EuroLega Preview: Bayern Monaco

EuroLega Preview: Bayern Monaco

I bavaresi sono in cerca di riscatto dopo aver visto svanire sul più bello l’ultimo posto disponibile per qualificarsi agli scorsi playoff di EuroLega.

di Filippo Stasi
Bayern

Sono giorni di Oktoberfest a Monaco di Baviera, ma c’è già parecchio hype attorno alla nuova campagna di EuroLega del Bayern Monaco di coach Dejan Radonjic, confermato alla guida della squadra. Certo, aleggia ancora un po’ di malumore tra i bavaresi per la mancata conquista di un posto tra le prime otto d’Europa, la scorsa stagione. C’è ancora rabbia per non aver disputato una postseason che, a una manciata di giornate dal termine, il Bayern sembrava aver raggiunto e avrebbe meritato di giocare. L’incredibile cavalcata finale dello Zalgiris però ha eliminato i tedeschi dalla corsa playoff, che rimangono l’obiettivo stagionale del club. Un obiettivo da provare a raggiungere anche con la rabbia accumulata, da incanalare in motivazione ed energia positiva per il niovo percorso.

Rispetto all’anno scorso il Bayern ha cambiato circa mezza squadra, a partire dall’asse play-pivot titolare. Sia Jovic che Booker infatti si sono accasati al Khimki Mosca, dove cercheranno di affinare l’ottima intesa espressa in Baviera. Oltre a loro, ha salutato un altro pezzo da novanta, Derrick Williams. La seconda scelta al draft 2011 ha scelto il Fenerbahce di Obradovic, dopo la lunga corte dello scatenato Barcellona. Tra le riserve, infine, han cambiato casacca Nemanja Dangubic (Estudiantes), Ogunsipe (Amburgo), Amaize e Hobbs (entrambi ad Oldenburg).

Tra i nuovi arrivi invece spicca quello di Greg Monroe. Il centro ex Pistons e Bucks ha scelto di ricominciare dall’Europa all’età di 29 anni, dopo un paio di stagioni in cui ha visto poco il campo, finendo ai margini della NBA come tanti altri lunghi di peso non molto mobili ed efficaci in difesa, come lui. Le qualità del giocatore però non sono in discussione, al di là del fisico imponente (2,11 m per 120 kg). Tecnicamente, The Moose è dotato di una mano mancina molto morbida sia nei pressi del ferro sia dalla media distanza. Inoltre sa creare attacco fronte e spalle a canestro per sè e per i compagni, essendo un passatore sopra la media per il ruolo.

Insomma, per l’EuroLega potenzialmente si tratta di un giocatore dominante, ma molto dipenderà dall’applicazione del giocatore nell’inserirsi in un contesto diverso da quello a cui è abituato. Se l’ambientamento dovesse andare a buon fine, coach Radonjic potrà contare su un giocatore di grande impatto, specialmente offensivo. Il primo cambio di Monroe dovrebbe essere Mathias Lessort, che ritorna a giocare in EuroLega dopo l’esperienza di due anni fa in maglia Stella Rossa. I due sembrano perfettamente compatibili per caratteristiche; pertanto non è da escludere che Radonjic possa schierarli contemporaneamente sul parquet in alcuni frangenti del match.

Anche nel ruolo di ala il Bayern si è concesso due aggiunte notevoli: Paul Zipser e Josh Huestis, entrambi ex NBA. Se per il primo però si tratta di un ritorno al Bayern e in EuroLega, per il secondo si tratta del debutto assoluto nel Vecchio Continente. Il rookie ex Thunder arriva con la fama di ottimo difensore e atleta, mentre Zipser sarà garanzia d’impatto in ambedue le metà campo.

Il reparto guardie, infine, presenta tre nuovi innesti: TJ Bray, DeMarcus Nelson e l’ex Trento Diego Flaccadori. Il primo è stato vittima di un infortunio al piede in preseason e dovrà stare lontano dai campi almeno fino a dicembre. La società ha dunque firmato Nelson come suo sostituto, sebbene Nelson sia più una guardia che un playmaker puro come l’infortunato Bray – miglior assistman dello scorsa Bundesliga. Anche per questo motivo, coach Radonjic ha provato a schierare Diego Flaccadori da portatore di palla in alcune amichevoli prestagionali. Soluzione che difficilmente vedremo anche in EuroLega; più probabile che Diego trovi spazio nello spot di guardia, con i più navigati Koponen e Djedovic a dettare i ritmi dell’attacco.

Quintetto titolare: Maodo Lo (pg), Nihad Djedovic (g), Vladimir Lucic  (sf), Danilo Barthel (pf), Greg Monroe (c)

Panchina: T.J. Bray (pg), DeMarcus Nelson (g), Petteri Koponen (g), Diego Flaccadori (g), Alex King (sf), Paul Zipser (sf), Josh Huestis (pf), Mathias Lessort (c), Leon Radosevic (c).

Punti forti: La frontline bavarese presenta tante soluzioni tattiche ed è decisamente più profonda dello scorso anno, quando per mesi Barthel, Williams e Radosevic furono costretti agli straordinari per sopperire all’infortunio di Booker. Lucic, Zipser e Huestis possono ricoprire entrambi i ruoli di ala, sono buoni difensori e si completano per caratteristiche. Sotto le plance Monroe sarà il riferimento, Lessort garanzia d’energia e dinamismo, mentre Radosevic porterà difesa e protezione del ferro. Infine, capitan Barthel: giocatore molto intelligente e prezioso tatticamente, capace di rendersi utile in ogni modo a seconda delle necessità.

Punti deboli: Se il frontcourt sulla carta è da playoff, non si può dire lo stesso del backcourt. Maodo Lo dovrebbe essere il playmaker titolare: Radonjic da lui si aspetta il salto di qualità, ma di certo non garantirà mai la visione e i tempi di gioco di Jovic. Lo stesso Nelson è più guardia che playmaker, come del resto Koponen e Djedovic che loro malgrado dovranno adattarsi per necessità, almeno fino al rientro di TJ Bray. Per una squadra che probabilmente vedremo giocare tanto a difesa schierata, specialmente con Monroe in campo, la mancanza di un regista affermato potrebbe rivelarsi un dettaglio non irrilevante.

Pronostico: 8°-10° posto. Ci aspettiamo un Bayern tosto, spregiudicato, arrembante e ambizioso, pronto a dare battaglia contro tutti per qualificarsi ai playoff. L’impressione è che ci siano squadre leggermente più attrezzate di quella bavarese per arrivare tra le prime otto, ma la stagione regolare è lunga e le variabili in gioco sono svariate. L’unica certezza è che c’è molta curiosità intorno a Greg Monroe e compagni. Debutto stagionale giovedì 3 ottobre all’Audi Dome contro l’Olimpia Milano di coach Messina.

 

Per vedere le preview precedenti, visitare la sezione News dalla categoria Basket Europeo, semplicemente cliccando qui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy