gonzalez (Spagna), Magulkoc (Turchia), Romano (Israele)

Crvena Zvezda: Wolters 9, Dangubic 7, Mitrovic 2, Lazic 2, Dobric, Simonovic 14, Rakicevic, Jenkins 11, Guduric 9, Jovic 6, Kuzmic 16, Bjelica 2. All. Radonjic

CSKA Mosca: De Colo 6, Teodosic 6, Augustine 3, Fridzon 2, Jacskon 10, Antonov 2, Vorontsevich 21, Higgins, Kulagin, Khryapa, Krubanov 8, Hines 9. All. Itoudis

Quintetti
Crvena Zvezda: Dangubic, Mitrovic, Jenkins, Jovic, Kuzmic.
CSKA: De Colo, Augustine, Fridzon, Jackson, Khryapa.
Il Crvena Zvezda domina un CSKA stordito e mai in partita che accusa la partenza bruciante degli avversari e non trova la giusta chiave di lettura contro un’ottima difesa dei padroni di casa, bravi a non perdere mai la testa trovando buone soluzioni anche in fase offensiva. Il rientro di De Colo non ha aiutato i russi, il giocatore avrà modo di tornare in piena forma nella fase di ritorno.
Alla partenza il CSKA non c’è, forse annichilito dal tifo della Kombank Arena, il Crvena Zvezda non resta a guardare e piazza un pesantissimo break di 13 a 0. I russi non riescono ad esprimersi al meglio offensivamente, merito soprattutto della difesa avversaria, e vanno a canestro per la prima volta dopo quasi 5 minuti di gioco, con il solito Teodosic dalla linea dei 6 e 75. Il CSKA prova a riprendere fiato ma la Stella Rossa tocca le 14 lunghezze di vantaggio con la bomba di Simonovic e chiude la prima frazione avanti 27 a 14.
Nel secondo periodo i giocatori di Itoudis migliorano la circolazione di palla, merito soprattutto di un leggero calo difensivo dei padroni di casa. Kurbanov inchioda la bimane e Teodosic va ancora a segno dalla massima distanza e il CSKA torna a -4. Per gran parte del tempo si gioca in equilibrio ma prima della pausa lunga è ancora il Crvena Zvezda ad imporre il proprio gioco, guidati da Kuzmic e Jenkins gli uomini di Radonjic riallungano e vanno al riposo avanti 48 a 34.
Alla ripresa delle ostilità il CSKA riapre il match con Vorontsevich che prende per mano i suoi, sigla tre triple e 11 punti, gli avversari provano a tenere e Hines riporta i suoi a -6 grazie a un gioco da 3 punti. La frazione si gioca ad alti ritmi e prevale l’equilibrio, Guduric fissa il punteggio sul 64 a 56 a fine terzo periodo.
Negli ultimi dieci minuti il CSKA ci prova ancora ma al break dei russi il Crvena Zvezda risponde puntualmente in contro break e Simonovic piazza il gioco da 3 punti che riporta i padroni di casa sul +14 mettendo di fatto il sigillo sulla gara, finisce 78 a 67 per il Crvena Zvezda.