EuroLega: De Colo extraterrestre, il Maccabi cade a Mosca

Il play francese mette a segno il record stagionale di punti e regala la vittoria al CSKA. Gli israeliani, rivoluzionati nel roster salutano definitivamente i Playoffs

di Carlo Della Marianna

Chissà se su Trappist-1 – la stella la cui scoperta è stata annunciata dalla NASA pochi giorni fa – gli scienziati hanno osservato qualcosa che assomigli a Nando De Colo. Non lo sappiamo ancora, ma qui sulla Terra – o almeno in Europa – il buon Nando rimane ancora un pezzo unico: tra le mura amiche della MegaSport Arena, il francese chiude la gara a quota 29 punti, frutto del 7/10 da 2, 2/5 da 3 e del perfetto 9/9 ai liberi (95% in stagione in lunetta, altro dato spaziale). Il tutto senza forzare, strafare, quasi senza farsi notare: killer silenzioso, se ce n’è uno.

Il pronostico pendeva fortemente dalla parte dei russi, alla ricerca di continuità dopo un ultimo periodo di alti e bassi, contro un avversario che probabilmente sta già pensando alla prossima stagione, almeno sul parquet di EuroLega. Salutati Weems e Zirbes, e senza Miller (di nuovo ai box), Alexander (frattura ad una mano) e Goudelock (problema nel riscaldamento), il Maccabi riesce comunque ad evitare la possibile imbarcata: il primo quarto (26-14) interamente di marca rossoblu, con Hines a fare bottino di rimbalzi (10 a fine gara, 8 offensivi) e punti, lasciava presagire una gara a senso unico. Profezia smentita dal secondo parziale, nel quale il Maccabi attacca il ferro con più decisione e porta a casa 13 viaggi in lunetta, riportandosi a soli 6 punti dagli avversari alla pausa lunga (54-48).

Il ritmo cala al rientro dagli spogliatoi: entrambe le squadre sbagliano molto, sia in fase di impostazione che al tiro, e il CSKA conserva un rassicurante vantaggio grazie alle giocate del duo Teodosic-De Colo. Se lo spettacolo latita, lo stesso non si può dire dell’agonismo, con il funambolo Rudd a farne le spese in più di una circostanza. Il controllo dei rimbalzi garantisce tanti extrapossessi ai padroni di casa, che al 30′ si trovano ancora avanti 69-60. I rimbalzi continuano ad essere un fattore per il CSKA, ma il Maccabi trova la reazione con il giovane Segev (10 pt all’esordio stagionale in EL) che costringe Itoudis al timeout (73-66). E’ l’ultimo squillo degli ospiti: De Colo è una sentenza da ogni posizione e il gap torna in doppia cifra (84-72). Gli ultimi minuti servono solo a definire il punteggio finale, che premia i padroni di casa 93-81.

CSKA MOSCOW  93 – 81   MACCABI FOX TEL AVIV  (26-14, 28-34, 15-12, 24-21)

CSKA MOSCOW: De Colo 29, Teodosic 11, Augustine 9, Fridzon 7, Jackson 3, Antonov 2, Freeland, Vorontsevich, Higgins 5, Khryapa 3, Kurbanov 3, Hines 10.

MACCABI FOX TEL AVIV: Goudelock ne, Rudd 14, Seeley, Smith 11, Mekel 2, Pnini 5, Segev 10, Ohayon 8, Landesberg 19, Ben Harush ne, Iverson 12.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy