EuroLega Preview: Maccabi Tel Aviv

0
Maccabi Tel Aviv
EuroLeague.net

Nuova stagione per il Maccabi Tel Aviv, ma motto piuttosto ricorrente nelle ultime stagioni per gli israeliani: ritornare ai Playoffs e ritornare ad essere protagonisti. Tanti giocatori con voglia di rivincita, con il solito Scottie Wilbekin a “comando” della truppa di Coach Sfairopoulos. Proprio Wilbekin è chiamato ad una stagione da MVP per risollevare le sorti dello storico club israeliano e anche le sorti della sua carriera, piena di alti e bassi.

QUINTETTO TITOLARE:

Scottie Wilbekin (G) , Kameron Taylor (G), James Nunnally (F), Derrick Williams (F), Jalen Reynolds (C).

PANCHINA:

Keenan Evans (G), Angelo Caloiaro (F), Roman Sorkin (C), John DiBartolomeo (G), Oz Blayzer (F), Jake Cohen (C), Ben Harush (G), Ante Zizic (C), Yiftach Ziv (G). Coach: Ioannis Sfairopoulos.

PUNTI FORTI:

Tanto talento nelle mani di Coach Sfairoupolos. Due lunghi di livello assoluto con Jalen Reynolds, super acquisto estivo, e quel Ante Zizic che aveva impressionato in Europa prima di tentare l’avventura in NBA e che è chiamato a riscattarsi. Il riscatto sarà la motivazione principale di Derrick Williams, altro grande acquisto estivo e chiamato a confermare il suo enorme talento che troppo spesso si è visto a tratti in questa EuroLeague. L’esperienza di giocatori come Nunnally e DiBartolomeo, storico capitano del club, sarà fondamentale e importante per il resto del roster.

PUNTI DEBOLI:

Come detto poco fa, l’incostanza di tanti giocatori è stata la croce e la delizia del Maccabi Tel Aviv nelle ultime stagioni. Se Scottie Wilbekin non farà quello scatto in più, diventando definitivamente uno dei top player di questa EuroLeague, sarà dura per il club israeliano. Il carattere “fumantino” di alcuni giocatori, come lo stesso Wilbekin, Williams e Reynolds sarà importante da tenere sotto controllo per un buonissimo allenatore come Ioannis Sfairopoulos.

PRONOSTICO:

Molto dura per il Maccabi Tel Aviv, ma si vuole e si deve puntare ai Playoffs, nonostante ci siano probabilmente più squadre attrezzate per questo obbiettivo. Più realistico vederli viaggiare intorno al decimo posto. Riuscirà il club di Tel Aviv a farci rimangiare le parole e ad essere la squadra rivelazione?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here