EuroLega, Playoffs: L’Olimpia Milano non segna mai, l’Anadolu Efes vince al Forum e ribalta subito il fattore campo

0
Olimpia Efes
Anadolu Efes Twitter

Olimpia Milano e Anadolu Efes inaugurano i Playoffs di EuroLega questa sera al Forum, dove gara 1 ci permetterà finalmente di vedere le più classiche delle partite win or go home. I Campioni d’Europa in carica recuperano Micic mentre l’Olimpia Milano dovrà fare a meno di Gigi Datome.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Grant, Delaney, Shields, Melli, Tarczewski.

QUINTETTO ANADOLU EFES ISTANBUL: Micic, Larkin, Anderson, Moerman, Dunston.

Partono molto contratte le due squadre, ma meglio l’Efes rispetto all’Olimpia. I turchi, con qualche palla persa di troppo, si affidano al duo Micic-Larkin ma è il francese Moerman il più “dentro” la partita. Moerman – Dunston crea qualche grattacapo di troppo all’Olimpia con il dentro-fuori dei due lunghi della squadra ma è Shavon Shields a rispondere con un notevole repertorio offensivo mostrato sin da subito. Primo quarto di ritmi molto bassi con molti errori, tra cui una lunga pausa a causa di un dubbio arbitrale su una scadenza dei 24 secondi, ma è l’Olimpia a chiudere davanti con un super Melli e un Devon Hall molto positivo dalla panchina.

Si blocca l’attacco milanese in questo inizio di secondo quarto, con oltre 4 minuti di “astinenza” senza canestro per la squadra di casa. Sfrutta questo l’Efes con un 11-0 di parziale per il sorpasso turco. La tripla di Shane Larkin segna il +6 per gli ospiti, ma il fattore pazzesco è che l’Olimpia sblocca la retina dopo ben 8 minuti di gioco (OTTO!) con due triple di Bentil dall’angolo ed è ancora clamorosamente in parità a dimostrazione di come sia una partita da Playoffs, molto tesa ma anche piena di errori. Sorprende la scelta dell’Efes di non alzare i ritmi, fattore in cui storicamente sono una squadra fortissima. 9 punti, tutti segnati da Ben Bentil per l’Olimpia aggrappata all’ex Panathinaikos e a Nick Melli, sontuoso sin qui. All’intervallo è +3 Efes.

Inizia peggio di come si è concluso il precedente quarto per l’Olimpia Milano con l’MVP in carica Vasilije Micic che inizia a giocare da campione qual è. In un amen l’Efes scavalla la doppia cifra di vantaggio e l’Olimpia continua a rimanere bloccata a quota 26. Terzo quarto da incubo per la squadra di casa che fatica tantissimo a segnare e concede qualche tiro facile di troppo all’Efes, che preme sull’acceleratore e tenta di piazzare il break decisivo della partita. La tripla di Bryant, sulla sirena, taglia le gambe ad un’Olimpia generosa ma troppo imprecisa e soprattutto segna il -12 Olimpia.

Esordisce nella partita Troy Daniels, che da gran tiratore qual è segna subito e restituisce speranza ad un Forum ammutolito di fronte alla difficoltà delle squadra di casa. L’Efes continua a gestire i ritmi, l’Olimpia tenta ancora di recuperare ma se prima il protagonista è stato Vasa Micic, ora è l’altro campione della squadra turca, ovvero Shane Larkin. L’americano fa impazzire la difesa milanese in più occasioni, riducendo al minimo le possibilità di rimonta milanesi. La squadra meneghina alza bandiera bianca e l’Efes può festeggiare un’importantissima vittoria che ribalta subito il fattore campo. Nulla di compromesso per l’Olimpia, che tornerà in campo fra 48h per gara 2, ma certamente inizio in salita per gli uomini di Ettore Messina mentre Ataman e compagni iniziano come meglio non si poteva immaginare.

OLIMPIA MILANO – ANADOLU EFES ISTANBUL 48-64 (16-11, 10-18, 8-17, 14-18)

MVP BasketInside: Shane Larkin.

OLIMPIA MILANO: Melli 10, Bentil 9, Daniels 8, Hall 8, Shields 8, Hines 2, Rodriguez 2, Delaney 1, Alviti, Tarczewski. All: Ettore Messina.

ANADOLU EFES ISTANBUL: Larkin 16, Micic 16, Dunston 9, Singleton 7, Pleiss 5, Anderson 4, Bryant 3, Moerman 3, Beaubois 1, Simon. All: Ergin Ataman.