EuroLega Preview: Bayern Monaco

Coach Andrea Trinchieri sulla panchina della rinnovata squadra bavarese alla ricerca della sua prima qualificazione ai playoff di Eurolega.

di Alessandro Elia

Il Bayern Monaco ci riprova con tante novità e qualche ambizione in più per poter centrare la qualificazione ai playoff di Eurolega per la prima volta nella sua storia. La modifica estiva più rilevante è senz’altro in panchina dove è arrivato Andrea Trinchieri che torna in Germania dopo tre stagioni dai tempi del Bamberg con cui ha vinto tre volte la Bundesliga. Le caratteristiche principali del roster a disposizione del 54 enne tecnico milanese (che può contare avvalersi di Adriano Vertemati e Demond Green in qualità di assistenti) sono la freschezza, la flessibilità e l’aggressività con la logica voglia di migliorarsi in Eurolega ma anche tornare a vincere in Germania dopo l’ultima negativa stagione. Il DS Daniele Baiesi ha allestito una squadra giovane ma dove non manca l’esperienza. Il mercato ha infatti portato Malcolm Thomas, reduce dalla sua quarta stagione in Euroleague con il Fenerbache chiusa con medie pari a 2.9 punti, 3,6 rimbalzi e 12′ di impiego. Wade Baldwin e Jalen Reynolds, entrambi con esperienze nella massima competizione continentale con Olympiacos (5.5 di punti) e Maccabi Tel Aviv (5.7 punti e 5.3 rimbalz). Sarà alla sua prima Eurolega, JaJuan Johnson che ha però alle spalle quattro anni di EuroCup compreso quello in cui ha vinto il titolo con il Darussafaka. Al loro esordio l’ex Ludwigsburg, Nick Weiler Babb, e Robin Amaize tornato dal prestito con l’Oldenburg (7.7 di media in Eurocup). Di rilievo l’inserimento del playmaker sloveno  Zam Sisko. Sono rimasti capitan Vladimir Lucic e Paul Zipser, così come il centro Leon Radosevic. C’è attesa per Thomas Bray, atteso dalla sua prima vera stagione in Baviera dopo l’infortunio dell’anno scorso che lo ha tolto di mezzo a settembre restituendolo al campo solo a ridosso dello stop per il Covid. Conferme anche per il veterano Akex King (5a stagione in biancorosso) e per Diego Flaccadori che rotto il ghiaccio con l’ambiente teutonico vuole ritagliarsi maggior spazio. A completamento del corposo organico di Trinchieri ci sono giovani interessanti che avranno maggiore spazio magari in BBL. Oltre ai 2001 Jason George e il lungo croato Matej Rudan,  l’azzurrino classe 2002 Sasha Grant.
Il 2 ottobre si parte subito forte con la sfida del Audi Dome di Monaco di Baviera contro l’AX Milano. (qui il calendario completo della regular season)

QUINTETTO TITOLARE: Zan Sisko (P), Robin Amaize (G), Malcolm Thomas (F), Jaken Reynolds (PF), JaJuan Johnson (C)

PANCHINA: Alec Baldwin (P), Vladimir Lucic (F), Thomas Bray (G), Niihad Dedovic (G), Robin Amaize (G), Paul Zipser (F), Diego Flaccadori (G), Leon Radosevic (C), Jason George (G), Matej Rudan (FC), Sssha Grant (F)

PUNTI FORTI. Difficile individuare un giocatore che possa primeggiare rispetto a un altro all’interno di un roster lungo, completo e che ha equilibrio. Il punto di forza del Bayern 2020/21 è probabilmente l’uomo che siede sulla sua panchina. Andrea Trinchieri saprà senz’altro ottenere il massimo dalla sua squadra applicando il suo gioco in velocità e mettendo i suoi tanti giocatori in più ruoli. Da tenere sott’occhio i giovani

PUNTI DEBOLI. Le partenze illustri negli ultimi due anni di Derrick Williams e Greg Monroe privano i bavaresi di una vera superstar da Eurolega rendendola una squadra più “normale” e quindi prevedibile. La cabina di regia affidata ai giovani Sisko (’97) e Baldwin (’96)  può essere più di una scommessa per questo tipo di competizione.

PRONOSTICO. Obbiettivo migliorare il bilancio di 8-20 avuto nell’ultima Eurolega fermata dal Coronavirus. Arrivare ai playoff alla vigilia appare un traguardo forse troppo ambizioso per questo Bayern. Ma con coach Trinchieri in panchina tutto può diventare davvero possibile.

Altre preview di Eurolega alla voce “news” della sezione “Basket Europeo”, oppure cliccando qui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy