Eurolega, grone D: finale con i fuochi d’artificio, Il Bamberg alle Top 16

0

Regal FC Barcelona – CSKA Moscow 75-78

La sfida al vertice del girone D non tradisce le attese, anzi regala fuochi d’artificio, in linea con le altre partite di giornata. Vince la squadra di Messina, rendendo la pariglia ai Catalani, vittoriosi sul campo di Mosca all’andata, anche se la differenza canestri negli scontri diretti premia questi ultimi, che chiudono primi nel girone. La partita è tutt’altro che scontata e cambia più volte padrone.

Parte forte Mosca, che si porta anche sul + 12, mandando vari giocatori a segno, con Kaun in gran spolvero. Navarro si carica sulle spalle il Barça e nel secondo quarto con un 21-1 i padroni di casa tornano avanti. Nel terzo quarto nuova rivoluzione, con Kirstic, Teodosic e Jackson che riportano sotto Mosca sul 58-55. Il quarto periodo, tiratissimo, vede gli uomini del CSKA prima pareggiare a un minuto dal termine (71-71) poi vincere, sfruttando la mano ferma ai liberi.

Mosca in grande crescita, dopo i balbettii iniziali: sarà un osso durissimo per tutti, specie ora che, accanto alle certezze Teodosic, Kristic e Weems, stanno crescendo tanti giocatori, su tutti Kaun, Jackson e il neo arrivato Christmas. L’unico che pare un po’ avulso dal gruppo, sembra al momento Vlado Micov, mai realmente incisivo in questa Eurolega.

Nessun dramma per il Barça, che resta una delle favorite alla vittoria finale, grazie a un gruppo dal talento medio elevatissimo e un Navarro per cui ormai non ci sono più aggettivi.

MVP Basketinside : Milos Teodosic – Šta se dešava Milos? Che succede? Pochi tiri, alte percentuali, scelte tutte giuste…che la cura-Messina stia facendo effetto? Anche oggi dominatore del ritmo della partita, senza perdere la sua proverbiale inventiva.

Tabellini

Regal FC Barcelona: Sada 2; Huertas 11; Abrines NE; Navarro 17; Jasikevicius 0; Wallace 3; Ingles 6; Rabaseda 2;  Lorbek 11; Jawai 0; Mickael 11; Tomic 12.

CSKA Mosca: Teodosic 13; Micov 3; Jackson 7; Sokolov NE; Krstic 15; Weems 12; Zozulin NE; Voronov NE; Christmas 3; Kaun 14; Khryapa 11; Ponkrashov 0

JK Besiktas Istanbul – Lyetuvos Rytas Vilnius 66-65

L’ultima possibilità di avanzare alle Top 16 ruota sul ferro ed esce sulla sirena dell’intensa sfida dell’Ipeçki Sports Hall, dopo 39 minuti sostanzialmente condotti dai Lituani. Fino all’ultimo minuto Ivanov e Radosevic (doppia doppia per l’ex-Olimpia Milano), avevano condotto i loro a suon di schiacciate, senza però mai riuscire a prendere il largo. Così nel secondo tempo il “black power” del perimetro turco pende il sopravvento con il “dynamic duo” Jerrells-Christopher, ai quali si aggiunge Daniel Ewing, che bagna l’esordio in maglia Besiktas con una prestazione da top scorer. Non male anche la prova di Gasper Vidmar, mentre nel Rytas, oltre ai due citati, il baby Nedovic saluta la sua prima Eurolega sfiorando la doppia doppia (8 punti e 7 assist oltre a una schiacciata mostruosa): sentiremo sicuramente parlare ancora del talentino serbo. Altrettanto sicuro sarà il ruolo di mina vagante del Besiktas, che tra fattore campo e talento sul perimetro, costringerà tutti i suoi avversari a giocare con grande attenzione contro di loro.

MVP Basketinside: Daniel Ewing – nuova squadra, top scorer all’esordio. Saggio del suo talento servito, ora servirà inserirsi nei meccanismi.

Tabellini

Besiktas JK: Ewing 14; Ozmizrak 0; Akin 2; Vidmar 10; Falker 2; Cetin 12; Markota 6; Christopher 10; Hersek NE; Nalga NE Ozer 0; Jerrells 10.

Lyetvuos Rytas Vilnius: Dulkys 0; Babrauskas 8; Seibutis 7; Buterlevicius 0; Samardziski 4; Katelynas 8; Nedovic 8; Jomantas NE; Redikas 0;  Radosevic 11; Ivanov 16, Blums 3.

 

Brose Baskets Bamberg – Partizan Mt:S Belgrade 92-90

La partita più bella di giornata è anche la più importante, in quanto – stante la sconfitta del Rytas a Istanbul – è quella che decide la quarta qualificata del girone. La spuntano i tedeschi dopo un overtime grazie ai troppi errori ai liberi degli ospiti, che per due volte con Milosavljevic hanno la possibilità di vincere, o almeno di andare al secondo supplementare, fallendole entrambe. Nei regolamentari una serie di grandi giocate di Gordon, compresa la schiacciata del pareggio sulla sirena, avevano annullato il vantaggio del  Bamberg, che aveva anche toccato la doppia cifra .Peccato per i serbi, pieni di talento ma anche tanto acerbi e privi di una vera guida. Al contrario i Tedeschi sono una squadra solida che concentra in due leaders, Nachbar e Gavel il proprio gioco, semplice ma efficace pur se non particolarmente spettacolare.

Mvp Basketinside: Bostjan Nachbar – stagione sin qui da leader vero, smentendo i tanti che ne ammirano il talento, ma ne criticano il carattere no proprio da trascinatore. Nella gara più importante è il top scorer e l’autore di alcune giocate decisive. Bravo Boki.

Tabellini

Brose Baskets Bamberg: Gipson 4; Goldsberry 9; Nachbar 23; Tadda 5; Schmidt 0; Neumann 0; Ford 12; Rockmann NE; Jacobsen 11; Gavel 16; Zirbes 11; Ogilvy 1

Partizan Mt:S Belgrade: Milutinov 4; Westermann 16; Gordic 3; Lucic 19; Miloslavljevic 14; Bogdanovic 3; Gagic 5; Musli 6; Cakarevic NE; Gordon 14; Andusic NE; Bertans 6.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here