EuroLega Preview: Fenerbahce Beko Istanbul

Preview Fenerbahce. I turchi, completamente rinnovati rispetto la scorsa stagione, provano a non risentire del post-Obradovic puntando ai Playoffs.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Analizziamo ora in questa preview il Fenerbahce, all’Anno. Ad Istanbul è avvenuta la tanto attesa e temuta rivoluzione. Obradovic ha lasciato, nonostante i numerosi tentativi di convincerlo a rimanere con un rinnovo pluriennale, il presidente Ali Koc ha annunciato e poi attuato una notevole riduzione del budget per questa stagione che ha portato all’addio di alcuni veterani e colonne portanti della squadra, come Kostas Sloukas e Gigi Datome.

Maurizio Gherardini, GM italiano del Fenerbahce, si è rimboccato le maniche e ha allestito una rosa di tutto rispetto per la prossima stagione di EuroLega. Igor Kokoshov è l’erede di Obradovic, allenatore dal palmarès notevole, su tutto l’oro agli Europei 2017 con la Slovenia. Nuovi acquisti in rampa di lancio, pronti alla definitiva consacrazione, su tutti “l’italiano” DyShawn Pierre, ammirato in quel di Sassari e Lorenzo Brown, pronto a prendere in mano le redini di una squadra importante dopo l’importante stagione in maglia Stella Rossa. Scopriamo ora nel dettaglio di questa preview del Fenerbahce, i punti deboli e forti del club turco.

QUINTETTO TITOLARE:

Lorenzo Brown (PG), Nando De Colo (SG), Jarell Eddie (SF), Edgaras Ulanovas (PF), Jan Vesely (C).

PANCHINA:

Johnny Hamilton (C), Leo Westermann (PG), Melih Mahmutoglu (SG), Tarik Biberovic (SG), Dyshawn Pierre (PF), Danilo Barthel (PF), Kenan Sipahi (SG), Berkay Candan (PF), Ali Muhammed (PG), Ahmet Duverioglu (C).

PUNTI FORTI:

In una stagione “normale”, avremmo detto che la Ulker Arena sarebbe stato un fortino difficile da espugnare, con il pubblico vero e proprio sesto uomo in campo. Purtroppo la situazione Covid-19 non ci permette di capire se e quando avremo la presenza del pubblico. Aver mantenuto due pezzi da 90 come Nando De Colo e Jan Vesely è sicuramente un punto a favore del club di Istanbul. I due, uniti a Melih Mahmutoglu (capitano e bandiera della squadra) e Ali Muhammed, avranno il compito di sviluppare il talento dei nuovi arrivati e di farli diventare decisivi sin da subito. Molti giocatori in rampa di lancio, uno su tutti Dyshawn Pierre, talento visto in Italia con la maglia di Sassari e pronto al grande salto in EuroLeague. La salute di Jan Vesely sarà il punto di svolta decisivo. Il ceco, se in salute, è uno dei migliori Centri della competizione, in grado di fare la differenza sotto canestro con il suo fisico ed atletismo.

PUNTI DEBOLI:

Le cessioni sono quelle impegnative. Chiunque accuserebbe il colpo di un’uscita di scena di giocatori del calibro di Kostas Sloukas, Gigi Datome e Nikola Kalinic, solo per citarne alcuni. Lo stesso sarà per il club gialloblu di Istanbul, il quale però ha dalla sua un nuovo Coach e un entusiasmo che punta a smentire i critici. La mancanza di pubblico, come già detto poco prima, sarà un duro colpo per la prima parte di stagione, sperando nel ritorno successivamente. L’Ulker Arena è sempre stato uno storico fortino per il Fener con il suo pubblico. Le tante scommesse pagheranno? Questo è quello che spera lo staff del club turco, ma si sa, si chiamano scommesse perché di certo non vi è nulla.

PRONOSTICO:

Playoffs. Certo, non è il Fenerbahce che macinava Final Four su Final Four, ma non è neanche una squadra che non può puntare non ai Playoffs. Nonostante l’addio di Obradovic, il Coach scelto è di gran qualità, come alcuni innesti e conferme decisamente importanti. Il nostro euro per quanto riguarda la nostra preview sul Fenerbahce ai Playoffs lo puntiamo…

Per consultare tutte le altre preview delle squadre di EuroLeague, clicca qui.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy