EuroLega, PO G2 – Il CSKA senza sforzo ferma nuovamente un volenteroso Khimki

EuroLega, PO G2 – Il CSKA senza sforzo ferma nuovamente un volenteroso Khimki

Il CSKA si porta sul 2-0 con un grandissimo Chaco Rodriguez.

di Emanuele Terracciano

Dopo quarantotto ore, va in scena il secondo atto del derby di Mosca che vale le Final Four di EuroLega. Alla lunga, nonostante le assenze di Hines e De Colo, è il CSKA a portare a casa la partita nonostante un’ottima prestazione da parte del Khimki che, anche oggi, esce con onore dal campo dei rivali cittadini. Adesso alla formazione di Barzokas servirà un miracolo per andare a Belgrado.

LA CRONACA – Entrambe le squadre entrano nella partita con un notevole impatto a livello offensivo: infatti, il Khimki cerca e trova buona conclusioni dall’arco che entrano mentre il CSKA, in assenza di De Colo, si affida al talento di Rodriguez e Higgins. Il primo strappo è il CSKA a metterlo in atto con le triple realizzate da Antonov e il Chaco Rodriguez, ma la partita non va nettamente in direzione dei padroni di casa che devono fare i conti con un Khimki che, nonostante uno Shved ancora non ancora in partita dal punto di vista realizzativo, gioca alla pari. Shved, dopo gli assist, smuove con cinque punti in fila anche la casella dei punti a referto e il Khimki riesce ad arrivare al primo mini intervallo sotto di soli due punti sul 24-22.

In avvio di secondo quarto Robinson, dopo un clamoroso errore in contropiede, commette un ingenuo fallo antisportivo che, però, non da la spinta al CSKA che continua a condurre di misura. È Markovic il principale protagonista del 6-0 di parziale che porta il Khimki al vantaggio sul 31-30. Dopo l’immediato timeout chiesto da Itoudis, Hunter da sotto interrompe il parziale avversario e riporta i suoi in vantaggio, ma il Khimki fa 5-0 di parziale e va a +4 sul 36-32. Nel finale di quarto Anderson bombarda gli avversari dall’arco, ma il CSKA ha troppe soluzioni offensive per farsi mandare al tappeto e all’intervallo lungo il vantaggio del Khimki è di soli due punti sul 45-43.

Il secondo tempo non parte con ritmi molto alti, ma, nonostante ciò, il CSKA realizza con sufficiente facilità un parziale di 6-0 che spaventa la panchina del Khimki che chiede timeout sul 49-45 in favore della formazione avversaria. Al rientro in campo il CSKA allunga di due punti il suo parziale, ma il Khimki rientra offensivamente in partita con Shved e Gill. Gli ospiti erodono lentamente il vantaggio avversario e sorpassano a pochi secondi dalla fine del terzo quarto con i tiri liberi mandati a bersaglio da Markovic, ma una tripla del CSKA fissa il punteggio all’ultimo mini intervallo sul 68-66.

La palla inizia a pesare in questo avvio di quarto quarto in cui le squadre fanno più fatica in attacco e lo scarto tra le due compagini resta comunque molto basso. Come nel corso di tutta la partita, è Rodriguez il punto di riferimento di un CSKA che a circa metà quarto, complice un fallo antisportivo e un successivo tecnico sanzionati al Khimki, raggiunge il +9 sul 79-70. Gill interrompe il parziale avversario, ma il CSKA non impiega molto a trovare la doppia cifra di vantaggio sull’84-74 successivo alla tripla di Rodriguez. Jenkins con un’altra tripla riporta a -7 (84-77) il Khimki a poco meno di tre minuti dalla sirena finale. Dopo un timeout, Rodriguez colpisce ancora, ma Gill dall’arco porta i suoi a entrare nell’ultimo minuto di gara a -6 (86-80). Gill sbaglia la prima tripla della sua partita che avrebbe potuto davvero riportare a contatto gli ospiti e Clyburn dall’altra parte fa 1/2 dalla lunetta portando il punteggio sull’87-80 in favore del CSKA. Markovic sfiora il gioco da tre punti ma porta a casa solamente due tiri liberi che manda a bersaglio. Il CSKA non attacca bene e dall’altra parte, nonostante il Khimki non si renda pericoloso, Kurbanov commette un fallo estremamente ingenuo su Gill che lo manda in lunetta per ben tre volte a 8’’ dalla sirena. Il numero 13 del Khimki fa solo 2/2 e i suoi devono spendere fallo su Higgins che, invece, dalla lunetta fa percorso netto portando i suoi a +5 sull’89-84 che è anche il risultato finale.

CSKA MOSCA 89–84 KHIMKI MOSCA (24-22; 43-45; 68-66)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy