EUROLEGA GRUPPO F: Brooks non basta, il Fenerbahce fa il colpaccio al Forum

0

EA7 EMPORIO ARMANI – FENERBAHCE ULKER 71-82 (24-28; 38-43; 54-63; 71-82)

ASSAGO – Nella classica d’Europa contro il Fenerbahce l’Olimpia Milano non festeggia nel migliore dei modi il 79° compleanno, venendo sconfitta dalla corazzata turca per 81-72. Non basta un grandissimo Marshon Brooks, dall’altra parte la fisicità sottocanestro dei turchi e le numerose frecce all’arco di coach Obradovic hanno fatto la differenza tra le due squadre.

L’inizio di partita, in un Forum di Assago da brividi, comincia mettendo in mostra i pregi e i difetti dei padroni di casa: Gentile s’inventa un canestro fantastico, ma Savas con la classica giocata da 3 punti fa vedere la poca fisicità di James sotto canestro. L’inizio è davvero promettente in casa milanese, con il solito Gentile sugli scudi, ma la classe cristallina di Savas – e qualche decisione arbitrale non convincente – portano la compagine turca sul +1 a metà del primo quarto (12-13). E’ il momento delle stelle, in cui entrambe le squadre sembrano vedere “una vasca da bagno al posto del canestro” e soprattutto di un solido Brooks (9 punti nel quarto); così il primo time-out dell’incontro arriva a due minuti dalla fine, con il punteggio 22-21 per l’Olimpia. Il primo quarto si chiude col massimo vantaggio FenerbahCe (+4), ma con una Milano consapevole di giocarsela fino all’ultimo contro la fisicità della squadra di Obradovic: 24-28. L’inizio del secondo quarto vede Milano soffrire maledettamente sotto canestro, ma gli ospiti non riescono ad approfittare dei molti extra-possessi per allungare sui meneghini; così è Kleiza, l’ex dal dente avvelenato, a pareggiare i conti con la tripla del 29 pari. Però i turchi continuano a vincere la battaglia a rimbalzo (di cui 8 in attacco) e con Vesely (7 punti) si portano sul +5 a metà del quarto: 32-37. Le squadre rimangono sempre in contatto, facendo brillare le proprie stelle Brooks (13 punti) da una parte e la coppia Savas-Zisis (20 punti in due) dall’altra, fino all’ultimo tentativo di Samuels sulla sirena che si spegne sul ferro per il 38-43 con il quale si chiude il primo tempo.

La ripresa si apre con un super Brooks che riporta i suoi sul -1 con due canestri consecutivi, così l’Olimpia vede gli ospiti ancora più vicini per provare seriamente a vincere. Il problema per Milano è che il Fenerbahce cambia i protagonisti nel corso della partita e con un Bjelica (12 punti) extra-lusso i turchi tornano avanti sul 47-54, costringendo coach Luca Banchi al time-out per fermare il contro-parziale degli ospiti. L’Olimpia però sembra andare “a fiammate” in attacco, continuando a soffrire la maggiore fisicità del Fenerbache nell’area pitturata, e così si materializza il massimo vantaggio turco (+9) sul 54-63 con la schiacciata prepotente di Vesely. Il quarto si chiude con lo 0/2 dalla lunetta di Gentile che mette ancor più in difficoltà le percentuali milanesi. L’ultimo quarto vede salire in cattedra il vero leader di Milano questa sera, ovvero Brooks (24 punti), che porta col 2/2 ai tiri liberi  l’Olimpia fino al -5 sul 65-70 e soprattutto finalmente il Forum di nuovo in partita. La formazione di Obradovic però è glaciale: con un parziale di 4-0 costringe al time-out coach Banchi sfiorando la doppia-cifra di vantaggio (65-74) a metà del quarto. Dalla panchina però il coach milanese pesca quell’Alessandro Gentile che era scomparso nel secondo tempo e che sfodera un canestro sensazionale, riportando l’Olimpia a -4. Il Fenerbahce però è in assoluto una delle squadre più forti d’Europa e, nel momento di maggior difficoltà, si affida alle mani dappertutto di Vesely  (15 punti) e con la palla rubata da Bodganovic torna ancora in doppia-cifra di vantaggio: 70-80. Il match si chiude con l’1/2 ai tiri liberi di Gentile e il canestro allo scadere di Preldzic che fissano il risultato sul 71-82in favore del Fenerbache.

L’Olimpia ha giocato una partita di grande cuore, cercando di limitare le numerosissime armi offensive dei turchi allenati da coach Obradovic, ma non è bastato il miglior Brooks della stagione (24 punti col 50% dal campo) per trovare la seconda vittoria consecutiva in Eurolega. Dall’altra parte MVP assoluto del match Vesely (15 punti, 8 rimbalzi e 24 di valutazione), ma ben 4 giocatori in doppia-cifra in casa Fenerbahce che hanno contribuito alla vittoria in trasferta per la formazione turca.

EA7 EMPORIO ARMANI: Ragland 1, Brooks 24, Gentile 14, Melli 5, Kleiza 7, James 6, Hackett 12, Samuels 2.

FENERBAHCE: Goudelock 8, Zisis 11, Bjelica 14, Erden 2, Mahmutoglu, Bogdanovic 11, Savas 11, Zoric 2, Vesely 15, Sipahi, Preldzic 8.

Fotogallery a cura di Claudio Degaspari

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here