Eurolega, Girone A: Cantù fuori, Pianigiani avanti. Alle Top 16 anche Khimki, Pana e Madrid

0

Fenerbahce Ulker Vs Mapooro Cantù
Risultato Finale: 77-69 (18-22; 25-16; 17-17; 17-14)

Cantù è fuori, fatale il KO contro il Fenerbahce del rivale degli ultimi anni, Simone Pianigiani: la cronaca è del nostro Daniele Tagliabue.

Fenerbahce: McCalebb 19, Onan 12, Ermis 2, Sato 2, Andersen 4, Savas 12, Batiste, Karaman 6, Bogdanovic 10, Preldzic 10.
Cantù:Scekic 2, Markoishvili 20, Leunen 5, Mazzarino, Brooks 4, Tyus 3, Tabu 7, Aradori 12, Cusin 16.


Khimki Vs Panathinaikos
Risultato Finale: 78-77 (21-14; 25-25; 15-20; 17-18)

Entrambe le squadre alle Top 16, entrambe con un record di 6-4: Khimki e Panathinaikos hanno chiuso la loro Regular Season di Eurolega con un match tanto spettacolare quanto combattuto, deciso nelle battute finali da un fallo tecnico fischiato contro la panchina di coach Pedoulakis. Khimki che si aggiudica quindi uno dei primi due posti nella classifica finale del girone A e porta a 7 il numero di vittorie consecutive ottenute tra le mura amiche grazie a questo successo. Grande prestazione di un Pana mai domo, protagonista di numerosi sorpassi ai danni dei padroni di casa soprattutto nel terzo quarto, il periodo che ha deciso il match.

Nel primo periodo grande partenza dei Khimki, che con Planinic (autore di 8 dei suoi 16 punti nei soli primi 10 minuti) si porta subito in vantaggio e chiude il quarto avanti di 7 lunghezze, con il punteggio sul 21-14.
Secondo quarto caratterizzato invece da un punteggio altissimo: 25 punti segnati a testa da entrambe le squadre e le due squadre vanno alla pausa lunga ancora divise dalle 7 lunghezze del primo periodo.
Alla ripresa del gioco il vantaggio del Khimki aumenta fino a 11 punti, ma arriva il momento di Dimitris Diamantidis, che riporta a suon di punti e assist i suoi a contatto: a 10 minuti dal termine il punteggio dice 61-59 per i padroni di casa, con tutto che si deciderà quindi nell’ultimo periodo.
Quarto quarto che si rivela uno dei più combattuti e spettacolari dal punto di vista agonistico della stagione di Eurolega: le due squadre si rispondono di continuo da una parte all’altra del campo e si arriva così a 2 minuti dal termine sul punteggio di 72-72.La partita viene decisa, come già detto in precedenza, da un fallo tecnico fischiato alla panchina del Pana, che permette a Loncar e Rivers di mettere la firma sul match.
Lo spettacolo non si ferma qui, ci rivedremo alle Top 16!

Khimki: Augustine 2, Fridzon 13, Vyaltsev 6, Loncar 10, Rivers 12, Monya 6, Khvostov, Zhukanenko, Planinic 16, Davis 13, Nielsen.
Panathinaikos: Bramos 4, Panko 6, Maciulis 15, Lasme 19,Tsartsaris 2, Diamantidis 14, Kitchen 2, Banks 15, Skordilis, Schortsanitis.

Mvp basketinside.com: Zoran Planinic, a trattidominante.

Real Madrid Vs Olimpia Lubiana
Risultato Finale: 91-60 (22-15; 26-12; 20-19; 23-14)

Si potrebbe definire come una passeggiata del Giovedì sera. La partita che ha visto protagoniste Real Madrid e Olimpia Lubiana è durata di fatto poco meno di qualche minuto, con i padroni di casa che hanno preso il largo sin dai primi possessi e che non si sono più fatti raggiungere da una Lubiana che effettivamente ha fatto ben poco, per quanto possibile, per recuperare la partita. Grande protagonista del match è stato Jaycee Carroll, che è ritornato quello dell’anno scorso, che in Eurolega sembrava una vera e propria “macchina da guerra”.

Primo quarto che dicevamo è subito dominato dagli spagnoli, guidati da un grande Nikola Mirotic, che dopo i primi 10 minuti di gara sarà già a quota 7 punti segnati. Il secondo quarto continua nello stesso modo del primo, con Madrid che va avanti ad imporre il suo gioco e a comandare in ogni situazione: un parziale di 26-12 decide di fatto il match già dopo soli 20 minuti di gioco, con grandi protagonisti Carroll, Begic e Suarez che salgono sul palcoscenico alternandosi.
La ripresa è puro Garbage Time e coach Pablo Laso decide di mandare in campo le riserve, che se la giocano in modo equilibrato con Lubiana: alla fine è un lungo countdown spettacolare verso la sirena finale, che sancisce la fine della Regular Season di Eurolega e porta alle Top 16 (già conquistate) Madrid.

Real Madrid: Draper 8,Fernandez 4, Suarez 5, Reyes 6, Mirotic 11, Rodriguez 5, Hernangomez 4, Hettsheimeir 4, Begic 11, Carroll 17, Llull 14, Slaughter 2.
Olimpia Lubiana:Rupnik 7, Prepelic 4, Plazic 9, Salin, Muric 11, Baynes 13, Bubnic 2, Mocnik 3, Sulejmanovic 2, Omic 9.

Mvp basketinside.com: Carroll. A tratti il “Carroll in versione Eurolega” dell’anno scorso.