EuroLega: impresa Stella Rossa contro uno spento Real

EuroLega: impresa Stella Rossa contro uno spento Real

Prezioso successo della Stella Rossa contro il Real Madrid.

di Emanuele Terracciano

La Stella Rossa, grazie a un ambiente che, ancora una volta, dimostra di essere tra i più caldi d’Europa, batte il Real Madrid e dimostra di poter competere per un posto ai playoff. Al Real Madrid è praticamente mancato tutto quest’oggi: infatti, il solo Taylor ha sfoderato una prestazione all’altezza della situazione. L’MVP di serata è senza ombra di dubbio Simonovic che è stato il grande trascinatore dei serbi.

LA CRONACA – Bisogna aspettare più di un minuto per assistere al primo canestro che arriva dalle mani fatate di Doncic che manda a segna una tripla. La reazione della Stella Rossa non si fa attendere e si concretizza con un parziale di 8-0 che fa mettere il naso avanti alla formazione di casa. Il Real risponde ma per tutto il primo quarto la Stella Rossa non andrà mai più in svantaggio. Alla fine della prima frazione di gioco i serbi sono avanti per 20-19.

In avvio di secondo quarto il Real Madrid reagisce alla grande e ritrova il vantaggio grazie al 2/2 dalla lunetta di Draper che vale il 23-22 in favore degli spagnoli. Anche in questa fase di partita l’equilibrio continua a farla da padrone con nessuna delle due compagini in campo che riesce a prendere il controllo del match. È la Stella Rossa a provare la prima vera fuga con un 12-0 di parziale che regala ai serbi la doppia cifra di vantaggio sul 36-25 in proprio favore. Taylor dall’arco interrompe il parziale avversario, ma i padroni di casa riescono a mantenere sostanzialmente invariato il proprio vantaggio fino alla fine del secondo quarto che vede la Stella Rossa condurre per 43-35.

La prima parte di terzo quarto vede la formazione di casa vivere una fase di calo che aiuta il Real a recuperare fino al -2 (45-42) successivo al canestro di Llull. La reazione della Stella Rossa passa da i preziosi punti di Kuzmic che contribuiscono a riportare i serbi a +7 sul 50-42. Ancora una volta la rimonta del Real arriva grazie a un Taylor davvero in uno stato di grazia questa sera, anche se gli spagnoli non riescono a andare al di sotto dei tre punti di svantaggio. Il finale di terzo quarto è caratterizzato dal nuovo tentativo di fuga della Stella Rossa che, spinta da un pubblico davvero caldo, ritrova la doppia cifra di vantaggio e riesce a chiudere il penultimo quarto con undici punti di vantaggio sul 62-51.

L’insperato vantaggio crea grande entusiasmo nella folla serba, ma il Real è una delle più grandi squadre del vecchio continente e, quindi, non molla e prova a rientrare nel match. Dopo essere andato vicino alla singola cifra di svantaggio, il Real viene ricacciato a -15 (70-55) dalla Stella Rossa e, pertanto, Pablo Laso decide di chiedere timeout. Al rientro in campo Taylor trova un fortunoso canestro da tre punti, ma il problema degli ospiti in questa fase è la difesa che non mostra l’intensità adeguata per tentare una rimonta del genere. Carroll riporta il Real a -12 (72-60), ma Pablo Laso e Andres Nocioni si fanno sanzionare due ingenui falli tecnici che consentono a Simonovic di guidare la sua Stella Rossa al nuovo +15 (75-60). I madrileni, con l’orgoglio, provano a riavvicinarsi agli avversari, ma Simonovic fa davvero canestro in tutte le maniere possibili e impedisce al Real il rientro. Alla fine vince la Stella Rossa per 82-70.

STELLA ROSSA 82-70 REAL MADRID (20-19; 43-35; 62-51)

Stella Rossa: Simonovic 20, Jovic 11, Kuzmic 11

Real Madrid: Taylor 25, Llull 12, Carroll 8

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy