EUROLEGA, GIRONE A: Il Nizhny è poca cosa, Efes sul velluto in Russia

di Andrea Frattini
trendbasket.net

NIZHNY NOVGOROD – EFES ISTANBUL  66-76 (15-21, 24-42, 45-65)

L’Efes Pilsen è sceso in terra russa con l’intento di cancellare l’inatteso ko interno subito sette giorni fa per mano dello Zalgiris Kaunas. Turchi costretti a rinunciare a Krstic a causa del brutto infortunio patito al braccio destro nell’ultima giornata del campionato turco. Infortunio che terrà il centro serbo lontano dal parquet per parecchio tempo. Nizhny al contrario, voglioso di dimenticare subito la pesante scoppola rimediata a Madrid.
La squadra di Ivkovic sfrutta il brillante avvio di Bjelica, autore di 7 punti nella prima frazione e chiude i primi 10′ di gioco avanti di 6 lunghezze grazie ad un canestro pesante di Osman (15-21).
Il secondo quarto è un vero e proprio incubo per i padroni di casa che subiscono tremendamente la maggiore fisicità ed il maggior tasso tecnico dei turchi e non riescono a trovare il bandolo della matassa ne difensivamente ne offensivamente. Il parziale che il Nizhny subisce non ha bisogno di commenti: al 17′ il tabellone recita 19-40 in favore dell’ Efes. Il parziale totale del quarto dice 9-21 e partita che già alla pausa lunga, per Bjelica sembra già in ghiaccio. (24-42 al 20′).
Al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia. L’Efes raggiunge il massimo vantaggio al  22′ (24-49). Il vantaggio acquisito consente ad Ivkovic di buttare sul parquet anche l’ultimo arrivato McGrath, vecchia conoscenza del nostro campionato. Rochestie e Antonov provano a scuotere un po’ i padroni di casa ma il divario tra le due formazioni rimane incolmabile. (45-65 al 30′).
Negli ultimi 10′ di gioco l’Efes abbassa decisamente l’intensità su ambo i lati del campo, è bravo il Nizhny ad approfittarne per ridurre il gap che a poco più di 1′ dalla sirena finale si riduce addirittura a soli due possessi di distacco. (66-72). Non c’è più tempo però per diminuire ulteriormente la forbice, i turchi guidano in porto questa importante vittoria senza alcun patema. Finisce 66-76.
Top scorer per gli ospiti è stato il gioiellino Saric, autore di 18 punti, da sottolineare anche la prova di Bjelica con 14 punti. Tra i padroni di casa si sono distinti Rochestie (19+5 assist), Antonov (16) e Thompkins (14+10 rimbalzi).

Nizhny Novgorod: Baburin 5, Viktorov, Parakhouski 5, Ivlev 2, Antonov 16, Khvostov 5, Popov, Rochestie 19, Savelyev, , Krivosheev, Thompkins 14, Golovin.
Efes Istanbul: Balbay, McGrath 2, Osman 9, Perperoglou 7, Saric 18, Draper 8, Lasme 5, Korkmaz 9, Janning 2, Kilicli, Kosut 2, Bjelica 14.

 

CLASSIFICA:

Real Madrid 8 (4-0)
Efes Istanbul 6 (3-1)
Zalgiris Kaunas 4 (2-1)
Unics Kazan 2 (1-2)
Nizhny Novgorod 2 (1-3)
Dinamo Sassari 0 (0-4)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy