EuroLega PO, G4: Ali Muhammed è perfetto! Un super Fenerbahce batte lo Zalgiris Kaunas e vola alle Final Four

Grandissima partita dei turchi che dominano per 40 minuti respingendo i tentativi di rimonta dello Zalgiris.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Il Fenerbahçe è chiamato a confermare l’impresa già effettuata pochi giorni prima, ovvero quella di espugnare la Zalgirio Arena, per la seconda volta consecutiva. Gli uomini di Jasikevicius tentano di allungare la serie a gara 5, alla ricerca di una preziosa vittoria tra le mure casalinghe, nella classica Win or Go Home.

QUINTETTO ZALGIRIS KAUNAS: Westermann, Grigonis, White, Ulanovas, Davies.

QUINTETTO FENERBAHÇE ISTANBUL: Ali, Guduric, Datome, Melli, Vesely.

É un super inizio quello del Fenerbahçe. Gli uomini di Obradovic partono molto concentrati, difendono forte e hanno un’esecuzione offensiva impeccabile. Dopo 2 minuti, Jasikevicius è costretto al timeout con il punteggio che recita 0-7 in favore dei turchi. Ottimo Gigi Datome, autore di una tripla in precarie condizione e difensivamente super, come spesso gli capita. Si sblocca finalmente lo Zalgiris con una tripla di Westermann, a spezzare una serie lunghissimi di errori. É un episodio unico per i lituani. Il Fenerbahçe gioca un basket meraviglioso che sfiora la perfezione. Sloukas, Ali e Melli sono perfetti nelle scelte offensive e ingabbiano uno Zalgiris paralizzato dall’inizio dei turchi. I turchi fuggono e toccano il +16 in questo primo quarto. Ali Muhammed è devastante. Il naturalizzato turco segna 13 punti e tira con un immacolato 5 su 5 dal campo, leader di questo Fenerbahçe ai limiti della perfezione.

Sbaglia qualche tiro in apertura di secondo quarto il Fener, un evento sin qui. Lo Zalgiris inizia a segnare qualche penetrazione in più, chiave tattica fondamentale con le pessime percentuali da 3 punti dei padroni di casa sin qui. Il Fenerbahçe diminuisce le percentuali al tiro ma resta padrone indiscusso del match sopra la doppia cifra di vantaggio. Prova a scuotersi Brandon Davies. L’ex Varese riesce a segnare un paio di volte dall’interno del pitturato, sin qui “eliminato” da Obradovic. L’effetto Davies scuote lo Zalgiris. La difesa dei turchi si concentra sul centro dei lituani e lascia spazio alle triple non contestate delle guardie. Milaknis e Walters si sbloccano a loro volta dalla lunga distanza e riducono lo scarto a sole 8 lunghezze a metà partita, un lusso per lo Zalgiris.

É uno Zalgiris completamente diverso quello che inizia il secondo tempo. Grande intensità e un Davies finalmente decisivo permettono ai lituani di arrivare in un amen a -4. Difficoltà? un termine sconosciuto per i ragazzi di Obradovic. Controparziale immediato del Fener e di nuovo vantaggio che flirta con la doppia cifra. Sale tantissimo la qualità di gioco, con un’intensità mai scesa, da Playoffs. Ali Muhammed è strepitoso, un giocatore a cui il tempo sembra non passare mai. L’ex Brindisi è a quota 23 punti con nessun errore dal campo a metà terzo quarto, stratosferico. Il Fenerbahçe riprende a giocare con grande qualità nella seconda parte del terzo quarto, scegliendo con cura la selezione di tiro e riportandosi avanti di 11 punti. Erick Green è la dimostrazione della qualità in questa serata (e non solo) del Fener. L’ex Siena osserva la partita dalla panchina per 28 minuti, entra e segna subito una tripla di capitale importanza.

Ahmet Duverioglu, l’unico negativo del Fenerbahçe in questa gara 4, reagisce e fa un paio di buone cose in attacco, ma commette ingenuamente il suo quinto fallo che lo estromette dalla partita. Davies commette un sanguinoso antisportivo ai danni di Kostas Sloukas che fa scappare nuovamente il Fenerbahçe a +17. Allungo che sa di fuga decisiva per gli ospiti. Marko Guduric si iscrive al club dei protagonisti. Le due triple del serbo permettono al Fener di toccare il massimo vantaggio sul +20 a 6 minuti dal termine. Il finale di partita vede il Fenerbahçe gestire, con lo Zalgiris ammirevole ma comprensibilmente stanco dopo una serie pazzesca a livello fisico e mentale. Il Fenerbahçe vola meritatamente alle Final Four, giocando da grandissima squadra contro un avversario che ha dato buttato il cuore oltre l’ostacolo. Jasikevicius perde nuovamente contro il suo maestro Obradovic, ma questa serie lo consacra tra i migliori Coach del mondo.

 

ZALGIRIS KAUNAS – FENERBAHÇE ISTANBUL  82-99 (16-30, 25-19, 15-23, 21-27)

 

MVP BasketInside: Ali Muhammed.  Che partita per Bobby Dixon! Il naturalizzato turco è una sentenza, una macchina nel primo tempo che non sa sbagliare. Triple, qualità tecniche-tattiche e una leadership di cui Coach Obradovic non può fare a meno. Questo Fenerbahçe va alle Final Four da grande favorito.

 

ZALGIRIS: Davies 25, Thompson 2, Jankunas, Kavaliauskas, Wolters 18, Walkup 6, Westermann 5, Milaknis 6, White 7, Jokubaitis 2, Grigonis 7, Kavaliauskas, Ulanovas 4. Coach: Sarunas Jasikevicius

FENERBAHÇE: Green 11, Melli 6, Mahmutoglu 6, Sloukas 15, Guduric 11, Vesely 12, Guler , Muhammed 25, Duverioglu 4, Datome 9. Coach: Zeljko Obradovic

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy