EUROLEGA, Girone A: colpaccio del Nizhny Novgorod a Kazan

di Emanuele Terracciano

UNICS KAZAN 73-79 NIZHNY NOVGOROD (16-21; 34-39; 48-54)

Il Nizhny Novgorod coglie una preziosissima vittoria in trasferta sul campo di Kazan nel derby russo del giorne A di questa Eurolega. Eroe di questa impresa per la compagine guidata in panchina da coach Bagatskis è sicuramente l’ex Montepaschi Siena Rochestie autore della tripla che ha di fatto chuso la partita e di una prestazione offensiva, soprattutto con i piedi fuori dall’arco dei 6,75 m, davvero notevole. Fondamentale anche l’apporto di Thompkins che mette in mostra l’eccezionale sensibilità della sua mano in alcune fasi della partita e la sua straripante atleticità in altre. Prove importanti anche per Parakhouski che realizza 19 pt e Kinsey. Kazan ha pagato molto la non eccezionale serata del suo leader Langford  che solo nel terzo quarto ha trovato il canestro con continuità e quella pessima di White che porta a casa solamente 2 pt mentre vanno registrate le prestazioni importanti di Zisis, Gubanov e Kaimakoglu. A fare la differenza in favore degli ospiti è stata sicuramente la maggior capacità di fare gioco in attacco e le percentuali a percentuali al tiro rimaste costanti per tutta la partita rispetto ad una Kazan che le ha aggiustate solo nel secondo tempo e che si è mostrata molto individualista e con la sua stella in serata decisamente non di grazia.

LA CRONACA – Nonostante lo sfavore nel pronostico il Nizhny Novgorod parte subito forte sul campo di Kazan con un parziale di 6-0 grazie alle triple di Rochestie e Antonov che subito fanno capire ai supporters di casa che non sarà una passeggiata di salute. Gubanov con un bel sottomano e Langford attaccando il ferro riportano a contatto l’Unics che però è molto sfortunata al tiro da tre punti mentre gli ospiti con Thompkins, Kinsey e Rochestie si portano sul +8 prima del gioco da tre punti di Gubanov ed il time out in campo. Nella seconda parte di primo quarto si arriva con facilità al tiro dalla lunetta da ambe le parti ed anche Jerrells e Parakhouski si iscrivono alla partita. I quattro punti in fila di Fisher e la tripla da molto lontano di Rochestie sulla sirena fissano il primo mini parziale sul 21-16 per gli ospiti.
Kazan nel secondo quarto si inceppa completamente in attacco riuscendo ad implementare i sedici punti con cui aveva chiuso il primo quarto solo a 4’ 14’’ dall’intervallo lungo. Il Nizhny non riesce ad approfittare più di tanto delle polveri bagnate in attacco di Kazan e confeziona solo un parziale di 6-0 prima che Zisis salga in cattedra realizzando otto punti in un amen riaprendo la partita dopo che i padroni di casa erano finiti sotto di undici sul 27-16. Krivosheev commette due falli in pochissimo tempo a causa della maggiore velocità degli avversari e Gubanov riavvicina ulteriormente i suoi. La tripla di Langford fissa il punteggio all’intervallo lungo sul 39-34 in favore del Nizhny Novgorod.
E’ Kinsey ad aprire le marcature nel terzo quarto di gioco e, a parte il canestro di Zisis ed il gioco da tre punti di Parakhouski, sono lui e Langford gli unici a trovare il fondo della retina nella prima parte di terzo quarto che vede il vantaggio del Nizhny restare sempre sopra i due possessi di vantaggio ma sempre sotto la doppia cifra complice anche un po’ di confusione in attacco da entrambe le partit che impedisce al Nizhny di allungare e all’Unics Kazan di riagganciare gli avversari. Thompkins e Jerrells sono i protagonisti della seconda fase di terzo quarto che non vede rompersi l’equilibrio. La schiacciata di Thompkins fissa il punteggio sul 54-48 in favore degli ospiti.
L’inizio di quarto quarto è caratterizzato dalla voglia dei campioni di Kazan di rimettere la partita su binari a loro favorevoli e così Kaimakoglu, Zisis ed il gioco da tre punti concretizzato da Jerrells portano i padroni di casa finalmente in vantaggio sul 55-54 costringendo coach Bagatskis ad un immediato time out. Dopo il minuto di sospensione il Nizhny entra in campo con ben altre intenzioni dell’avvio di quarto e si riporta subito sul +4 grazie alla schiacciata di Thompkins e la tripla di Baburin prima di riportare dalla lunetta il proprio vantaggio a quota sei punti come a fine terzo periodo. A questo punto della partita è Fischer a prendersi sulle spalle l’attacco di Kazan con cinque punti in fila ma dall’altra parte Parakhouski e Rochestie non permettono agli avversari di riavvicinarsi ed anzi implementano il vantaggio portandolo a nove punti (68-59). Cinque punti in fila di Kaimakoglu valgono il nuovo -4 ma è di nuovo Rochestie a chiuderla questa volta definitivamente portando il punteggio sul 73-64 in favore degli ospiti. Le triple di Langford e Kaimakoglu servono solo per la differenza canestri, infatti la partita finisce con il punteggio di 79-73 in favore del Nizhny Novgorod.

UNICS KAZAN: Zisis 15, Langford 13, Kimakoglu 12, Gubanov 10, Jerrells 10, Fischer 9, Sanikidze 2, White 2

NIZHNY NOVGOROD: Rochestie 24, Parakouski 19, Thompkins 12, Kinsey 12, Antonov 5, Baburin 3, Krovoseev 2

CLASSIFICA

Real Madrid 8

Anadolu Efes 6

Nizhny Novgorod 4*

Unics Kazan 2

Dinamo Sassari 0

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy