EuroLega Preview: Olympiacos

EuroLega Preview: Olympiacos

Terminata una delle annate peggiori della storia dell’Olympiacos, in cui i greci sono stati retrocessi nella seconda serie in patria e non hanno raggiunto i playoff di Eurolega, ad Atene c’è voglia di rivincita

di Alessandro Migliore

L’Olympiacos si affaccia alla nuova stagione di Eurolega con una squadra quasi totalmente rivoluzionata, almeno per quanto riguarda gli uomini che scenderanno in campo, la guida tecnica invece resta la stessa, ed è una certezza assoluta.
Sarà difficile ripartire dopo una stagione in cui si è parlato poco di basket giocato, in cui gli scontri con la federazione greca hanno preso il sopravvento su tutto il resto. L’Olympiacos resta pur sempre una squadra di primissimo livello in Europa, e indubbiamente non può permettersi di fallire per il secondo anno di fila l’ingresso ai playoff, l’obiettivo minimo per una società con questa storia.

 

QUINTETTO TITOLARE:

PM- Vassilis Spanoulis

G- Wade Baldwin

AP- Kostas Papanikolaou

AG- Georgios Printezis

C- Nikola Milutinov

 

PANCHINA:

Will Cherry(PM)

Kevin Punter (G), Brandon Paul (G), Antonis Koniaris (G), Aleksej Pukusevski (G)

Mindaugas Kuzminskas (AP), Augustine Rubit (AP)

Sasha Vezenkov (AG)

Ethan Happ (C)

 

NUOVI ACQUISTI:

Wade Baldwin (Raptors 905), Kevin Punter (Virtus Bologna), Brandon Paul (Zhejiang), Antonis Koniaris (PAOK Thessaloniki), Mindaugas Kuzminskas (Olimpia Milano), Augustine Rubit (Brose Bamberg), Ethan Happ (University of Wisconsin)

 

PUNTI FORTI:

Due certezze, i tre greci, guidati dal talento di Vassilis Spanoulis e Coach David Blatt, che in Europa appartiene all’Olimpo degli allenatori. Queste saranno inevitabilmente le basi dalle quali ripartire, con la consapevolezza di non poter perdere troppo tempo nei primi mesi per inserire i nuovi giocatori, rischiando di perdere contatto con i playoff fin da subito.
Fondamentale, come sempre, sarà il fattore campo, che può svoltare ogni partita casalinga dei biancorossi e potrebbe dare una spinta in più alla squadra. Sopratutto nelle prime giornate, i greci potrebbero avere delle difficoltà a trovare la giusta chimica, la spinta del pubblico potrebbe dare un senso diverso all’intera stagione.
Sarà interessante vedere come Punter e Baldwin si ambienteranno in Eurolega, due giocatori di grande talento, ma che non hanno mai partecipato a questa manifestazione. Se il loro impatto sarà quello sperato, allora per l’olympiacos potrebbe essere una stagione ricca di successi.

 

PUNTI DEBOLI:

La scelta di avere due squadra differenti tra coppa e campionato, sicuramente farà risparmiare energie, ma dall’altra parte potrebbe essere deleteria per una squadra completamente rinnovata negli interpreti. Ci vorrà tempo per entrare nella filosofia di gioco di Blatt, considerata anche l’assenza dei nazionali greci durante la preparazione a causa del mondiale. Giocando solo una volta alla settimana, questo potrebbe richiedere più tempo del previsto.
Manca in oltre fisicità sotto il canestro, ad eccezione del giovane Happ, rookie assoluto, non c’è un vero sostituto di Milutinov. Il centro serbo non è in grado di reggere un’intera stagione con un elevato minutaggio, pur considerando il riposo durante la settimana.

 

PRONOSTICO:

Quest’anno molte squadra si sono rafforzate, non considerando le prime tre, irraggiungibili per tutti, ai blocchi di partenza almeno altre cinque squadre sono superiori ai greci. Anche per questa stagione potrebbe mancare l’accesso ai playoff.

Per visualizzare precedenti preview puoi cliccare qui

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy