EUROLEGA, GIRONE A: L'Unics si regala una notte da sogno, Real dominato e sconfitto tra le mura amiche

0

www.unics.ru
REAL MADRID – UNICS KAZAN 75-85 (22-23, 46-42, 61-68)
La più grossa sorpresa di questo giovedì di Eurolega arriva dal Palacio de Deportes di Madrid. Il Real padrone di casa è uscito sconfitto per mano di un Unics Kazan che ha condotto per lunghi tratti e che ha meritato ampiamente una vittoria che resterà nella storia del club russo.
Fin dalle battute iniziali si capisce che per il Real non sarà una serata di “ordinaria amministrazione”. Gli ospiti sorprendono i blancos con una partenza fulminea e grazie a Fischer che fa la voce grossa sotto i tabelloni (12 punti nel solo primo quarto) e Langford piazzano il primo break dell’incontro (12-21 al 7′). La risposta dei ragazzi di Laso non si fa attendere: in 3′ confezionano un break di 10-2 che gli permette di chiudere la prima frazione in sostanziale parità (22-23 al 10′).
All’inizio del secondo quarto il Real sembra uscire definitivamente dal proprio torpore e al 15′ una schiacciata di Maciulis regala ai padroni di casa la prima fuga (37-28), poco più tardi arriva anche il primo vantaggio in doppia cifra (46-35 al 18′) L’Unics però non ci sta e con un parziale di 7-0 propiziato dal trio Fischer-Kaimakoglou-Jerrells va negli spogliatoi pienamente in partita (46-42 al 20′).
Il terzo periodo è tutto di marca ospite: sotto la regia oculata di un preziosissimo Zizis, Fischer da sotto le plance e Jerrells da fuori bucano in continuazione la retina di un Real Madrid in balia del gioco imposto dalla formazione di Pashutin. Una schiacciata del solito Fischer regala agli ospiti il +10 a pochi secondi dalla penultima sirena (58-68). Il Real prova a stare attaccato alla partita con una bomba di Rodriguez proprio sul finire della frazione (61-68 al 30′).
Negli ultimi 10′ di gioco ci si aspetta di vedere i Blancos all’arrembaggio ed invece ogni assalto di Reyes e compagni viene prontamente respinto dai russi. L’ultimo sussulto dei padroni di casa lo registra Nocioni (65-70 al 33′). Superato quel momento di difficoltà l’Unics mantiene sempre il proprio vantaggio intorno alla doppia cifra. La quinta tripla di serata di Jerrells regala ai suoi il massimo vantaggio (68-81 al 36′).
Il Real ormai non ci crede più, cosi gli ospiti arrivano alla sirena finale senza patemi e possono gioire per una vittoria tanto insperata quanto preziosa che li rilancia definitivamente in ottica Top16. Per i Blancos una sconfitta invece che non compromette certamente il passaggio al turno successivo ma che comunque deve far riflettere coach Laso ed i suoi ragazzi.
Real Madrid: Rivers 3, Fernandez n.e, Nocioni 11, Maciulis 6, Reyes 8(9 reb), Rodriguez 12, Ayon 10, Carroll 4, Llull 8 (7 ass), Bourousis 5, Slaughter 4, Mejri 4.
Unics Kazan:White 11, Langford 14, Zisis 8(7 ass), Bykov 2, Likhodey n.e , Panin n.e, Sanikdze, Gubanov 2, Kaimakoglou, Antipov , Fischer 25 (8 reb e 5 stoppate), Jerrells 23 (8 reb).
 
CLASSIFICA:
Real Madrid 10 (5-2)
Efes Istanbul 8 (4-2)
Zalgiris Kaunas 6 (3-3)
Nizhny Novgorod 6 (3-3)
Unics Kazan 6 (3-4)
Dinamo Sassari 2 (1-5)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here