Eurolega, GIR. D: il Valencia cede al fotofinish all’Oly. TOP 16 sempre più lontane

di Matteo Airoldi, @MatteoAiroldi88

OLYMPIACOS PIREO 77 – 76 VALENCIA BASKET (26-21; 19-19; 9-20; 23-16)

Il Valencia lascia al Pireo due punti preziosi per un eventuale passaggio alle TOP 16 (che si fa sempre più lontano), e lo fa non senza rammarico, ancora una volta al fotofinish. Nel 77 a 76 finale, brilla la prestazione delll’ex varesino Bryant Dunston, autore di 14 punti e 6 rimbalzi per un complessivo 18 di valutazione finale. Ai valenciani non bastano i 16 a testa del trio Lucic-Dubljevic-Ribas. Soltanto 6 punti per il nuovo acquisto del Valencia Nedovic, autore di una prestazione non all’altezza del suo talento anche se con la scusante parziale di non essersi ancora inserito nel sistema orchestrato da Perasovic.

I padroni spingono sul pedale dell’acceleratore sin dalla palla a due sospinti da uno Spanoulis incontenibile che fa volare la transizione biancorossa: 10 punti in 10 minuti dell’esterno greco – ben assistito da Petway e Dunston – regalano il 21 – 16 ellenico al primo mini-break.

Nel secondo quarto sale in cattedra l’MVP della serata Dunston che nel pitturato spadroneggia sia a rimbalzo che in termini di fatturato di punti e fa toccare il +12 all’Olympiacos: 33-21. Pratica tutt’altro che in discesa perché Pau Ribas striglia i compagni dando il la alla rimonta ospite. E’ proprio un lay up del play nativo di Barcellona a mandare tutti negli spogliatoi per la pausa lunga con un -5 (45-40).

Il gioco riprende e Valencia continua a correre e, sfruttando il grande atletismo di Dubljevic che riesce a fronteggiare con successo lo strapotere di Dunston, piazza un parziale di 11-1 che ribalta completamente l’inerzia della gara (54-60). Anche ad inizio dell’ultimo quarto Valencia riesce a tener testa all’avversaria grazie ai canestri del neo arrivato Nedovic e del solito Ribas che valgono addirittura il +9 taronja (58-67). Poi, di colpo, la luce offensiva degli ospiti si spegne: la stanchezza nelle gambe di Perasovic si fa sentire e un antisportivo fischiato ad Harangody rinvigorisce l’Olympiacos che può così rifarsi sotto con i cesti di Sloukas, Spanoulis e dell’ex senese Hunter. Tutto da rifare e nuova parità a pochi istanti dalla sirena finale. Gli ultimi istanti di gara sono un vero thriller: Spanoulis grazie alla sue esperienza si carica sulle spalle la squadra e segna 5 punti pesantissimi in un amen che valgono il nuovo vantaggio ellenico a 11″ dall’ultimo gong. Nedovic si fa tutto il campo ma fallisce un comodo lay up e sul rimbalzo Dubljevic non riesce a convertire il suo buon gesto atletico in punti, spegnendo definitivamente le speranze di colpaccio esterno degli iberici e mettendo l’amara parola fine alla gara.

Top Scorers:

Olympiacos Pireo: Spanoulis 15, Dunston 14, Darden 11

Valencia Basket: Lucic, Dubljevic e Ribas 16

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy