EuroLega: l’Olympiacos è troppo per una Stella Rossa opaca

EuroLega: l’Olympiacos è troppo per una Stella Rossa opaca

Gara condotta per tutto l’arco dei 40 minuti da un Olympiacos sempre più convincente: ora è sola al secondo posto, dietro solo al CSKA Mosca

di Ciro Vieni

Una vittoria dell’Olympiacos prevedibile fin dal secondo periodo, quando i greci hanno allungato al vantaggio in doppia cifra, mai più colmato fino al termine della partita. La Stella Rossa, pessima al tiro dalla lunga distanza (2/17), ha avuto più volte la possibilità di rientrare ma ogni qualvolta dava l’impressione di poter accorciare, non ha mai saputo affondare il colpo per riportarsi sotto. Successo meritato i biancorossi del Pireo che si confermano squadra da alta quota in EuroLega.

OLYMPIACOS PIREO – STELLA ROSSA BELGRADO 73-65 (22-18, 45-34, 56-43)

LA CRONACA – La gara parte con le squadre che si equivalgono e nessuna delle due diventa padrona del match, fin da subito. Nonostante l’Olympiacos provi a scappare, la Stella è guardinga e non lascia partire i padroni di casa che, però, sul finire di tempo raggiungono anche un +6 (22-16). Tuttavia, il primo quarto termina in sostanziale equilibrio, con un minimo vantaggio dei padroni di casa sul 22-18.

L’Olympiacos vuole mettere subito le cose in chiaro e con Lojeski, autore di tre triple, allunga a +11 (33-22), al 13′. La Stella non riesce a colmare subito il gap e resta per diversi minuti sotto di almeno 10 punti. Nonostante un timido rientro dei serbi (), l’Oly riesce a mantenersi ad una distanza di sicurezza alla sirena dell’intervallo sul 45-34.

Anche nel nuovo tempo il canovaccio della gara è il medesimo: la Stella Rossa non riesce a rientrare e il vantaggio dell’Olympiacos si aggira sempre attorno ai 10 punti. A metà periodo, addirittura, i padroni di casa trovano un +17 (55-38) che costringe il coach serbo al timeout. Nonostante un’ottima resa difensiva, la formazione di Belgrado fatica non poco a trovare dei punti e lo svantaggio resta ampio anche alla fine del quarto quando lo score recita 56-43.

Gli ospiti arrivano più volte a 10/11 punti di svantaggio con la palla in mano per accorciare ancora di più ma non riescono mai a capitalizzare un break importante. I greci, così, tengono bene a bada gli avversari e a 5′ il punteggio è 65-52. Una bomba di Jovic rianima i suoi che tornano a -10 (67-57); i serbi arrivano fino al -7 (69-62) ma gli uomini di Sfairopoulos riescono a tenere botta a quest’ultima folata e portano a casa la partita sul 73-65.

OLYMPIACOS PIRAEUS: Green 15, Birch 1, Young 2, Toliopoulos 0, Papapetrou 2, Spanoulis 5, Agravanis 9, Milutinov 11, Papanikolaou 5, Mantzaris 3, Lojeski 18, Athinaiou 2. Allenatore: Sfairopoulos

STELLA ROSSA BELGRADO: Wolters 4, Dangubic 4 , Mitrovic 2, Lazic 0, Dobric 1, Simonovic 4, Rakicevic n.e., Jenkins 5, Guduric 12, Jovic 13, Kuzmic 16, Bjelica 4. Allenatore: Radoncjic

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy