EuroLega: Milano, la crisi non conosce più fine; Zalgiris corsaro al Forum

0

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO – ZALGIRIS KAUNAS 70 – 78 (16-21, 33-36, 56-56)

Sono 8 le sconfitte consecutive di Milano in Europa: anche lo Zalgiris fa festa al Forum, vincendo 70-78 dopo 40′ quanto meno combattuti. L’Olimpia insegue (seppur da vicino) per 22′, si sveglia, sorpassa lo Zalgiris ma perde Sanders (migliore dei suoi) e vede gli ospiti scappare a +14. Si tratta, come detto, dell’ottava sconfitta consecutiva, che relega Milano ultimissima in classifica. La posizione è critica, così come quella di Repesa, al netto delle parole di conferma di Proli.

CRONACA – Avvio di gara a tinte biancoverdi, con l’immediato 0-5 firmato Pangos-Javtokas dopo 2′. Milano viene scossa da Dragic, che accorcia sul 2-5 prima e che ri-accorcia poi sul 7-12, dopo che lo Zalgiris aveva toccato anche il +8 (4-12 al 4′). In controtendenza con quanto fatto in questi 3 mesi, l’Olimpia appare più presente e reattiva in difesa rispetto all’attacco, dove fatica molto a trovare il ferro. Dopo un paio di minuti di soli tiri liberi, da ambo le parti, è Lekavicius a piazzare 4 punti di fila ed allungare sul +6 per i suoi; ci pensa però un lituano a frenare i lituani, ossia Kalnietis, che entra bene in partita e tiene a galla i suoi (16-21 al termine del primo quarto).

Pronti-via nel secondo quarto e Repesa chiama time-out dopo soli 40″: Lima inchioda, Milano dà segni di cedimento. Ci pensa però ancora Kalnietis a reagire, riportando a -5 l’EA7. Ben schierato in campo da quella “vecchia” volpe di Jasikevicius, lo Zalgiris regala momenti di grande circolazione di palla, ma Dragic (con 2 stoppate) e compagni tengono il passo soprattutto in difesa, mettendoci ampiamente più grinta e voglia di combattere delle ultime uscite europee. Sanders torna a segnare, piazzando 5 punti in poco più di 1′ e fa entrare in gara anche il Forum; di contro, Jankunas sfrutta bene il fisico e fa 28-34. Con i soli Raduljica (per demerito) e Macvan (per debilità fisica da influenza) più addormentati, l’Olimpia arriva al -3 a fine primo tempo, chiudendo sul 33-36.

2 triple di Milaknis in 90″ portano lo Zalgiris sul +9; Milano avrebbe bisogno di qualcosa di straordinario per riprendersi ed effettivamente avviene, ma “fuori” dal campo: un blackout al tabellone sospende la partita per 20′. Alla ripresa, le squadre sembrano “invertite”, con l’Olimpia che ingrana la quarta e non si ferma: Sanders è fenomenale ed onnipresente, in difesa ad aiutare e stoppare, in attacco a schiacciare (splendida quella su assist all’indietro di McLean). Arriva così un parziale di 13-0 per gli uomini di Repesa che superano lo Zalgiris sul 45-42 (ottimo apporto anche da parte di Hickman e Dragic). Il Forum si accende, ma i lituani restano in gara: al 30′ è 56-56 (espulso Kavaliauskas al 29′ per 2 falli tecnici).

Come ad inizio terzo quarto, anche in avvio di ultima frazione Milaknis spara e segna 2 triple di fila, per il +6 ospite. La notizia peggiore per Milano, però, è l’uscita dal campo di Sanders, per un sospetto stiramento alla schiena. Di fatto è come se tutta l’Olimpia fosse uscita: anche Pangos piazza la tripla e lo Zalgiris in un amen è a +11 (56-67 al 34′). L’Olimpia resta a secco per 4 minuti, prima del “goal” di Macvan, ma è qualcosa di molto effimero: i lituani hanno ormai mani caldissime e banchettano ampiamente, portandosi sul +14 (60-74). Hickman prova a ricucire il gap, ma l’EA7 arriva fino al -6 e basta; Kalnietis è l’ultimo a mollare, in una serata positiva per lui, ma alla fine negativa per i suoi, che dopo aver visto allungare lo Zalgiris, tirano i remi in barca presto, come avvenuto spesso ultimamente. Al termine dell’incontro, gli uomini di Jasikevicius si impongono al Forum per 70-78.

BASKETINSIDE MVP: ARTURAS MILAKNIS

TABELLINI:
MILANO: McLean 2, Fontecchio 2, Hickman 15, Kalnietis 16, Raduljica 0, Dragic 10, Macvan 8, Pascolo 2, Cinciarini 0, Sanders 15, Abass 0, Cerella n.e. Coach: Repesa

ZALGIRIS: Pangos 6, Lekavicius 9, Valinskas n.e., Westermann 2, Seibutis 2, Motum 9, Jankunas 9, Javtokas 4, Milaknis 16, Lima 6, Kavaliauskas 4, Ulanovas 11. Coach: Jasikevicius