EuroLega: Crvena Zvezda impeccabile a Vitoria, sesto successo consecutivo

Gli uomini di Radonjic giocano una partita di grande intensità e ottengono il sesto successo consecutivo contro un Vitoria che è sembrato inerme

di Alessandro Mercanti

Baskonia Vitoria –  Crvena Zvezda 69 – 87 (15-25; 12-25; 22-20; 20-17)

Arbitri: Lamonica (Italia), Latisevs (Lettonia), Larunavicius (Lituania)

Baskonia: Larkin 16, Bargnani 2, Voigtmann 5, Hanga 7, Sedekerskis 3, Beaubois 9, Blazic 5, Diop 2, Tillie 12, Laprovittola 6, Budinger 2, Luz. All. Alonso

Crvena Zvezda: Wolters 9, Thompson 4, Mitrovic 4, Lazic 5, Dobric, Simonovic 23, Rakicevic, Jenkins 5, Guduric 2, Jovic 18, Kuzmic 11, Bjelica 6. All. Radonjic

Quintetti
Baskonia: Larkin, Bargnani, Voigtmann, Hanga, Blazic.
Crvena Zvezda: Mitrovic, Simonovic, Jenkins, Jovic, Kuzmic.

Sesto successo consecutivo per il Crvena Zvezda che espugna Vitoria mettendo in campo un’intensità agonistica incredibile, soprattutto nella prima parte di gara, e ricambia il favore al Baskonia ribaltando ampiamente la sconfitta dell’andata. Altro pericoloso sbandamento per la squadra di Sito Alonso che dopo diversi alti e bassi sta tendendo, in questa parte importante della stagione, più verso i bassi e subisce ben 50 punti solamente nei primi due periodi.

Il Crvena Zvezda mette in chiaro sin da subito le proprie intenzioni e vola sul 8 a 2 dopo i primi 3’ di gioco. Il Baskonia prova a tener botta ma gli ospiti sono già caldi e Jovic piazza prima una bomba e poi va di nuovo a canestro per il temporaneo +9 che costringe coach Alonso al time out. Alla ripresa del gioco i padroni di casa tentennano un po’, risalgono a -4 guidati da Tillie ma il Crvena Zvezda tiene botta e Wolters segna sulla sirena del periodo, chiudendo la prima frazione sul 25 a 15 ospite.
La formazione di coach Radonjic continua a spingere sull’acceleratore, sale a +13, Larkin con una tripla in transizione prova a scuotere i suoi ma Wolters prima e Jenkins poi colpiscono dalla massima distanza costringendo Sito Alonso ad una altro time out, questa volta sul -16. La situazione in campo non cambia, Simonovic porta i suoi a +23 e il Baskonia non ha grandi idee in attacco di fronte alla difesa dei serbi. Thompson dall’altro lato ristabilisce le distanze andando a siglare i punti che chiudono la prima parte di gara sul 50 a 27 per la squadra ospite.

Alla ripresa del match i padroni di casa difendono meglio ma questo contribuisce solamente a rallentare l’attacco degli avversari che continuano a fare forza sulla propria difesa per mantenere ampio il gap, che intorno a metà frazione tocca il +28 grazie ad una fiammata da 5 punti consecutivi di Jovic. Vitoria riduce il divario sul finire della frazione con Laprovittola che infila la tripla del 49 a 70, e prosegue nella stessa direzione anche ad inizio quarto periodo.
Larkin non molla, accorcia e serve Voigtmann per il -12 e il Baskonia ci crede. Il sogno però dura poco poiché la coppia Jovic-Simonovic decide di tornare a giocare e il Crvena Zvezda tutto a difendere. In un attimo è di nuovo +20 e questa volta la gara è chiusa veramente, sempre che vi fossero dubbi. Il finale è mera statistica e il Crvena Zvezda espugna Vitoria con il punteggio di 69 a 87.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy