EuroLega Final Four – SF: Un folle terzo quarto da 27 a 2 trascina l’Olympiacos nella rimonta che vale la finale! Monaco KO

0
Kostas Papanikolaou

Prima semifinale della Final Four di EuroLega dove scendono in campo Olympiacos Pireo e AS Monaco. La dominatrice della stagione regolare contro una delle sorprese delle F4, con un Mike James pronto a recitare il ruolo di grande protagonista.

QUINTETTO OLYMPIACOS PIREO: Walkup, Canaan, Papanikolaou, Vezenkov, Fall.

QUINTETTO AS MONACO: James, Loyd, Ouattara, J.Brown, Motiejunas.

Partenza molto contratta per le due squadre, ma in particolare per l’Olympiacos. I greci sembrano accusare una pressione decisamente più alta rispetto agli avversari e il pallone fatica ad entrare nei primi minuti di gioco. I monegaschi approcciano meglio la partita e trovano tiri più puliti in un inizio tutt’altro che scoppiettante. L’Olympiacos prova a scuotersi con Isaiah Canaan e Kostas Papanikolaou ma di fronte c’è un Mike James che ha iniziato alla grande. 2 triple per l’ex Olimpia e un’ottima selezione di tiri che porta il Monaco al primo mini riposo sul +6.

La reazione dell’Olympiacos arriva ed è una scossa d’energia con Shaquielle McKissic grande protagonista, sotto la regia di un Kostas Sloukas indispensabile in questa serata per Coach Bartzokas e già in campo dopo pochi minuti a causa dei problemi di falli di Walkup. Monaco però non sta a guardare e piazza subito un altro parziale dopo che i greci avevano impattato il punteggio sul 22-22. Monaco, rispettando in pieno il suo piano partita, attacca benissimo distribuendo le responsabilità offensive tra Mike James, Elie Okobo e Jordan Loyd e in particolare è riuscita a non far entrare mai in partita i greci con una difesa di livello assoluto. I 3 liberi di Mike James, a quota 13 all’intervallo, segnano il +12 AS Monaco, massimo vantaggio.

Entra in campo con un piglio differente l’Olympiacos, comprensibilmente scosso all’intervallo da un Coach Bartzokas a dir poco scontento della prestazione dei suoi nel primo tempo. 8-0 il parziale della squadra del Pireo che sfrutta un Fall sotto canestro che fa male alla difesa monegasca. Timeout obbligatorio per Coach Obradovic che deve fermare la partita e l’inerzia che sta andando verso la squadra che ha vinto la Regular Season. Continua a macinare l’Olympiacos con il parziale che arriva a 14 a 0 con i primi due punti segnati dal Monaco a cura di Elie Okobo dopo ben 6 minuti di gioco. É un terzo magistrale, tra i migliori di sempre se non il migliore di sempre per l’Olympiacos. 27 punti segnati, 2 soli punti subiti (si avete letto bene, due!) e dal -12 al +13. Pazzesco.

Si spegne leggermente la marea Olympiacos che comunque ha un vantaggio in doppia cifra da gestire, di fronte ad un Monaco che ha assolutamente accusato il colpo. Un Mike James non pervenuto nel secondo tempo, come l’intero Monaco. Elie Okobo e Jordan Loyd provano a scuotere i monegaschi ma l’Olympiacos colpisce a ripetizione il pitturato del Monaco con Fall che è un vero e proprio problema per Coach Obradovic. Impressionante il secondo tempo dei greci che hanno tolto la tensione e il timore classico dei favoriti e hanno spazzato via un Monaco che aveva giocato benissimo i primi 20 minuti di questa semifinale della Final Four di EuroLega.

Olympiacos Pireo in finale, in attesa della vincente del clásico tra FC Barcelona e Real Madrid.

OLYMPIACOS PIREO – AS MONACO 76-62 (14-20, 15-21, 27-2, 20-19)

MVP BasketInside: K.Papanikolaou

OLYMPIACOS PIREO: Walkup, Canaan 7, Lountzis, Larentzakis 4, Fall 12, Sloukas 9, Vezenkov 19, Papanikolaou 15, Bolomboy 2, Peters, Black 3, McKissic 5.

AS MONACO: Brown 4, Okobo 17, Moneke 2, Loyd 11, Blossomgame, Makoundou, Diallo 2, Motiejunas 7, Ouattara, Strazel, Hall 2, James 17.