EUROLEGA Gir. D: La Stella è di nuovo Rossa, il Lietuvos Rytas resta ultimo

0
mojacrvenazvezda.net

Di fronte alle 7.500 presenze di un sempre caldissimo Pionir si incontrano la Stella Rossa e il Lietuvos Rytas, a caccia degli ultimi biglietti per il discorso qualificazione nel gruppo D.
I padroni di casa prendono subito il comando delle operazioni, conducendo per 12-6 al 6′, grazie al sesto punto della partita di un ottimo Blake Schilb (14 punti di media in Regular Season per lui), mentre gli ospiti rispondono con un’ottima media realizzativa dai 6,75, chiudendo il primo quarto sotto 16-19 ma con 3 bombe a referto a differenza dello 0/5 con cui giungono alla prima sirena i serbi.
Nel secondo quarto i lituani trovano il pareggio a 24 al 13′, prima che Schilb e Blazic comincino a martellare con regolarità il vetro del Lietuvos Rytas, che non esce mai dalla partita e grazie alla consueta pioggia di triple firmata da Martynas Gecevicius (il 46% per lui in quest’inizio di Eurolega) si tiene in scia ed annulla il gap con l’ennesimo tiro dall’arco, stavolta di Babrauskas, sul 40 pari, prima che Boban Marjanovic chiuda con una schiacciata il quarto scrivendo 42-40 Stella Rossa sul tabellone elettronico del Pionir.
Nel terzo periodo la storia della partita procede senza ribaltamenti: i belgradesi conducono e i lituani seguono con la ruota ad un palmo di naso dagli avversari, arrivando a toccare il -2 con una penetrazione di Renaldas Seibutis, per poi venire ricacciati indietro dalla onda calda firmata DeMarcus Nelson, che pratica ordinaria amministrazione chiudendo con 12 punti e ben 9 rimbalzi, dato peculiare esorbitante per una guardia di 1 metro e 93, abituata a viaggiare a 4 rimbalzi di media in Europa. Seguono l’ennesima tripla di Gecevicius, impressionante la meccanica di shooting del lituano classe ’88, e due punti di Blazic che chiudono il terzo periodo sul 62-56 per i padroni di casa.
Stella Rossa che chiude la partita negli ultimi 10 minuti, allungando progressivamente il suo vantaggio fino a toccare il +13 al 34′ con il periodo di produzione offensiva del totem Rasko Katic, che ne mette 12 in 20′ di gioco.
Il tabellino finale viene scritto dai tiri liberi di Glyniadakis, che timbrano la resa dei lituani, la seconda vittoria nel girone della Stella Rossa Belgrado e l’inizio della festa al Pionir che sul tabellone legge 88-77 per i serbi.

Stella Rossa Belgrado- Lietuvos Rytos Vilnius 88-77 (19-16, 23-24, 20-16, 26-21)

Stella Rossa Belgrado:
Cvetkovic, Mitrovic 7, Lazic 4, Blazic 16, Simonovic 4, Marjanovic 12, Radenovic 5, Katic 12, Ristic, Nelson 12, Jenkins 2, Schilb 14

Lietuvos Rytas Vilnius:
Tepic 2, Babrauskas 6, Palacios 13, Seibutis 17, Glyniadakis 1, Gecevicius 17, Orelik, Lideka 2, Cook 4, Bendzius, Songaila 4, Jelovac 11, Dambrauskas.