EuroLega: il derby di Istanbul è dell’Anadolu Efes

EuroLega: il derby di Istanbul è dell’Anadolu Efes

Partita equilibrata decisa da un calo fisico e nervoso da parte del Darussafaka negli ultimi minuti che ha regalato il match all’Anadolu Efes

di Ciro Vieni

Match interessante è stato il derby di Istanbul con due squadre che si sono giocate a viso aperte i due punti. A spuntarla è stato l’Efes che, sfruttando anche il fattore Ipecki Arena, ha trovato l’allungo decisivo negli ultimi minuti di gara; raggiunge, così, due punti di importanza capitale contro una rivale nella corsa di piazzamento ai playoff. L’unico rammarico per il Darussafaka è quello di non essersi giocato la partita per tutti e 40′, ma solo per 35′: la squadra di Blatt, infatti, è praticamente scomparsa dal campo nel finale ed ha consegnato il successo ai cugini dell’Anadolu.

ANADOLU EFES ISTANBUL – DARUSSAFAKA DOGUS ISTANBUL  93-81 (25-19, 42-38, 64-56)

LA CRONACA – La gara parte in sordina con le squadre abbastanza fallose al tiro: per quasi 3′, infatti, si resta fermi sul 5-2. Due attacchi prolifici da parte dell’Efes, però, danno il là al primo mini allungo del match sul 10-4. Dopo il 5′, la partita inizia a decollare e un ispirato Zizic riporta sotto il suo Darussafaka (15-12). I padroni di casa iniziano a scaldare la mano dalla lunga distanza e con tre bomba si portano alla doppia cifra di vantaggio (24-14). L’ultimo minuto del primo quarto, però, è firmato Moerman: il lungo dei verdi mette a segno 5 punti che accorciano lo svantaggio alla prima pausa (25-19).

Gli uomini di Blatt sono entrati pienamente in gara e anche gli esterni iniziano a farsi sentire; la tripla di Batuk, al 13′, regala il 27 pari al Dogus che ora è nettamente più in palla. Il timeout chiesto da Perasovic genera solo una timida reazione perché sono gli ospiti a tenere in mano il pallino del gioco e con 4 punti consecutivi di Wanamaker toccano il 30-34. Il massimo vantaggio diventa di 6 (32-38) ma un canestro da 3 di Honeycutt scuote l’Efes che chiude il periodo in crescendo. Infatti, è solo la sirena ad interrompere il parziale di 10-0 dell’Anadolu: all’intervallo si va sul 42-38.

Il break aperto dell’Efes continua anche in apertura di terzo quarto ed arriva nuovamente a +7 (48-41), dopo nemmeno 1′ dalla ripresa dei giochi. Trainati da uno Zizic in serata di grazia, il Darussafaka risponde nuovamente alla mareggiata avversaria e ritorna in vantaggio con un contro parziale di 10-0. Ora il match è molto equilibrato e nessuna delle due squadre mostra drastici segni di cedimento. Il nuovo sorpasso Anadolu arriva al 17′, grazie alla prima bomba di serata di Heurtel. Gli ultimi 2’30” del quarto, però, sono completamente sterili per gli ospiti che permettono alla squadra di casa un nuovo allungo sul 64-56.

In avvio di ultima frazione, il vantaggio Efes resta abbastanza costante, tra i 4 e i 7 punti. Wanamaker poi inizia a prendere i suoi per mano e li guida fino ad un pericoloso -1 (75-74), al 35′. Dopo la fiammata della guardia americana, però, il Darussafaka non segna più per oltre 2′ e i blu tornano a toccare i tre possessi di distanza (82-75). La squadra di Blatt è in rottura prolungata e la flessione in questo momento della partita è decisiva: ad 1’20” dalla fine, l’Anadolu raggiunge il massimo vantaggio della gara sul 86-75. Gli ultimi secondi servono solo ad arrotondare il risultato: l’Efes trionfa nel derby con il Darussafaka Dogus per 93-81.

ANADOLU EFES ISTANBUL: Thomas 5, Honeycutt 8, Balbay n.e., Brown 12, Osman 4, Geyik n.e., Granger 9, Heurtel 17, Mutaf 0, Paul 21, Dunston 14, Kirk 3. Allenatore: Perasovic

DARUSSAFAKA DOGUS ISTANBUL: Wilbekin 1, Yagmur 0, Batuk 10, Wanamaker 24, Clyburn 8, Moerman 11, Aldemir 1, Savas n.e., Anderson 0, Zizic 16, Bertans 10, Harangody 0. Allenatore: Blatt

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy