EuroLega: Il Real vince ancora. Superato il Fener a Madrid

Al Wizink Center di Madrid i blancos superano 61-56 la squadra turca e consolidano il primo posto in Regular Season. Solito Llull da 16 punti, bene anche Ayon.

di Gaetano Cantarero

REAL MADRID 61 – 56 FENERBAHCE (20-16; 29-32; 48-43)

Sfida ad alta quota a Madrid per la ventinovesima giornata della Regular Season di EuroLega. Il Real vuole mantenere la testa della classifica e per farlo deve avere la meglio sul Fenerbahce, attualmente al quarto posto ma che deve guardarsi dagli attacchi di Panathinaikos e Anadolu Efes. Al WiZink Center sono quasi 11 mila gli spettatori, Christodolou (GRE), Pukl (SLO) e Balak (ISR) sono gli arbitri del match.

Starting Five

REAL MADRID: Randolph, Maciulis, Ayon, Llull, Taylor (All. Pablo Laso)

FENERBAHCE: Udoh, Bogdanovic, Vesely, Kalinic, Dixon (All. Zelimir Obradovic)

Cronaca – Palla a due a Madrid e Bogdanovic apre subito le marcature con una bomba dall’arco, a cui risponde Sergio Llull che ne mette addirittura due consecutive. La partita è subito vivace, il Fener prova lo strappo con un break da 6-0 chiuso da Dixon ma dall’altra parte arrivano Maciulis e Ayon per il controbreak e il 14-11 a metà parziale. Nella seconda parte del primo quarto il Real prova a mantenere le distanze e ci riesce colpendo a raffica grazie a Rudy Fernandez e Rundolph, mentre negli ospiti Vesely e Udoh tengono il contatto. Allo scadere arrivano anche i liberi di Dixon a segno e il primo quarto va in archivio sul 20-16 in favore dei blancos.

Il secondo quarto si apre con il primo canestro della partita di Luka Doncic, ma da lì il Real sparisce dal match. Il Fener ne approfitta con molta calma e solo al 14′ trova il pareggio a quota 22 grazie alla tripla di Nikola Kalinic. La reazione dei padroni di casa è affidato al canestro di Hunter ma Dixon prima e Bogdanovic poi riescono a ribaltare il match, con il 26-27 al minuto 17. Negli ultimi due minuti del primo tempo il Fener riesce addirittura ad andare sul +5 ed è solo Rundolph a mettere a segno i liberi del 29-32 in chiusura di quarto per rientrare negli spogliatoi. Solo nove punti realizzati dal Real Madrid nel secondo parziale.

Al rientro dalla pausa lunga è Vesely a piazzare il primo canestro del terzo quarto, Fernandez risponde ma nei primi minuti il Fener è ancora più nel match e Vesely in coabitazione con Dixon per il 32-39 al 24′. Fernandez spara due triple per dare una scossa ai suoi e quasi al tramonto del 28′ arriva il pareggio a quota 43 grazie al libero di Sergio Llull.  E’ ancora lui poi a realizzare la tripla del nuovo vantaggio dei blancos con il canestro di Maciulis che riesce a portare addirittura nuovamente sul +5, 48-43, i suoi. Il Fener subisce una rimonta negli ultimi 130 secondi dove non riesce a realizzare nessun punto.

In apertura di quarto periodo è Fernandez a provare a dare lo strappo decisivo nel match ma i turchi provano e riescono a reagire con Vesely e Udoh che riportano sul -4 il Fener al 33′. Torna a segnare Doncic con il canestro dall’arco e il 2+1 di Thompkins vale il 59-50 a poco più di quattro minuti dal termine, una sorta di staffa al match. Il Real però si addormenta e subisce un nuovo break dagli avversari, con sei punti in poco più di un minuto e 59-56 a cento secondi dal termine. Da qui in poi però non si segna più e sono i liberi a segno di Luka Doncic a chiudere la gara con il punteggio 61-56 in favore della squadra di Pablo Laso.

MVP BasketInside: Gustavo Ayon

Tabellino

Real Madrid: Llull 16, Fernandez 11, Maciulis 7

Fenerbahce: Bogdanovic 15, Dixon 11, Vesely 11

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy