EUROLEGA, GIRONE D: Baskonia umiliato in casa dalla Stella Rossa, paga Crespi

di La Redazione
b92.net

Partita tra le più roboanti di giornata, quella che ha visto la Stella Rossa di Belgrado espugnare la Buesa Arena innanzi ad 8000 baschi, per niente contenti della prestazione dei propri beniamini. Tra i più delusi, sicuramente coach Crespi, che ha pagato in prima persona con l’esonero, la debacle europea.

Partiamo con i vincitori. I serbi hanno interpretato la gara al meglio, senza alcun timore reverenziale, nonostante in palio ci fosse il secondo posto in solitaria del girone. La partita, dopo l’equilibrio dei primi 10′, ha avuto un solo padrone fin dalle prime battute, con uno straordinario Luka Mitrovic, da 13 punti nel primo tempo (saranno 17 alla fine). Vantaggio ottenuto nel secondo quarto e cresciuto nel terzo, per la Stella Rossa l’agonismo si è esaurito solo nell’ultimo quarto, quando sul +25 hanno “allentato” la pressione, permettendo il rientro dei locali.
Detto di Mitrovic, Man of the Match, decisamente positiva anche la prova di Maik Zirbes (15 punti e 7 rimbalzi in poco più di 20′ per il tedesco) e Marcus Williams. Per lo statunitense, unico insieme a Jaka Blazic a superare i 25′ d’impiego, pesano relativamente le 5 palle perse, in virtù di una prestazione solida e di carattere.
Dall’altra parte invece, pochissimo da salvare. Losing effort il ventello del georgiano ex Nets, Tornike Shengelia (ma con 15 tiri dal campo), unico a chiudere in doppia cifra per i padroni di casa, mentre menzione speciale per Sasha Vujacic: lo sloveno, probabilmente in onore del suo amico ai tempi dei Lakers, Kobe Bryant e del suo ultimo traguardo (maggior numero di tiri sbagliati dal campo), ha chiuso con un 1/8 sanguinosissimo, con -4 di valutazione.
Tanti i fattori di questa sconfitta: pessima la prova balistica da oltre l’arco (15%), surclassati a rimbalzo (+20 per gli ospiti), attacco spuntato e difesa poco attenta. Una disfatta senza alcun attenuante, e come la storia insegna, è l’allenatore a pagare il dazio maggiore.

LABORAL KUTXA VITORIA 66 – 86 CRVENA ZVEZDA BEOGRAD (22-21, 34-41; 50-66)
Vitoria: 
Iverson 4, Causeur 2, Shengelia 20, Perkins 3, Hamilton 7, Tillie 9, Vujacic 2, San Emeterio 7, Heurtel 6, Bertans 6. Coach Crespi.
Belgrado: Williams 14, Rebic, Dangubic 2, Mitrovic 17, Lazic 7, Blazic 9, Kalinic 6, Marjanovic 12, Jenkins, Jovic 4, Zirbes 15. Coach Radonjic

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy