EuroLega, Final Four – SF: Vasilije Micic SULLA SIRENA! Anadolu Efes batte Olympiacos e vola in finale di EuroLega

0

Olympiacos e Anadolu Efes istanbul inaugurano le Final Four di Belgrado in un’atmosfera che dire infuocata è poco. Infatti 12 mila tifosi hanno seguito la squadra del Pireo dalla Grecia, in un clima eccezionale.

QUINTETTO OLYMPIACOS PIREAUS: Walkup, Dorsey, Papanikolaou, Vezenkov, Fall.

QUINTETTO ANADOLU EFES ISTANBUL: Larkin, Micic, Anderson, Moerman, Pleiss.

Partenza contratta per entrambe le squadre, con la pressione di un grande evento come le Final Four a farla da padrona in questo inizio. L’Olympiacos si “scioglie” prima dell’Efes mettendo il muso avanti nel punteggio trascinata dal duo Walkup-Fall, con 5 punti a testa. Ma questo Efes, citofonare Olimpia Milano per credere, non muore mai e non è assolutamente da sottovalutare. Shane Larkin si scuote ed entra in partita con 2 triple, ma sopratutto Bryant Dunston risponde ad un buonissimo Fall. Il parziale Efes è 13-2 ed è controsorpasso turco. L’Olympiacos ritrova subito la concentrazione con l’ingresso di Kostas Sloukas. Il veterano greco rimette in ritmo subito l’attacco dell’Olympiacos che con 5 punti nel finale di quarto di Papanikolaou, è di nuovo avanti di 3.

Il secondo quarto si apre come il precedente, con l’Olympiacos molto più concentrato e attivo rispetto all’Efes. Bene anche Hassan Martin, che con Fall in panchina non diminuisce l’impatto sotto canestro dei greci. L’Efes si aggrappa all’immenso talento di Shane Larkin, scatenato sin qui e già autore di 4 triple in meno di 14 minuti di gioco. L’ex giocatore del Baskonia è super ed è vitale per l’Efes, con un Vasilije Micic molto sottotono sin qui. Come nel primo quarto, riscossa Efes nel finale. Larkin show, ma c’è grande equilibrio in campo. +1 Olympiacos all’intervallo lungo.

Questa volta è l’Efes a partire più forte. Parziale di 9-2 per i turchi e primo vero tentativo fuga dei campioni in carica dopo essere stati praticamente sempre sotto nel punteggio, ora sul +6. Bombardamento dell’Efes in questo terzo quarto, in cui a momenti è stato devastante. Triple e rimbalzi d’attacco chiave di un quarto stellare per gli uomini di Ataman. Uomo in più dell’Efes, un pauroso Elijah Bryant. L’ex Maccabi segna 4 triple in un momento di trance agonistica incredibile ed è un colpo durissimo all’Olympiacos. Ma questa Final Four è iniziata come meglio non si poteva e nessuna delle due squadre intende minimamente mollare, con questa volta i greci protagonisti di una rimonta tutta cuore e grinta. La tripla sulla sirena di Dorsey segna il 63-66 in favore dei campioni in carica. Che partita!

Vera e propria battaglia su ogni pallone in questo ultimo quarto. Si segna meno, ci sono tanti contatti e tutti i protagonisti in campo sono consapevoli che ogni dettaglio può essere decisivo in questa semifinale. Molto bene Kostas Sloukas con 5 assist e nessuna palla persa, mentre nettamente migliore è il secondo tempo di Vasilije Micic a quota 12 punti, 5 rimbalzi e 8 assist a metà ultimo quarto. La palla pesa tantissimo e l’Olympiacos sbaglia alcuni tiri piazzati “comodi”, errori che ripaga subito dall’altra parte del campo con l’Efes bravissimo a conquistarsi punti dalla lunetta. La palla è stregata per l’Olympiacos, non sembra entrare più nel finale. Ma l’esperienza di Sloukas riporta tutto sul -2, con meno di un minuto da giocare. Finale al cardiopalma. Hassan Martin, su assist di Sloukas, segna il 74-74 con 19.5 da giocare, palla in mano Efes. Ma qui, l’MVP decide di vincerla da MVP. VASILIJE MICIC SULLA SIRENA DA 3 IN STEP BACK! EFES IN FINALE!

FINALE PAZZESCO e che giocata incredibile del campione serbo. Terza finale consecutiva per l’Anadolu Efes Istanbul, sempre più squadra simbolo degli ultimi anni europei.

OLYMPIACOS PIRAEUS – ANADOLU EFES ISTANBUL 74-77 (21-18, 22-24, 20-24, 11-11)

MVP BasketInside: Vasilije Micic

OLYMPIACOS PIRAEUS: Walkup 5, Acy, Dorsey 11, Larentzakis, Fall 7, Sloukas 11, Martin 11, Vezenkov 5, Printezis 1, Papanikolaou 10, Jean-Charles, McKissic 12.

ANADOLU EFES ISTANBUL: Larkin 21, Beaubois, Singleton 5, Bryant 16, Gazi, Moerman, Tuncer, Pleiss 8, Micic 15, Anderson, Petrusev, Dunston 12.